FEDELTÀ

FORTEZZA

FORSE...

.

"Noi abbiamo questo tesoro in vasi di creta,
perché appaia che questa potenza straordinaria viene da Dio".

( 2 Cor 4, 7 )

"La nostra forza matura dalla debolezza".
( Ralph Waldo Emerson )

.
"Versato per voi e per tutti…": sono parole di Gesù, dicono tutto il suo amore e ne donano la sua forza. Sono state scelte come tema della "XVI Giornata di Preghiera e Digiuno in Memoria dei Missionari Martiri" di quest’anno. Un invito a riflettere sul nesso che sussiste tra queste parole di Gesù e il martirio di tanti suoi discepoli, inviati nel mondo a portare il suo Vangelo. Il sangue di Gesù versato è la forza dei martiri. Attraverso la loro testimonianza, anche noi saremo sostenuti nella quotidianità: perché restiamo fedeli nel nostro dovere, nel lavoro, nel fare il bene, malgrado tristezze, fatiche fisiche, psicologiche, malinconie, forse nostalgie di situazioni diverse... Possiamo resistere nel bene non solo quando ci sono i nemici interni, come appunto la fatica e la frustrazione, ma pure quando i nemici vengono dall'esterno: incomprensioni, maldicenze, strumentalizzazioni, calunnie... E possiamo resistere nella pace, perché questo è il frutto della fortezza. Essa ci consente di riconoscere l’aiuto di Dio, nella missione che siamo chiamati a compiere, con la forza che ci viene donata dall'alto!
.
I missionari martiri ci ricordano che il primo gradino della fortezza cristiana non è di stringere i denti, bensì di prendere umilmente consapevolezza della propria debolezza.
.
Proprio perché deboli, chiediamo ogni momento il dono della fortezza. Pregando, sentiremo che ci suggerisce di cercare il significato della difficoltà, dell'intoppo, dell'intralcio in cui ci troviamo... Potremo smascherare i due atteggiamenti, a volte più spontanei, che ci rendono arrabbiati o ci fanno sentire colpevoli! La fortezza ci farà agire come lo scalatore, che sa di dover controllare la paura, guardando con attenzione la parete, per scoprire la via da percorrere.
.
I missionari martiri ci danno il consiglio più prezioso: contemplate il Crocifisso, perché la fortezza è dono dello Spirito Santo, che nasce dalla Croce!
.

P. Achille Boccia, Pime