MISSIONE SPERANZA

lettera precedente   DAL BANGLADESH, P. ADOLFO L'IMPERIO   lettera seguente

FESTA DI SAN BENEDETTO A DHANJURI (11/7/'11)

"FESTA DI SAN LORENZO!"

SAN LORENZO, DIACONO E MARTIRE...

Dinajpur, 10 Agosto 2011

Carissimi Amici!

Oggi è la Festa di San Lorenzo, Martire e Diacono della Chiesa di Roma!

Questa mattina ho celebrato l’Eucarestia ricordando Mons. Lorenzo Gargiulo, Vescovo di Gaeta. Non solo un ricordo, ma il riportare alla memoria il suo Diaconato alla Chiesa di Gaeta.

Averlo conosciuto nel periodo della mia giovinezza è stato un dono, nel vedere il suo Diaconato che si esprimeva nello stare vicino alle persone, il saperle ascoltare, l’aiutarle facendo giustizia in silenzio, il non piegarsi davanti a chi presumeva, il soffrire in silenzio...

Penso che diversi tra voi lo hanno conosciuto ed amato. È sepolto nella Chiesa di "San Paolo" a Gaeta, come seme che è caduto nel terreno per portare frutto!

L’impegno che ci chiedeva nel fare i Campi Estivi, per aiutare i ragazzi a crescere forse, oggi ha ispirato a pubblicare due "Volumetti" per i ragazzi, che vengono accolti nei nostri "Boarding" ("Convitti"). 

Il Titolo è: "Corpo sano in sana mente", edito in due "Opuscoli", realizzati in collaborazione con tante persone.

Il primo, sul "pronto soccorso": o meglio, come prevenire malattie ed inconvenienti della salute quando si è giovani. Consigli ed istruzioni della Dr. Susan Headlam e P. Piero Parolari.

Il secondo, riguarda gli impegni della vita di ogni giorno: dal cibo, al gioco, alla Preghiera, alla ricreazione, allo studio... Suggerimenti dei ragazzi che vivono questa realtà oggi, e la propongono con l’aiuto di Luca e Roki di Dinajpur.

Roki ha fatto tutto il lavoro al "Computer" e seguito il lavoro della tipografia, per poter abbassare i costi. Riusciamo così a darlo ai ragazzi/e a solo venti "Taka" a copia!

In cantiere, ne abbiamo un terzo: "Benvenuti da noi". Un proposta educativa di vita della famiglia, che accoglie e si impegna a far crescere, ed essere protagonisti nel futuro.

Vedrò di inviarne qualche copia, nella speranza che qualcuno impari il Bengalese per venire a trovarmi!

Essere Diacono della Chiesa comporta la dedicazione della vita per la Comunità a cui si è destinati. In tanti anni che trascorsi con Mons. Gargiulo, era chiaro questo impegno che viveva come Vescovo, e non ne parlava. Lo viveva e lo ha vissuto sino alla fine, restando e morendo a Gaeta.

Per noi Missionari anziani (del Secolo scorso!), è un qualcosa che abbiamo nel sangue... Qui a Dinajpur faccio compagnia a P. Carlo Calanchi, di due anni più anziano di me. Dice di essere uno dei pochi Milanesi "purosangue". È in Bangladesh dal 1957!

Oggi lui ha bisogno di assistenza ventiquattr’ore al giorno. Due persone si alternano ad assisterlo, giorno e notte. È stato Confessore e Padre Spirituale di Suore, Seminaristi e tante persone. Qui non si sente isolato, anche se non può fare più quello che ha svolto sino a pochi mesi fa.

Mons. Gargiulo sognava un Seminario Diocesano, con gli Uffici di Curia e con la zona dei Sacerdoti anziani nello stesso complesso, in modo da agevolare un relazionarsi tra giovani ed anziani, dedicati alla Chiesa. È rimasto un sogno...

Comprendo la situazione di tante persone anziane in Italia, che restano isolate ed alle incombenze dei famigliari. Personalmente, ho i miei fratelli e sorelle anziani a Gaeta, ma anche compagni di Sacerdozio malati ed anziani, bisognosi di assistenza!

Quando non puoi fare come prima, viaggiare, muoverti, resta la Preghiera a continuare il vincolo che ci unisce ed a farci vicini. La lista delle persone da ricordare aumenta giorno per giorno, ma gli anziani hanno tempo per la Preghiera e scoprono in essa una dimensione nuova della vita.

"Quando preghi, entra nella tua camera, chiudi la porta e prega il Padre tuo, che è nel segreto: e il Padre tuo, che vede nel segreto, ti esaudirà!".

Con Affetto!

P. Adolfo L’Imperio