lettera precedente   DAL BANGLADESH, P. ADOLFO L'IMPERIO   lettera seguente

"NOI E MARIA": NUOVA "EDICOLA" A DHANJURI!

27º Incontro dei Giovani Cristiani del Bangladesh (11/15 Ottobre 2012) - I Parte

27º Incontro dei Giovani Cristiani del Bangladesh (11/15 Ottobre 2012) - II Parte

"CHI VA, E CHI VIENE..."

Sguardi e sorrisi, tra i piccoli amici del Bangladesh!

L'entusiasmo di Joy, che canta in Napoletano... Attesa ed attenzione, per i nuovi alunni di Dhanjuri!

Dhanjuri, 19 Settembre 2012

Amici presenti e futuri, eccomi a voi, a fine del periodo caldo, e verso il periodo degli impegni, sia a Scuola che per lavoro!

Chi va e chi viene, è un continuo andare... Ma nella vita è sempre un andare, perché: "Nella vita, non c’è la marcia indietro!", dice un amico mio!

Da noi, sono molti i visitatori, in questo periodo: gruppi di "Giovani e Missione", da Milano e da Napoli, alcuni dei quali hanno scritto qualcosa, per comunicare quello che hanno ricevuto nel visitare questo Paese "impensabile", pieno di contraddizioni e di vita; parenti ed amici di Missionari e Missionarie; inaspettate persone curiose; e così via...

Joy li accoglie, mostrando che ha imparato a cantare in "Napoletano"! Lui, sino a sette mesi fa, era sempre seduto, ed aveva paura di stare in piedi: ora riesce a camminare, danzare, cantare!

Anche l’amico Don Stefano Castaldi ha voluto darmi gioia, restando con noi, per circa tre settimane (un poco "risicato"!). Approfitto per ringraziare la Comunità della Parrocchia "San Paolo" di Gaeta, di cui è stato Responsabile per anni, per la realizzazione di quattordici "Borse di Studio" per Studenti del "Boarding" di Dhanjuri, in Bangladesh!

La Parrocchia ha vissuto, anche quest’anno, in questo modo, e cioè con un’apertura alla solidarietà, la Festa dei "Santi Apostoli Pietro e Paolo", come è sua consuetudine da diversi anni...

Don Stefano ha trascorso un periodo qui a Dinajpur, dopo molti anni (ventisei, se non erro!) di assenza. Ha vissuto questo tempo nell’incontro con tanti Padri e Fratelli del "Pime", e con tante persone che ha incontrato, negli anni del suo servizio Missionario.

Questo andare e venire (per me, coprire due volte alla settimana i settantacinque chilometri, tra Dhanjuri e Dinajpur) è come una musica, che accompagna l’incontro con i quattrocento ragazzi e ragazze di Dhanjuri, il gruppo di giovani di Beldanga, che sarà di circa quaranta dal prossimo Novembre, i bambini "disabili", i malati del "Lebbrosario", i giovani in cerca di lavoro o di risposte per la vita, che sfociano nella responsabilità di una nuova Famiglia (questo mese, sono quattro le coppie che chiedono un aiuto, per iniziare una nuova Famiglia!).

Ci sono anche le zone di sofferenza: malati "terminali" (Kimi è di nuovo in Ospedale, per la "leucemia"); divisioni, contrasti e conflitti sul possesso delle terre (aumenta la Popolazione, ma non la superficie del Paese!). Emigrazione negata, o resa difficile...

Dal 10 al 14 Ottobre, Dhanjuri ospiterà l’"Incontro Nazionale Giovanile", che conclude il Cammino della Croce di Cristo, nelle sette Diocesi del Bangladesh! È un momento di Preghiera e riflessione...

Il "Computer" fa le bizze, e per tre giorni ha dovuto essere messo a posto! Anche la "Rete Internet" funziona ad intermittenza: per questo, chiedo scusa se le comunicazioni, che dovrebbero essere in tempo "reale"... sono in tempo... "elastico", come sentenzia l’amico Bruno!

"Signore, penetri da lontano i miei pensieri, mi scruti quando cammino e quando riposo! Ti sono note tutte le mie vie; la mia parola non è ancora sulla lingua, e Tu, Signore, già la conosci tutta!" ("Salmo 138").

Vi ringrazio e vi abbraccio!

P. Adolfo L’Imperio