P. QUIRICO MARTINELLI DA SUIHARI

CARTINA DEL BANGLADESH

lettera precedente     Suihari, 19 Aprile 2012     lettera seguente

"CHIERICHETTI DI SUIHARI...
E ANNO NUOVO BENGALESE!"

In Chiesa, tutto è pronto per la Santa Messa di Pasqua... Viene subito acceso il Cero Pasquale! L'incenso brucia, nel Turibolo Bengalese... Un gruppo dei piccoli Chierichetti, nella Missione di Suihari!
Canti e danze inaugurano la Festa, per accogliere l'Anno Bengalese! "Buon Anno Nuovo: 1419"! L'allegria dei giovani riempie di speranza il nuovo inizio... Un augurio per tutti, da P. Francis, P. Piero e P. Qurico!

Carissimi amici,

tanti saluti ed auguri di ogni bene dalla Missione di Suihari, situata vicino alla Città di Dinajpur, nel "Nord" del Bangladesh!

La nostra Missione comprende 83 Villaggi, lontani fino a 65 Chilometri. Al Centro della Missione c'è una grande Chiesa, una Scuola fino alla Terza Media, e un Ostello per gli Studenti che vengono dai Villaggi più lontani, con 350 Alunni.

Il nostro Gruppo Chierichetti è formato da 45 bambini, di IV e V Elementare: alcuni vengono dai Villaggi vicini, e fanno servizio, a turno, alla Domenica, alle Sante Messe delle ore 6,30 e 7,30 del mattino. Altri stanno qui in Missione, nell'Ostello, perché provengono dai Villaggi più lontani, e fanno servizio, a turno, tutti i giorni, alla Santa Messa del mattino, delle ore 6,30, prima di andare a Scuola!

Ci troviamo tutti insieme, ogni mese, il Venerdì, che è giorno di vacanza dalla Scuola, al mattino, per l'istruzione e la preparazione, ed ogni anno facciamo una gita insieme, col "Pullman", che dura tutta una giornata...

Le Foto si riferiscono alla Santa Messa di "Pasqua": la nostra bella Chiesa è tutta uno splendore, decorata per la grande Festa! I nostri Chierichetti sono tutti impegnati nella preparazione della Celebrazione.

Si accendono il Cero Pasquale e le altre candele. Si prepara il Turibolo Bengalese, che è formato da un piatto di ferro ornato di fiori, con al centro un contenitore di terracotta, con i carboni accesi. Dopo aver messo l'incenso, si incensa, muovendo il piatto in cerchi concentrici, lentamente...

Ecco alcuni dei nostri Chierichetti, seduti davanti all'Altare, dopo la Santa Messa!

Davanti all'Altare, c'è la scritta "Pasquale": "Cristo è veramente Risorto, Allelulia!".

I nostri Chierichetti, come pure il Celebrante, partecipano alle Cerimonie a piedi nudi, in segno di rispetto per il luogo Sacro. Anche la gente lascia le scarpe fuori dalla Chiesa, ed entra a piedi nudi...

"BUON ANNO 1419!"

Sabato scorso, 14 Aprile, è iniziato il "Nuovo Anno Bengalese", "1419"!

La sera della vigilia, Festa grande sotto le piante... Canti e danze, per dare l'addio all'Anno vecchio, ed accogliere l'Anno nuovo, sempre carico di nuove speranze e nuove benedizioni!

Sullo sfondo, nel manifesto, c'è scritto: "BUON NUOVO ANNO 1419!". Il numero 4, in Bengalese, si scrive come il nostro 8...

BUON ANNO, anche da tutti noi, pieno di grazie e benedizioni del Signore!

P. Quirico Martinelli, P. Francis Murmu, P. Piero Parolari.

P. S. : Nella nostra Missione, siamo in tre Sacerdoti, a tempo pieno...

Padre Piero Parolari, di Lecco, 20 anni di Bangladesh, Sacerdote, Dottore e... "ciclista": infatti, tutti i giorni va in bicicletta all'Ospedale, dove collabora come Medico; gira per i Villaggi, sempre in bicicletta, sia per celebrare la Santa Messa ed amministrare i Sacramenti, sia per visitare i malati!

Padre Francis Murmu, un giovane Sacerdote "Santal" Bengalese.

Padre Quirico Martinelli, di Uggiate, Como, 31 anni di Bangladesh.

Altri cinque Sacerdoti ci aiutano, alla Domenica, per le Sante Messe nei Villaggi... Abbiamo anche dieci Suore locali Bengalesi, che lavorano con noi, al Centro della Missione e nei Villaggi!

Queste "Note" sui Chierichetti, della nostra Missione di Suihari, ci sono state richieste dalla Rivista per Ragazzi, della Diocesi di Milano, "La Fiaccolina". Le vogliamo condividere anche con tutti voi, con tanti cari saluti, ed auguri di ogni bene, da tutti noi!

"Nota Storica sull'Anno Bengalese!"

I Giornali Bengalesi portano sempre tre date, in prima pagina: 2012 (Anno Cristiano), 1419 (Anno Bengalese), 1433 (Anno Musulmano).

L'Anno Bengalese, all'inizio, coincideva con quello Musulmano, che inizia a contare gli anni dalla fuga di Maometto dalla Mecca a Medina (622 d.C.), il momento in cui ufficialmente è iniziato il "Musulmanesimo"...

Però, il Calendario Musulmano, ora, è leggermente diverso da quello Bengalese: infatti, per i Musulmani quest'Anno è l'Anno 1433; per i Bengalesi, è il 1419!

Questo dipende dal fatto che l'Imperatore Akbar, che ha iniziato il Calendario "Bengalese" ("Indiano", si dovrebbe dire, perché allora non esisteva il Bangladesh, ma la Regione era tutta India!), ha cambiato il Calendario Musulmano, che è Lunare, in Calendario Solare, per una questione di tasse... Infatti, col Calendario Lunare, non era facile raccogliere le tasse, che allora erano legate ai raccolti della terra; con il Calendario Solare diventava, invece, più agevole, perché coincideva con le stagioni ed il raccolto. Ma il Calendario Lunare è più corto di 11 giorni all'Anno di quello Solare, e così, a poco a poco, i due Calendari, che all'inizio erano uguali, si sono differenziati!