lettera precedente   DAL BANGLADESH, P. ADOLFO L'IMPERIO   lettera seguente

DA BELDANGA: UN AIUTO PER LA NUOVA CAPPELLA!

"NON C’È DUE, SENZA TRE!"

L'arrivo dei letti, a Beldanga! Sguardi d'attenzione, tra i giovani studenti... P. Adolfo L'Imperio, insieme ai suoi ragazzi di Dhanjuri! Foto di gruppo, per i nuovi alunni... Ed ecco, pronto, il dormitorio dell'Ostello!

Dinajpur, 30 Giugno 2014

Alcuni giorni fa, pensavo di scrivervi, da Dhaka: dall’Ospedale, dove ero stato ricoverato, il 12 Giugno... L’appunto, scritto il 20, inizia: "Non c’è due, senza tre!", perché, carissimi amici, si vede proprio, che ho bisogno di diventare "paziente"!

Con questa ottica, ho guardato i tre ricoveri subiti, nell’arco di quasi un anno! Il primo, per problemi di cuore (che dovrebbero essere solo, per giovani "innamorati"...). Il secondo, per recuperare da una caduta, ed il terzo (e, speriamo, ultimo), per togliere dalla fronte un "bitorzolo", che dava fastidio, a chi mi guardava in faccia... Io dicevo che era un segno di troppa intelligenza, che cercava di estendersi! Delle prime due esperienze, vi ho scritto! In questa ultima degenza, ho potuto ammirare l’attenzione, ed il lavoro, delle infermiere, con la scoperta che al "CURE", Ospedale privato di Dhaka, dove sono stato "paziente", per dodici giorni, le infermiere ricordano Padre Viganò, Padre Canton, ed altri, che hanno avuto cura, come Pastori della Comunità della Parrocchia di Mathurapur! Ho notato la pulizia, la disciplina, il servizio... Durante la mia degenza in Ospedale, quello che mi ha aiutato, sono stati i contatti, per "telefonino", con Dhanjuri, per ascoltare alcuni canti dei ragazzi, che mi volevano dare la "Buona Notte", e... sogni belli! Meno male, che il "telefonino" non registrava i "lacrimoni", che chiudevano la comunicazione!

Ora, torniamo con i piedi per terra! Aumentano il numero dei ragazzi, e delle ragazze, che vengono ai "Boarding", per studiare! Al "St. Benedict’s", e "St. Clare", di Dhanjuri, si è aggiunto quello di "Paolo Manna", a Beldanga... Negli ultimi dieci anni, abbiamo aiutato quasi trecento, a terminare gli studi, in modo da inserirsi, responsabilmente, in altre realtà di studio, o di lavoro! Ne incontro alcuni alla "Novara Techical School", altri in Seminario, altri nel gruppo dei "Francescani", od "OMI", altri al "College", a Birampur, o Dinajpur, o Rajshahi... Con il desiderio di guardare avanti, per essere cittadini responsabili, di un Paese, il Bangladesh, sempre pieno di nuove sfide, da cui tanti giovani vogliono fuggire!

Certo che, come uomo di mare, sono portato ad esagerare, ed a fare promesse, da mantenere... Come quella, di scrivere più spesso! Meno male, che l’amico Bruno prende occasioni, per ricordarci i nostri legami, ed attività dei nostri "pupilli"...

Sottoscrivo quanto lui scrive, nella sua ultima Lettera, dicendo: "Permettetemi, di ricordarvi, che quest’anno è particolarmente difficile, in quanto molti sostegni ci sono venuti a mancare, e vi prego di fare un ulteriore sforzo, coinvolgendo anche qualche amico, per continuare a sostenere lo studio dei nostri ragazzi (circa trecento), e dei nostri Seminaristi (quattro)... I nostri progetti sono sostenuti solo da amici, senza nessun aiuto, da Parrocchie, Diocesi, e società, o enti, vari!".

Ed aggiungo che l’amicizia è la forza, che muove le persone, a rischiare, con libertà ("Se tu vuoi, seguimi... Fallo, anche tu!").

