COMUNITÀ MISSIONARIE LAICHE PIME

COMUNITÀ MISSIONARIE LAICHE PIME

CAMERUN

.

La missione in CAMBOGIA

.

ARCHIVIO FOTOGRAFICO

.

CAMBOGIA: Centro accoglienza malati a Phnom Penh

.

Un disegno di vita per Ranon

.

BOOK PROGETTI CAM TO ME 2008

.

CAM TO ME"... IN CAMBOGIA! (Relazione "Progetti" 2007)

.

Sito della Onlus "New Humanity": www.newhum.org

.

Cartina dell'Asia (Cambogia a sud-est, in viola).

I distretti della Cambogia: in evidenza dove la CML opera.

La Cambogia, con le sue principali città.

.
.

CENNI STORICI

Il periodo oscuro dei Khmer Rossi (1975/1979) ha lasciato tracce indelebili nell’anima e nella vita dei cambogiani. Su 7 milioni di abitanti, 2 milioni furono uccisi, soprattutto le classi dirigenti ed intellettuali, ostacolando la rinascita del paese per molti anni. Dal 1979 fino ad oggi, l’aspetto educativo ha visto un costante miglioramento, sebbene la situazione sia ancora molto precaria.
.
Popolazione: 13 milioni di abitanti, di cui il 48% sono uomini ed il 52% donne.
Il 44% sono sotto i 18 anni.
.
.

LA PRESENZA DELLA COMUNITÀ MISSIONARIE LAICHE (CML)
IN CAMBOGIA

Laura, fisioterapista, in formazione alla CML, durante una visita in Cambogia...

.
La CML è presente in Cambogia dal 1996.
Fin dall’inizio collaborò con il PIME (Pontificio Istituto Missioni Estere), che si era nel frattempo costituito come ONG (Organizzazione Non Governativa) con il nome di NEW HUMANITY.
La collaborazione si orientò nel Progetto di formazione e sviluppo in ambito educativo e sanitario in alcuni villaggi nella zona di Ampeou Prey, non distante dalla capitale Phnom Penh.
Piano piano l’interesse e l’impegno si rivolse verso persone disabili, soprattutto bambini e giovani, la cui presenza all’interno dei villaggi era spesso trascurata o addirittura rifiutata.
Si inaugurò allora il DISABLED DAY CARE CENTRE (Centro Diurno per Disabili), che è attualmente seguito dalla CML, e per il quale si presenta nella pagine seguenti il Progetto meglio articolato.
.
Dall’agosto 2005 la CML è anche impegnata in un’altra zona, precisamente nella zona di Kompong Chhnnang, distretto di Boribor, che comprende 4 comuni (25 villaggi).
Il Vescovo ha chiesto la presenza di New Humanity, e anche della CML, per garantire un impegno e un’attenzione verso i bisogni concreti di quella zona e per poter seguire la piccola comunità cristiana.
Così, insieme a P. Mariano Ponzinibbi del Pime, la CML rivolge la sua attenzione alla comunità cristiana presente (vietnamita) e collabora con New Humanity in progetti sanitari rivolti a persone disabili.
.
Anche in capitale c’è una presenza CML, coinvolta nella progettazione di un’accoglienza seria ed efficace a persone malate che dai villaggi si trasferiscono a Phnom Penh.
.
All’interno di New Humanity, la CML ha sempre collaborato con cambogiani e cambogiane, con i quali ha condiviso l’andamento quotidiano delle attività.
Un gruppo di questi collaboratori ha dato origine ad una ONG locale, chiamata "COOPERATION FOR PROSPERITY" (CFP), che la CML intende aiutare, come si potrà notare dai Progetti di seguito riportati e meglio articolati nelle pagine seguenti.
.
.
.
.

PROGETTI 2007

1. DISABLED DAY CARE CENTRE (Centro Diurno per Disabili) * Distretto di Kandal
2. NUTRITIONAL CARE (Centro nutrizionale per bambini) *"Lago 94"
3. POVERTY ALLEVATION (Progetto Solidarietà) *Zona di Kompong Chhnnang
4. Sensibilizzazione all'ARTIGIANATO locale (in collaborazione con donne dell'ONG locale)
.
.

1) DISABLED DAY CARE CENTRE (Centro Diurno per Disabili)

.

Un semplice gioco tra i bimbi!

.
Il Disabled Day Care Centre è situato nel DISTRETTO DI KANDAL, composto da 17 comuni. I disabili che frequentano il Centro vengono da due di questi comuni: Ampeuo Prey e Kandaok.
È stato inaugurato nell’agosto 2001. Si tratta di un mini centro di ospitalità diurna per bambini, giovani ed adulti. Si iniziano al mattino delle attività che terminano nel tardo pomeriggio. Sono circa 13 i disabili (dai 3 ai 40 anni) che fanno riferimento al Disabled Day Care Centre, che provvede ad offrire un servizio educativo e terapeutico adeguato ai reali bisogni. I disabili che frequentano regolarmente il Centro sono divenuti più sicuri di sé, con miglioramenti nell’autonomia personale, nelle relazioni e nella socializzazione con gli esterni.
È una semplice struttura, costituita da una ampia sala, 3 stanzette con veranda e tettoia per riparare dal sole, bagno, cucina e magazzino. Inoltre uno spazio per i giochi ed un orto, per facilitare l’esercizio fisico.
.

