P. QUIRICO MARTINELLI DA MIRPUR

lettera precedente     Mirpur, 30 Luglio 2014     lettera seguente

P. ANGELO CANTON (1925-2014), Missionario del Pime in Bangladesh!

"IN RICORDO DI PADRE ANGELO CANTON..."

Carissimo Padre Angelo,

noi ti abbiamo sempre chiamato "Canton", ma ora, che sei tra gli Angeli e i Santi, è giusto chiamarti, con il tuo nome di Battesimo: Angelo!

Sei arrivato in Bangladesh, nel 1953, e allora il Paese non ti aveva fatto una buona impressione... Dicesti, ad un tuo Confratello: "Non crederai mica, che ci stia tutta la vita, in un buco come questo!".

Infatti... Ci rimanesti, ben cinquantasette anni… Anni, pieni di lavoro, sacrifici, e anche di dolori: "Mai paura!", era la tua frase ricorrente. Ricordo che, di fronte ai guai, e ai fallimenti (e ne hai avuti, anche tu, senza farlo sapere troppo in giro...), riprendevi di nuovo, come se niente fosse, senza scoraggiamenti, e lamenti!

"Mai paura!" e, forse, aggiungevi, nel tuo cuore: "Il Signore c’è!".

Sei stato il mio primo Parroco... Ero arrivato dall’Italia, che avevo venticinque anni: tante idee, tanto entusiasmo, ma un "giovincello", senza esperienza! Mi hai insegnato, prima con l’esempio, che con le parole (non facevi tanti discorsi), a lavorare sodo per il Signore, senza perder tempo, e ad amare la gente. Gente semplice, ed insieme difficile che, tante volte, ti faceva arrabbiare: allora, gridavi a voce alta, tanto che ti sentivano, anche al di là del fiume... E io accorrevo, pensando che fosse successo chissà che cosa e, invece, niente: erano problemi normali, di tutti i giorni! La gente ha, però, un sesto senso, per capire che erano parole, che venivano dal cuore, e ti voleva bene: avrebbe fatto qualunque cosa, per te!

Di carattere burbero, di poche parole, ma gran lavoratore, instancabile, dal mattino alla sera, non hai mai trascurato la preghiera, e il Ministero Pastorale. Al mattino presto, eri già in Chiesa, prima che la giornata incominciasse, prima che la gente venisse, con i suoi problemi, e i suoi dolori, a fare il piano di lavoro, con il Signore...

Grazie, Padre Angelo, per tutto quello che hai fatto, qui in Bangladesh: per tutta la fatica, il sudore, e le lacrime (queste, tenute sempre nascoste...), che hai donato, a questa gente! Riposa in pace, ora, e prega per noi il Signore, perché possiamo vivere la nostra vita Missionaria, con la tua forza, e il tuo entusiasmo, senza tanti lamenti, o scoraggiamenti: "Mai paura!", il Signore c’è, e ora ci sei anche tu, a darci una mano!

Grazie, Padre Angelo!

Una preghiera, di cuore!

P. QUIRICO MARTINELLI

P. Angelo Canton nacque a Zoppola, Provincia di Pordenone, da una famiglia contadina, il 17 Aprile 1925... Fu ordinato Sacerdote, il Primo Luglio del 1951! Partì per il Bangladesh, nel 1953, e vi rimase fino al 2010, quando rientrò in Italia, per ragioni di salute... È morto, nella Casa del "Pime" di Rancio (Lecco), alle ore 15,00, del 29 Luglio 2014!