Oltre a questo, ci sono anche le emergenze, come quella del ricovero in Ospedale: poveri che bussano, famiglie divise, eccetera...

Al "Padre Paolo Manna Boarding", intanto, arrivano i letti! Serviranno ai nuovi del "College", e ad altri gruppi...

La foto successiva è dei nuovi arrivati, in "Classe VI"! Fra cinque anni... andranno a Beldanga! Ce la facciamo, ad aiutarli, o ci siamo stancati?

Chiudo questa mia Lettera, in attesa della prossima, supplicando Maria, con le parole di San Bernardo...

"Ricordati, o piissima Vergine Maria, che non si è mai inteso, al mondo, che alcuno abbia fatto ricorso alla Tua protezione, implorando il Tuo aiuto, chiesto il tuo patrocinio, e sia stato, da Te, abbandonato!

Animato da tale confidenza, a Te ricorro, o Madre, Vergine delle Vergini: a te, vengo! E, peccatore come sono, mi prostro ai tuoi piedi, a domandare pietà... Non volere, o Madre del Divin Verbo, disprezzare le mie preghiere, ma, benigna, ascoltale, ed esaudiscile! Nelle tue mani, affido questi ragazzi, e ragazze, e quanti li aiutano a crescere, in intelligenza, salute, e grazie! Amen!".

Pace, e Bene, a tutti!

P. Adolfo L’Imperio

.

LETTERA DEL DIACONO MANUEL...

Dhanjuri, 27 Giugno 2014

Caro "Bruno Dada",

saluti, dalla Missione di Dhanjuri... E auguri, per il tuo Compleanno!

Sto scrivendo questa Lettera, a nome del Padre Silas Murmu, Parroco di Dhanjuri!

Ora, la frutta (Lichi, Mango, e Jackfruit) è finalmente matura, e i nostri ragazzi ne possono approfittare, integrando la dieta, in questi giorni, in cui affrontano gli Esami di "routine"...

Ieri (26 Giugno), abbiamo ricordato Padre Enrico Viganò, che è stato Parroco, negli Anni Sessanta (quando Padre Adolfo è arrivato a Dhanjuri, come suo primo incarico Missionario)!

Era presente anche il Vescovo Sebastian, che ha ricordato le varie attività di Padre Enrico, scomparso nel 2000, e l’aiuto ricevuto, anche nei suoi studi, al Seminario...

Alla Messa, sono seguite le varie attività, che accompagnano, qui in Bangladesh, ogni ricorrenza: in particolare, canti, recite, danze, attività sportive (tra le altre, ricorderai il tiro con l’arco, in cui i tribali "Santal" sono espertissimi e, naturalmente, il calcio)!

Erano presenti, non solo i ragazzi dei "Boarding", ma anche tantissime persone, dei villaggi vicini... Alcuni anziani hanno ricordato, con commozione, qualche episodio, di tanti anni fa, in cui Padre Enrico aveva mostrato, dietro la sua apparente "rigidità", la sua grande bontà!

Si è anche celebrato un Matrimonio, con la tradizione ed il rito "Santal"; qui, ogni settimana, ne celebriamo quattro, o cinque!

Il 30 Giugno, è anche una grande Festa, per tutti i "Santal", e la celebreremo nel villaggio di Joboy, a tre chilometri dalla Missione!

Caro "Bruno Dada", per favore, estendi i nostri saluti a tutti i benefattori e, in particolare, al Gruppo Missionario di Gaeta! Nella speranza che, dopo l’operazione, le tue condizioni di salute siano buone, e che ti permetteranno di venire ancora a trovarci...

Con i migliori saluti!

Diacono Manuel Hembrom, a nome del Parroco, Padre Silas Murmu.

Dal Seminario di Dinajpur, e l'Ostello di Dhanjuri (Luglio 2014)

Assalto alla Missione di Boldipukur (Luglio 2014)

Arresto per la rapina a Boldipukur (Luglio 2014)

Notizie da Dhanjuri (Luglio 2014)

Protesta per l'attacco a Boldipukur (Luglio 2014)

Incontro per la Pace nella Missione di Boldipukur (Agosto 2014)