PRECEDENTE   DALLE FILIPPINE, RICORDANDO P. FAUSTO TENTORIO   MISSIONE AMICIZIA

DALLE FILIPPINE, ALL’ITALIA...

"Giustizia" per Padre Fausto!

Attraverso il "Progetto" «Adottiamoci», un "gemellaggio",
organizzato dall’"Ufficio Educazione alla Mondialità",
che mette in contatto ragazzi di "Scuole" in terra di "Missione",
con ragazzi di "Scuole Italiane",
Padre Fausto Tentorio aveva fatto conoscere i suoi "Manobo"
ad una "Scuola Primaria" di Vimercate.
Ecco il "ricordo" dell’"Insegnante", Raffaella.

P. FAUSTO TENTORIO (1952-2011), Missionario del Pime, Martire nelle Filippine!

P. Fausto incontra gli Alunni della Scuola di Vimercate, durante una sua visita in Italia...

P. Fausto sorride sereno, insieme ai bimbi e agli amici Filippini!

Raffaella Delle Fave
("Missionari del Pime", Novembre-Dicembre 2011)

"Ciao, Padre Fausto!": con questa gioia iniziavano le "Lettere" dei miei alunni, della "Scuola Primaria" «Don Milani» del "II Circolo" di Vimercate, per comunicarti l’entusiasmo dell’impegno che avevano intrapreso con il "Progetto" «Adottiamoci»! L’iniziativa "interculturale" nella "Scuola Primaria" prevedeva una lezione mensile per conoscere la Cultura "Manobo", che tu, come Missionario, ci permettevi di conoscere attraverso il "kit fotografico" che ci inviavi. Abbiamo scoperto i monti e la foresta dell’Isola di Mindanao nelle Filippine, la tipologia delle case, l’organizzazione del villaggio, il Popolo "Manobo" con le loro tradizioni. Notevole è stato il tuo impegno per i bambini "Manobo". Ti ricordiamo quando eri con loro nelle foto della festa di fine anno scolastico, in cui appuntavi sul petto dei piccoli studenti la "coccarda" di merito scolastico e di buon comportamento!
Puntuali erano le tue "Lettere" di risposta, in cui ci incoraggiavi ad andare avanti! Erano "Lettere" di saluto, di ringraziamento e di riscontro per quanto avevi realizzato con le nostre raccolte di solidarietà.
Hai costruito la mensa scolastica per i bambini e comprato sementi, perché i Papà "Manobo" potessero sfamare i loro figli!
Abbiamo visto come hai costruito la «via dell’acqua» con i Papà "Manobo": dal fiume hai fatto partire grossi tubi per convogliare l’acqua, che poi si arrampicavano per la foresta e i monti, fino a raggiungere il villaggio.
Che innovazione, i "Video"! Potevamo sentire la tua voce, e quasi toccarti!
Con stupore osservavamo la tua motocicletta carica di pacchi, che attraversava il guado per arrampicarsi sui monti e raggiungere una famiglia isolata.
«Cosa c’era dentro quei pacchi?» – , chiedevano gli alunni, quasi sentissero il peso e la fatica di ciò che stavi compiendo.
«Provviste e medicinali!» – , rispondeva
Padre Fabio, giovane Missionario, che con te aveva trascorso quattro anni e che veniva nella nostra Scuola per una lezione, fondamentale per farci sentire i "Manobo" più vicini.
Sì, così abbiamo imparato come il Missionario oggi svolge la
Missione: non imponendo, ma curando, sfamando e amando coloro di cui nessuno si occupa! E tutto questo lo fa nel nome di Gesù...
Così hai fatto! Ma tu, Fausto, come "cittadino" del mondo, ti sei esposto per difendere la terra dei "Manobo", perché gliela vedevi portar via dalle "Multinazionali", a cui poco importa dell’"Uomo".
La tua Missione non è finita, perché sappiamo che il seme che muore porta molto frutto!
I tuoi frutti, noi, li abbiamo visti, e chissà quanti ce ne saranno ancora!
"Ciao, Padre Fausto!": ti ricordiamo con gioia...
Grazie per la tua testimonianza!
"Evviva Padre Fausto!".

UN NUOVO INIZIO, RICORDANDO PADRE FAUSTO...

QUELLO CHE TU VUOI