PRECEDENTE     "Prepariamoci" bene,     SEGUENTE
siamo "attesi" da una "scoperta"...

Don Nicolò Anselmi
Responsabile del Servizio Nazionale della Pastorale Giovanile
don.nico@libero.it

«Carissimi Giovani, la qualità del nostro Incontro dipenderà soprattutto dalla Preparazione Spirituale, dalla Preghiera, dall’ascolto comune della Parola di Dio, e dal sostegno reciproco!». Con questa frase, tratta dal "Messaggio" per la "XXVI Giornata Mondiale della Gioventù", «Radicati e fondati in Cristo, saldi nella Fede ("Col 2,13")», il Papa responsabilizza ogni giovane, per la buona riuscita della prossima "Gmg"... Sono tanti i modi per realizzare la Preparazione Spirituale, di cui parla il Santo Padre; un primo modo, potrebbe essere quello di considerare la "Gmg" secondo la sua vera natura, cioè una "chiamata"! Ogni "Gmg" nasce dall’Invito che il Papa rivolge, a tutti i Giovani del Mondo, di accompagnarlo in un suo Viaggio Apostolico. Attraverso il Papa, è lo Spirito Santo che chiama i Giovani. La "Gmg" ha, quindi, al suo centro una "chiamata", una Vocazione; lo Spirito Santo ci dice che ha bisogno di noi! Lo Spirito Santo, attraverso il Santo Padre, chiama tutti i Giovani del Mondo...
Prepararsi Spiritualmente, vuol dire anche collaborare con lo Spirito, nell’invitare i nostri amici, i compagni, soprattutto i sofferenti, i malati, chi è solo, chi non crede, ad un Incontro con Gesù; i problemi economici, il costo, non bloccheranno mai la potenza della Provvidenza; se Dio chiama, dona i mezzi per rispondere alla sua "chiamata"; i soldi arriveranno sicuramente!
Prepararsi Spiritualmente, significa essere pronti a sudare, a faticare, a vivere qualche disagio, che può essere accolto, e superato, pensando che partecipare ad una "Gmg" è un dono, che molti avrebbero voluto ricevere... Prepararsi Spiritualmente, è vivere nella Grazia di Dio, è mettere in Calendario, prima di partire, la Celebrazione del Sacramento del Perdono, l’abbraccio dell’amore di Dio, che ci rinnova e ci riconcilia, con tutte le persone e tutte le Chiese che incontreremo a
Madrid!
Prepararsi Spiritualmente, è pregare; nella "sacca" del Pellegrino Italiano, c’è una "coroncina" del Rosario, con dieci grani; i grani sono dipinti con cinque colori diversi, che ricordano i cinque Continenti: bianco per l’
Europa, verde per l’Africa, giallo per l’Asia, azzurro per l’Oceania, rosso per l’America... La Recita quotidiana del Rosario, l’affidamento di tutti i Giovani alla Beata Vergine, "Mamma" di Gesù, la Preghiera perché ogni giovane scopra e segua la propria Vocazione, può essere un Cammino fecondo di Preparazione; anche chi rimarrà in Italia, può essere partecipe dell’Evento! Sarà possibile, infatti, seguire i momenti principali attraverso "TV2000", "Avvenire", "RadioinBlu", ed i "Siti": www.chiesacattolica.it, www.gmg2011.it... In Gruppo, in Parrocchia, dall’Italia, si potrà partecipare alla "Gmg" insieme; chiediamo ai malati, e alle Suore di Clausura, di offrire la loro vita per i frutti di Santità che, certamente, la meravigliosa avventura della "XXVI Gmg" produrrà!

("Avvenire", 29/6/’11)