Da Suihari, BUON NATALE 2012!

P. QUIRICO MARTINELLI DA SUIHARI

CENTRO DI SPIRITUALITÀ ("SINGRA ASHRAM")

lettera precedente     Suihari, 29 Dicembre 2012     lettera seguente

"RICORDANDO P. ENZO CORBA..."

Il Funerale di P. Enzo, a Singra... Tanti cuori, raccolti in Preghiera! P. ENZO CORBA (1931-2012), Missionario del Pime in Bangladesh! P. Enzo, nella Chiesa di Singra... Tra i fedeli, durante la Santa Messa!
Pregando con fiducia Dio, Padre della Missione... L'oca arrosto, per il pranzo di Natale! Aiutaci,
dal Cielo,
a seguire
la strada
di Dio...
Grazie,
P. ENZO!
Sguardo saggio e sereno: anche ora, ci protegge... In dialogo, a tavola, con P. Gregorio Schiavi!
Porta di ingresso della Cappella di Singra... Un'abitazione, nel Centro di Spiritualità! P. Enzo, lungo il viale del giardino del suo Ashram! Vetrata con la colomba, preparata dagli amici Italiani... Un buon pasto, offerto ai piccoli dei Villaggi!

Carissimi amici,

Padre Luca Galimberti ci ha scritto della Santa Messa, celebrata ieri a Montefiascone (Viterbo), nel "Trigesimo" della Morte del nostro carissimo Padre Enzo Corba!

Anche noi lo ricordiamo con il suo bel sorriso, e la sua buonissima oca arrosto, che ogni "Natale" cucinava per tutti noi: era un cuoco provetto, e una "buona forchetta", come si dice...

Enzo era un "Profeta", parlava sempre in modo schietto e forte, ma non sulla linea di Giovanni il Battista, che predicava e digiunava... Più su quella di Gesù, che mangiava e beveva con i Discepoli, ed anche con i peccatori, cioè gli altri, quelli di fuori, i "lontani"...

Enzo amava, e godeva, della compagnia della gente, degli amici, e sapeva far amicizia anche lui con i "lontani", se così si può dire: Indù, Mussulmani, e Cristiani di varie Chiese, venivano volentieri nel suo Centro di Spiritualità di Singra, per visite, incontri, e perfino Ritiri Spirituali!

Le sue parole, scritte l'8 Ottobre 2012, alla fine della sua riflessione sull'"Evangelizzazione", mandata a Padre Francesco Rapacioli, restano il suo "Testamento" più bello...

«Concludo, esprimendo la mia gioia di essere Missionario, e di esserlo stato durante questo periodo storico! So che il mio linguaggio è aggressivo e diretto, e ne sono contento... So anche di apprezzare molto il "pluralismo", che però non indebolisce le mie posizioni! Ma, soprattutto, sono convinto visceralmente che prima di tutto la Missione è "MISSIO DEI" ("Missione di Dio"). Quindi, nessun spazio per il "give up" ("arrendersi"), ma una ferma decisione a continuare la lotta!».

In Paradiso, Padre Enzo avrà incontrato il Padre Sandro Giacomelli, con cui aveva sempre lunghe discussioni, ed anche vicinanza di idee. Così, continueranno a discutere... e a guardarci, mentre noi continuiamo la "lotta", perché la Missione sia sempre di più secondo il cuore del Signore...

Ci aiutino, con le loro Preghiere, in questo compito non facile!

Un caro saluto a tutti voi!

P. QUIRICO MARTINELLI