MISSIONE AMICIZIA     DAL BANGLADESH, P. MICHELE BRAMBILLA     lettera seguente

Prima Comunione a Dhanjuri...

P. MICHELE BRAMBILLA, Missionario del Pime in Bangladesh! Processione in preghiera, per i giovani delle Prime Comunioni... P. Bidda e P. Adolfo celebrano la Santa Messa! Tanti volti in attesa di ricevere Gesù nel cuore...

Dhanjuri, 6 Ottobre 2009

Carissimo Bruno,

innanzitutto tanti auguri di "Buon Onomastico" da parte mia, dei Padri, delle Suore e per ultimo dai meravigliosi ragazzi/e che popolano i nostri "Ostelli", riempiendoli della loro gioia e spensieratezza…

Come tu ben sai, Domenica scorsa abbiamo celebrato il nostro "Patrono", San Francesco d’Assisi, e durante la "Messa Solenne" del mattino ci sono state le "Prime Comunioni". Ma andiamo per ordine. Conoscerai di certo il "cartone animato": "La carica dei 101". Ebbene, qui a Dhanjuri abbiamo fatto di meglio, perché i ragazzi/e che sono arrivati in missione per rivivere questo "Sacramento" erano 147. La presenza di molti bambini è dovuta al fatto che da 3-4 anni la "Prima Comunione" non veniva più fatta. I ragazzi/e sono arrivati in missione nella giornata di Mercoledì, per prepararsi a questo "Sacramento", e in questi cinque giorni hanno imparato le "preghiere cristiane", partecipando a diverse classi di "catechismo", tenute dai "catechisti" della "Parrocchia" e da dodici giovani, che hanno contribuito in modo straordinario alla loro "formazione".

È stato belle sentire il "rumore" di questi bambini: i loro canti, le loro grida, le voci che ripetevano le preghiere appena imparate. È stato un "rumore" unico nel suo genere, che fa sempre piacere ascoltare. Se ci togliessero i bambini, ci mancherebbe un pezzo della nostra vita. Basta un loro sorriso e anche noi sorridiamo, almeno io!

La giornata di Sabato è stata dedicata alla "Prima Confessione". I ragazzi/e, ben preparati, si sono accostati per la prima volta a ricevere questo "Sacramento". Si notava in molti la preoccupazione, forse pensavano ad un "esame", come a scuola. Altri non riuscivano a parlare per l’emozione. Molti altri sembravano pieni di curiosità, quella curiosità che accompagna tutti di fronte a Lui. Siamo curiosi di vederLo, di ascoltarLo, di sentire qualcuno che ci dice: "Lui è qui con te!".

In questi giorni ho visto ragazzi arrivare "vuoti" di qualcosa ed andarsene pieni di gioia, perché hanno incontrato Lui, il nostro Signore, che ci ama e che attraverso il dono dell’"Eucaristia" possiamo ogni volta ricevere nei nostri cuori!

Dopo la "Comunione", siamo soliti ringraziare il Signore e dirgli per chi offriamo questa "Messa". In quegli attimi di silenzio ricordiamo a Lui i nostri cari, gli amici o semplici "conoscenti", ma in modo particolare sentiamo viva più che mai la Sua "presenza" in noi.

La "Santa Messa" è stata presieduta da Padre Bidda e "concelebrata" da Padre Adolfo L’Imperio. I canti, le danze e la presenza di tanta gente hanno reso unica questa "Festa Patronale", ed indimenticabile per i 147 ragazzi/e…

Un forte abbraccio!

P. Michele Brambilla, "Pime"