P. QUIRICO MARTINELLI DA SUIHARI

Intervista rilasciata da P. LUIGI SCUCCATO a P. Francesco Rapacioli,
il 6 Aprile 2001, a Benedwar (Bangladesh)

Omelia di P. Gian Paolo Gualzetti, in ricordo di P. LUIGI SCUCCATO
("Pime" Milano, 25/3/'11)

lettera precedente     Suihari, 15 Dicembre 2010     lettera seguente

"BENTORNATO, P. LUIGI!"

Forte e sereno, P. Luigi Scuccato, Missionario del Pime in Bangladesh! P. Luigi, tra i due Vescovi Bengalesi, ed accanto i suoi Confratelli Missionari... A pranzo, con gli amici Vescovi, per festeggiare il ritorno a casa del Patriarca guarito!

Dopo un mese di Ricoveri Ospedalieri, oggi P. Luigi Scuccato è tornato alla "Pime House" di Dinajpur, pronto per andare a festeggiare il Natale nella sua Missione di Benedwar.

Accolto dal Vescovo di Rajshahi e dal Vescovo di Dinajpur, e da parecchi Confratelli, sorridente, sembrava ringiovanito, e non reduce da un mese di battaglie con i fili e le flebo della Sala di Rianimazione dell'Ospedale "Heart Foundation" di Dinajpur.

Un bel pranzo, insieme ai Vescovi e a tutti noi, con un goccio di vino stappato per l'occasione, gli hanno fatto dimenticare anche le disavventure dei corridoi dell'Ospedale, quando un giorno, mentre veniva portato in emergenza e di corsa in Sala di Rianimazione (infatti, faceva fatica a respirare, e la pressione era precipitata!), il carrello, per una ruota difettosa, si era rovesciato e P. Luigi era finito a terra, con una bella botta in testa ed una lacerazione al gomito, senza contare due costole incrinate...

Rimesso sul letto, si era ripreso subito, anzi stava meglio di quando era stato preso dalla sua camera per portarlo in emergenza: respirava normalmente e la pressione era tornata normale, qualcuno parlò poi di "Shock-Therapy"...

Ai Medici accorsi, confusi e meravigliati, disse che era caduto altre volte, in bicicletta, nei suoi giri per i Villaggi...

Sei grande, P. Luigi!

Invece di arrabbiarti, perché ti avevano buttato per terra, e senza preavviso, cercavi di minimizzare: sono cose che capitano...

D'altra parte, con 90 primavere sulle spalle e 62 anni di Bengala, ne hai certo passate tante...

Ma la pazienza, il sorriso e la fiducia nel Signore non ti sono mai mancate...

Auguri, P. Luigi, per un Natale pieno di grazie e benedizioni del Signore, insieme alla tua gente...

P. QUIRICO MARTINELLI