lettera precedente   DAL BANGLADESH, P. ADOLFO L'IMPERIO   lettera seguente

DA BELDANGA: UN AIUTO PER LA NUOVA CAPPELLA!

"PERFETTA LETIZIA..."

P. Adolfo L'Imperio, insieme ai suoi giovani amici dell'Ostello di Dhanjuri...

Dinajpur, 5 Giugno 2014

Carissimi amici, da sempre,

dice il Cardinale Martini, citando Padre Gemelli, che tutta la Spiritualità Francescana è pervasa da una vivida "letizia"; letizia, si badi, non allegria, che ha alcunché di infantile, e di "chiassoso", e nemmeno gioia che, per la sua intensità, non può durare, abitualmente; la letizia sta, all’allegria, come l’orizzonte di Assisi sta, all’orizzonte di Napoli!

È noto l’episodio, da cui deriva l’espressione "perfetta letizia", riportato, più volte, nelle "Fonti Francescane"... Si tratta di un’ingiunzione, data da Francesco, a Frate Leone: "Scrivi, cos’è, la vera letizia!".

«Tornando da Perugia, nel mezzo della notte, giungo qui, ed è un inverno fangoso, e cosi rigido che, all’estremità della tonaca, si formano dei ghiaccioli d’acqua congelata, che mi percuotono continuamente le gambe, fino a far uscire sangue, da siffatte ferite... E io, tutto nel fango, nel freddo, e nel ghiaccio, giungo alla porta e, dopo aver a lungo picchiato, e chiamato, viene un Frate, e chiede: "Chi sei?". Io rispondo: "Frate Francesco!". E quegli dice: "Vattene! Non è ora decente, questa, di arrivare: non entrerai!". E, mentre io insisto, l’altro risponde: "Vattene! Tu sei un semplice, ed un idiota: qui, non puoi venire, ormai; noi siamo tanti, e tali, che non abbiamo bisogno di te!". E io resto, davanti alla porta, e dico: "Per amore di Dio, accoglietemi, per questa notte!". E quegli risponde: "Non lo farò! Vattene, dai Crociferi, e chiedi là!". Ebbene, se io avrò avuto pazienza, e non mi sarò conturbato, io ti dico, che, qui, è la vera letizia e, qui, è la vera virtù, e la salvezza dell’anima!».

È da notare che, nel "Nuovo Testamento", l’Apostolo Giacomo, nella sua "Lettera", dice: "Considerate perfetta letizia, fratelli, quando subite ogni sorta di prove, sapendo che la prova della vostra fede produce la pazienza! E la pazienza completi l’opera sua, in voi, perché siate perfetti, e integri, senza mancare di nulla!" ("Gc 1,2-4").

Stando alle parole dell’Apostolo Giacomo, nel nostro cammino di vita, allora, le prove non mancano... Alcuni giorni fa, un giovane, che lavora con me, è stato rapito, per alcune ore, con richiesta di soldi alla famiglia, per il rilascio! È tornato a casa, dopo alcune ore, bastonato, e "svanito"... Degenza in Ospedale, e speriamo che si riprenda! Sui Giornali del Bangladesh, ogni giorno, sono riportati casi di persone rapite: ragazzi, giovani, commercianti, politici; e la richiesta di soldi, per il loro rilascio... Alcuni vengono ritrovati, molte volte, non vivi! È una nuova prova, per un Paese, che ha problemi, legati alla vita, molto seri! In questi giorni, sui Giornali, si parla di "estrema povertà": di minoranze senza diritti, di lavoratori senza diritti, di donne usate come merce; ma anche di investimenti, progetti, eccetera... La pazienza, a volte, scappa, probabilmente perché non generata dalla fede! Un bambino di Dhanjuri, in "Classe VI", alla domanda: "Cosa vuoi fare, da grande?", che ho fatto, per tirarlo fuori da una "birichinata", mi ha detto, guardandomi dritto negli occhi: "Andrò all’estero!". Nei periodici controlli, che il Governo fa sugli stranieri, in Bangladesh, uno degli ispettori mi ha chiesto, se ero sposato: "Certo!". E, quanti figli, ho... "Qualche migliaio!", ho risposto. Mi ha guardato, incredulo, ed ho dovuto spiegare che, dal giorno che sono venuto in Bangladesh, ad oggi, il numero dei "figli" è tale, che ho perso la conta...

"Ebbene, se io avrò avuto pazienza, e non mi sarò conturbato, io ti dico che, qui, è la vera letizia, e qui, è la vera virtù, e la salvezza dell’anima!".

Ma anche gli incontri di Dio, con Maria, sono un sempre un invito alla gioia, o portatori di gioia...

"Rallegrati, o Vergine Maria: il Signore è veramente risorto!".

"Regina del Cielo, gioisci! Alleluia!", dice la Preghiera della Chiesa, nel periodo Pasquale... Poniamo la nostra attesa, nelle mani di Maria, per ottenere la pazienza, e la letizia, di vivere, con gioia, questo momento, della nostra vita, che non si ripeterà!

Mi piace concludere, con una Preghiera, di San Giovanni Paolo II...

"Madre, chiediamo, per tua intercessione, come i Discepoli nel Cenacolo, continua assistenza dello Spirito Santo, e docilità ad accoglierlo, nella Chiesa! Lo chiediamo, per quelli che cercano la verità di Dio, e per quelli che devono servirla, e viverla... Che sia sempre Cristo, la luce del mondo, e che il mondo ci riconosca, come suoi Discepoli, perché rimaniamo nella sua Parola, e conosciamo la verità, che ci liberi, della libertà dei figli di Dio! Amen!".

Il mondo si è rallegrato, della morte e Resurrezione di Cristo, che siede alla destra del Padre, da dove verrà a giudicare i vivi, ed i morti!

Con gioia, dal vostro "impaziente" Padre Adolfo...

P. Adolfo L’Imperio

Dal Seminario di Dinajpur, e l'Ostello di Dhanjuri (Luglio 2014)

Assalto alla Missione di Boldipukur (Luglio 2014)

Arresto per la rapina a Boldipukur (Luglio 2014)

Notizie da Dhanjuri (Luglio 2014)

Protesta per l'attacco a Boldipukur (Luglio 2014)

Incontro per la Pace nella Missione di Boldipukur (Agosto 2014)