FINALITÀ

L’attenzione prioritaria è di tipo relazionale.
In un paese come la Cambogia, dove la tradizione culturale marginalizza il disabile a motivo di credenze religiose che si riferiscono alla legge del Karma, per cui il disabile sta pagando le colpe commesse in una vita precedente o anche colpe dei suoi genitori, diventa una sfida e una forte testimonianza prendersi cura di loro con amore e rispetto per la loro dignità umana.
.
La presenza del Centro all’interno del Villaggio sta sollecitando le diverse famiglie ad avere atteggiamenti di solidarietà e di attenzione verso coloro che sono stati sempre rifiutati e mai coinvolti nelle diverse attività della vita quotidiana.
Nascono così ora nuove forme di reciproco aiuto e di semplice rispetto tra le famiglie, comprese quelle che hanno familiari disabili.
Il rispetto ed il riconoscimento di un diritto ad esistere e a vivere secondo le proprie possibilità, nonché la possibilità offerta ad un’integrazione nella vita del villaggio, sono state le finalità perseguite.
.
Punto di forza ulteriore del Progetto è la formazione di operatori ed insegnanti cambogiani. La CML coordina le diverse attività, in collaborazione con Mrs. Em Wanroth (dottoressa cambogiana), ed è presente nelle fasi progettuali e di valutazione iniziale e finale.
.

BUDGET RELATIVO ALL’ANNO 2007

Per il 2007 ci è stato chiesto un contributo relativo a:
  • SALARIO per il COORDINATORE DEL PROGETTO per l’anno 2007 –  EURO 3.000,00

  • SPESE DI GESTIONE GENERICHE DEL CENTRO per l’anno 2007   –  EURO 3.200,00

TOTALE PROGETTO “DISABLED DAY CARE CENTRE”   EURO    6.200,00

.
.

2) NUTRITIONAL CARE
(Centro Nutrizionale per bambini) "LAGO 94"

.

Foto di gruppo in riva al lago!

Case sull'acqua, di foglie e legno...

.
Il seguente Progetto è stato attivato ed attualmente seguito dall’ONG locale "COOPERATION FOR PROSPERITY", che la CML conosce e incoraggia. La situazione di questa area, denominata "Lago 94", è molto grave e ha sollecitato l’ONG locale a prendersene cura. Questo progetto è in realtà l’unico intervento attualmente in atto.
Il "Lago 94" è situato nel Comune di Kandaok, nel Distretto e Provincia di Kandal, a circa 30 Km. da Phnom Penh.
.
Il Villaggio è formato da una serie di case costruite ed abitate da famiglie provenienti da aree vicine, che hanno perso la proprietà ed il lavoro utilizzando tutto ciò che avevano per curarsi da malattie e per sopravvivere. Ora questa gente è rimasta senza niente.
Anni fa questa era un’area disabitata, dove esisteva una strada lungo un canale.
Ora proprio su questa strada abitano più di 1000 persone in case di "fortuna".
La maggior parte delle persone sono giovani e bambini.
.
Più di 100 famiglie sulle 120 presenti vivono in case fatte di foglie o legno.
La media di bimbi per famiglia è molto alta: dai 5 ai 12 bambini.
L’ultima raccolta dati, fatta dalle autorità locali ed ancora in corso, stima una popolazione di circa 500 persone per 90 famiglie, ma la cifra reale è certamente più alta... almeno raddoppiata.
.
Non si sa cosa ne sarà di queste famiglie. Il loro futuro è del tutto incerto, e dunque per loro l’oggi è un continuo problema da affrontare.
Al "Lago 94" i ragazzi e bimbi non vanno a scuola soprattutto per due motivi:
1)  la scuola è troppo lontana e difficile da raggiungere, soprattutto durante la stagione delle piogge, in cui il villaggio è allagato e ci si può muovere solo con barche.
2)  Altro motivo è che le famiglie non comprendono l’importanza dell’educazione scolastica.
.
In quell’area è presente una scuola protestante, che assicura l’educazione scolastica dalla classe prima alla quarta, per un totale di circa 100 bimbi.
Il problema è che la scuola è privata e vengono presi i bimbi di famiglie "registrate "come residenti, con tanto di foglio alla mano...
La gente che vive in questo villaggio non è proprietaria della terra, che invece appartiene a delle Compagnie d’affari le quali, insieme al governo, spingono affinché la gente da lì se ne vada, per poter creare fabbriche.
.
La maggior parte delle persone coltiva riso e verdure vicino alla casa, sempre però minacciate dalla presenza di molti insetti e topi. I bimbi soffrono per malnutrizione seria.
Può essere considerato sufficiente per famiglie composte da 5 persone, ma molte di loro sono il doppio.
Nel periodo in cui c’è più acqua (da settembre a gennaio), la gente può pescare e vendere il pesce al mercato. Con questo introito devono vivere tutto l’anno.
Durante la stagione secca raccolgono legno in foresta e tentano di venderlo, e anche in questo modo guadagnare qualcosa.
La media di guadagno per famiglia è di circa 5000 RIEL (poco più di un dollaro) al giorno.
Nell’area del villaggio ci sono una decina di piccoli negozietti che vendono cibo e bevande.
.
Il primo Centro di Salute, a cui poter far riferimento, è a 8 Km. dal "Lago 94".
Quando qualcuno si ammala occorre pagare una moto o la barca per raggiungere il Centro, dovendo poi pagare anche tutte le spese inerenti all’assistenza di ogni tipo.
Un possibile intervento sarà a favore della popolazione più debole, cioè i bambini. Curando i loro bisogni primari si raggiungono anche le famiglie, che possono essere coinvolte in diverse proposte formative.
.
Il Progetto mira all’ISTRUZIONE e alla CURA dei bambini, attraverso sostegni per tutti coloro che vivono in condizioni di estrema povertà e provengono da:
 - Situazioni famigliari disastrate
 - Bambini piccoli presenti in famiglie troppo numerose
 - Famiglie senza casa
 - Situazioni di vedovanza
 - Orfani
.

