ESERCIZI DI SCRITTURA

Un triste incontro

DIARIO

poesia di Laura Soldi

.
Minuscolo corpo
infantile,
volto sparuto
grinzoso,
sguardo malvagio,
diretto fisso
alla mia persona:
una gobbina
sbarrò il mio
passo.
Io mi sentii
quasi in colpa!
Ero giovane
d'anni:
volto e figura
piacenti...
ma gioventù
presto svanisce
e bellezza
non sempre
è gioia d'esistere!
Confidarti
avrei voluto
i miei affanni,
dirti che sorelle
eravam
di sventura:
morbi inguaribili
colpivan
i miei genitori
ed entrambi li curavo.
Ma i tuoi occhi
pungenti e spietati
m'aggredivano,
trapassarono il mio cuore
e la mia voce
ammutolì.
Con passo incerto
m'allontanai
colma di tristezza