lettera precedente   P. NEVIO VIGANÒ DALLE FILIPPINE   MISSIONE AMICIZIA

"Un ricordo e una Preghiera..."

La Chiesa Parrocchiale della Trasfigurazione, a Sinunuc (Zamboanga, Filippine)...

"PARISH OF TRANSFIGURATION"

Sinunuc, Zamboanga City - Philippines

S. NATALE 2010

È iniziata la "Novena" in Preparazione del Natale!

In ogni Chiesa, Cattedrale o Cappella più sperduta, in massa, la gente si sveglia di primissima mattina e si reca per la Celebrazione della "Messa del Gallo", da iniziare verso le 4,00 e terminare prima del sorgere del sole.

Sono famiglie intere che si recano nella Chiese, coi bambini più piccoli portati in braccio e pieni di vita, che poi si addormentano al suono delle melodie dei Canti Natalizi.

E nessuno può mancare! Diventa un punto di onore poter dire, alla fine della maratona dei nove giorni: "Anche quest’anno ce l’ho fatta, e non sono mancato a nessuna Messa!".

Volti di gente che mai si vede frequentare i luoghi di Preghiera, ma è una forza interiore che spinge tutti i Filippini, anche all’estero, a preparare così il Natale.

Nessuno può mancare alla Celebrazione, con le Preghiere, i Canti, le ricche Liturgie, le luci, le decorazioni, gli auguri festosi, i volti sorridenti, un vestito nuovo per chi se lo può permettere, e poi il "Christmas Party", ed il pranzo di Natale, con un po’ più di carne, invece del solito pesce fritto...

Tutti, meno uno: io!

Proprio due giorni fa, alla vigilia della "Novena" di Natale, ho dovuto lasciare la mia Parrocchia di Sinunuc e trasferirmi temporaneamente a Manila, alla Casa del "Pime".

Nelle settimane scorse, ed ancora di più negli ultimi giorni, le voci di un possibile e probabile "rapimento" da parte di "gruppi terroristici" nei miei confronti erano diventate sempre più assillanti e dettagliate, fino ad obbligarmi a non poter uscire dai confini della Chiesa!

Per la mia incolumità personale, e per il normale procedimento di tutte le attività Pastorali della Comunità, il Vescovo ha pensato di sostituirmi temporaneamente con un Sacerdote Filippino, fino a quando la situazione ritornerà più sicura e normale. Ed io spero presto!

Mi sento tremendamente triste...

Pensare a voi che sempre mi siete vicini, ed ora lo sarete ancora di più, mi rende meno amaro questo momento!

Mentre vi auguro di tutto cuore un sereno e gioioso Natale, con le vostre famiglie ed amici, vi invito a ricordarmi al Signore, il Dio della pace per tutti...

Con tanta amicizia!

P. Nevio Viganò