BUDGET ANNO 2007

  • STIPENDIO RESPONSABILE PROGETTO              EURO 647,00
  • MATERIALE DIDATTICO SIA PER L’ISTRUZIONE
    CHE PER IL GIOCO + ASPETTO NUTRIZIONALE   EURO 2.270,00
  • COSTO TRASPORTO                                          EURO 283,00

TOTALE PROGETTO    “NUTRITIONAL CARE”            EURO      3.200,00

.
.

3) POVERTY ALLEVATION (Progetto Solidarietà)
 - zona Kompong Chhnnang

.

Mamma sorride coi suoi tre bambini...

.
È un Progetto di aiuto per la gente più povera. Ha lo scopo appunto di alleviare dalla povertà quelle famiglie particolarmente disastrate e molto numerose.
.
Durante lo scorso anno è stata proposta alla CML una nuova area, chiamata Kompong Chnnang (area dove il PIME aveva iniziato da poco un servizio polivalente), e di collaborare in alcune attività nell’ambito sanitario.
La situazione sanitaria è molto preoccupante. La malnutrizione rimane uno dei problemi più seri per i bambini dei villaggi. Assolutamente insufficiente la cura neonatale e la sensibilizzazione alla cura dell’ambiente, dell’igiene personale e comunitaria. Solitamente si ricorre, nei confronti delle principali malattie, alla medicina tradizionale. Ci sono nella zona 5 Centri di Salute, di cui in 1 c’è il medico, più un ospedale di provincia a Kompong Chhnnang, ma difficilmente si ricorre alle cure effettuate in loco. Negli ospedali tutto si deve pagare e la famiglia non ha quasi neppure i soldi per il normale fabbisogno di sostentamento, per cui non può certo permettersi le cure in ospedale.
Le principali malattie sono: diarrea, febbri, bronchiti, infezioni della pelle, la "febbre dengue", trasmissibile con la puntura di una zanzara, malattie polmonari (polmonite, TBC…). Non ultima, anzi, allarmante, la diffusione dell’AIDS, tuttora talvolta sconosciuta o tenuta nascosta.
Il servizio della CML si sviluppa nelle scuole e tra le case dei villaggi. Ha lo scopo di portare in questi luoghi un sostegno ed una educazione sanitaria. L’attenzione alle famiglie più disagiate, naturalmente, è assicurata, soprattutto a quelle dove necessitano urgenti ed importanti cure mediche.
.

BUDGET ANNO 2007

  • 1) SOSTEGNO NUTRITIVO (RISO)
    2)PROBLEMI RELATIVI ALLA CASA
    3)EMERGENZA SALUTE
                                                                                 EURO 995,00
  • COSTI DI TRASPORTO                                             EURO 935,00
  • STIPENDIO COORDINATORE                                    EURO 1.056,00
  • OPERATORE SANITARIO DI VILLAGGIO                      EURO 814,00
  • CORSI AGGIORNAMENTO STAFF                               EURO 200,00

TOTALE PROGETTO                            EURO       4.000,00

.
.

CML - CAMBOGIA

Street 390, n.60 a 1
P.O. BOX 48
PHNOM PENH
(Cambodia)

Tel.: 00855-23.222.631
email:
comunitamlcambo@online.com.kh