lettera precedente   LETTERA DEL SUPERIORE GENERALE   lettera seguente

P. Ferruccio Brambillasca, Pime

MONS. ANGELO RAMAZZOTTI (1800-1861), Missionario e Fondatore del Pime!

A tutti i Missionari del PIME

Loro Sedi

ANNO DEDICATO A MONS. RAMAZZOTTI

Carissimi,

vi scrivo questa Lettera, mentre mi trovo in Messico, a predicare gli Esercizi Spirituali alla nostra Comunità! Dopo esser stato ospitato nel Seminario dei "Missionari di Guadalupe", a Città del Messico, oggi sono arrivato, insieme ai Padri della Delegazione, nel Monastero Benedettino di Cuernavaca, a quattro ore di macchina da Acapulco e un’ora di macchina da Città del Messico...

I "Missionari di Guadalupe" sono sempre molto ospitali, con i Padri del "PIME"! Oltre a lavorare in alcuni nostri Paesi di Missione, pare che si siano ispirati molto alle nostre Costituzioni e al nostro stile di fare Missione. Essendo un Istituto nato in Messico, ha esclusivamente Vocazioni Messicane. Tra meno di un anno, avranno il Capitolo Generale e, proprio in questo Capitolo, mi diceva il loro Superiore Generale, tratteranno per la prima volta il tema dell’Internazionalità!

I "Missionari di Guadalupe" stimano molto il "PIME", e anche la piccola presenza del "PIME" in Messico e nelle zone indigene. Parlo di piccola presenza (sono quattro, i Padri, che partecipano agli Esercizi Spirituali...), non legata molto a strutture nostre, ma a servizio della Chiesa locale, soprattutto nelle zone di prima Evangelizzazione.

Mi chiedo, proprio mentre predico gli Esercizi Spirituali a questa piccola Comunità, se il "PIME" del futuro non avrà forse una struttura simile: poche presenze, poche strutture, e il tutto a servizio dell’essenziale, la Missione della Chiesa!

In questi mesi, e anche in questi giorni, mentre sono in visita alla nostra Comunità del Messico, mi vengono spesso in mente tre domande, a cui tutti noi, prima o poi, dovremmo dare una risposta... Cosa ha il "PIME"? Cosa manca al "PIME"? Come sarà il "PIME"? Domande che riguardano il passato, il presente e il futuro del nostro Istituto!

Oggi con voi vorrei fermarmi sulla prima domanda, «Cosa ha il "PIME"?», mentre nelle Lettere successive svilupperò le altre domande...

Il "PIME" ha una lunga tradizione di Missionari, di Martiri e di Santi! La prossima Beatificazione, del nostro Martire P. Mario Vergara, ci fa ricordare questa lunga e stupenda tradizione. Alla domanda, «Cosa ha il "PIME"?», dobbiamo innanzitutto ricordare il nostro passato, per vivere bene il presente, e "programmare" il nostro futuro.

Credo che, nel nostro Istituto, che ha più di 160 anni di storia, la categoria del "ricordare" sia una categoria essenziale, poiché ci aiuta a ricordare le meraviglie compiute dai nostri Missionari, ma anche gli errori, le debolezze presenti, nella nostra Vita Missionaria. Quindi, oltre a ringraziare il Signore per le grazie ricevute, in questi 160 anni di storia, dobbiamo chiedere perdono, come Istituto, per gli errori commessi verso le Chiese locali dove abbiamo lavorato, e anche verso le persone con cui abbiamo lavorato, nelle nostre Missioni.

Oggi, però, con questa mia Lettera, vorrei (anche se qualcosa avevo già accennato...) ricordare la figura del nostro Fondatore, Mons. Ramazzotti, e invitare tutti i membri dell’Istituto a ricordarlo in modo particolare!

Per questo motivo, dopo aver ascoltato il parere del Consiglio Generale, INDICO UFFICIALMENTE UN ANNO DEDICATO A MONS. RAMAZZOTTI... L’Anno dedicato a Mons. Ramazzotti avrà inizio con il "Congressino" di Milano, a Settembre 2014! Inoltre, sempre con il consenso del Consiglio Generale, nomino una Commissione, che dovrà animare l’Anno dedicato a Mons. Ramazzotti. I membri di questa Commissione sono: P. Giovanni Musi (Segretario), P. Mauro Mezzadonna, P. Costanzo Donegana e P. Claudio Corti.

Perché un Anno, dedicato a Mons. Ramazzotti, in questo periodo del nostro Istituto? I motivi sono diversi! Il primo riguarda la visita che, personalmente (accompagnato dai Padri Musi e Costa), ho fatto al Card. Amato, Prefetto della "Congregazione dei Santi", chiedendo un’accelerazione dei lavori per giungere al Decreto sulla eroicità delle virtù del nostro Fondatore. Il suggerimento del Card. Amato è stato chiaro: «Esortate tutti i membri del vostro Istituto, a pregare e far pregare Mons. Ramazzotti, per ottenere grazie per sua intercessione e, quando Dio vorrà, anche un "miracolo", da sottoporre all’esame della Commissione medica della Congregazione stessa!».

Un altro motivo, che ritengo importante (già qualcosa avevo detto, nella precedente Lettera...), oltre a quello di pregare per le Vocazioni Missionarie, è quello che, durante l’Anno dedicato a Mons. Ramazzotti, ci sia una volontà forte di pregare per la nostra fedeltà alla Vocazione Sacerdotale e Missionaria. Non pensiamo che questa sia una preghiera inutile, e scontata. Noi Missionari preghiamo spesso per gli altri, per i poveri, gli ammalati, le persone in qualsiasi genere di difficoltà... Tutte preghiere giuste e necessarie, per il bene del mondo! Preghiamo, allora, anche per il bene del nostro Istituto: quel bene che siamo, noi Missionari! Se, durante l’Anno dedicato a Mons. Ramazzotti, ognuno di noi si impegnasse, non solamente a pregare per la fedeltà alla Vocazione Sacerdotale e Missionaria, ma anche a riflettere profondamente sulla propria esistenza Missionaria, quella passata e anche quella che verrà, credo che tutto l’Istituto potrà avere tanti benefici. Lo dico spesso, nelle mie visite alle Missioni, e lo ripeto ancora in questa mia Lettera: il fermarci, il sostare a pensare, a riflettere, non è tempo perso, nella nostra Vita Missionaria, ma un momento fondamentale, per capire meglio quello che stiamo facendo e, soprattutto, per non essere Missionari che agiscono sempre con schemi già "pre-stabiliti" ("schemi da laboratorio", direbbe Papa Francesco...), e che hanno le risposte a tutte le problematiche, senza mai chiedersi il perché dei cambiamenti che avvengono nell’uomo, nella Missione, nella Chiesa e nel mondo.

La Commissione, incaricata di animare l’Anno dedicato a Mons. Ramazzotti, sta già pensando a diverse iniziative (distribuzione delle immaginette del nostro Fondatore, schema di preghiera da inviare a tutte le Case del "PIME", un Libro piacevole sulla figura del nostro Fondatore e sul "PIME" oggi, eccetera...). Chiedo a tutti di collaborare profondamente a queste iniziative, proposte dalla Commissione, per il bene di tutti i Missionari del "PIME" sparsi nel mondo!

Colgo l’occasione, anche a nome di tutta la Direzione Generale, oltre ad augurare a tutti una buona preparazione all’Anno dedicato a Mons. Ramazzotti, di porvi i miei migliori Auguri di una Buona Pasqua!

Cordiali saluti!

P. Ferruccio Brambillasca
Superiore Generale

7 Aprile 2014
Anniversario della Morte di Mons. Pietro Avanzini