PRECEDENTE     "PREGARE" È "DIALOGARE", OGNI GIORNO!     SEGUENTE

Icona del Volto Santo, il Mandylion (Chiesa di Santo Bartolomeo degli Armeni, Genova)...

Don Nicolò Anselmi
Pastorale Giovanile, Diocesi di Genova
don.nico@libero.it

Il periodo delle "Vacanze Natalizie" è un momento dell'anno, in cui le persone hanno un po' più di tempo per stare insieme: in cui la velocità con cui viviamo rallenta; alcune persone mi dicono di essere spaventate dal sopraggiungere delle Vacanze, perché, non avere nulla da fare, mette in evidenza le nostre solitudini, e i nostri vuoti interiori!

Avendo vissuto cinque anni lontano da Genova, quest'anno ho avuto, finalmente, la possibilità di incontrare tanti amici, che non vedevo da molto tempo: alcuni mi hanno portato a vedere i loro figli, altri mi hanno raccontato le loro difficoltà; qualcuno desiderava confessarsi, e riprendere un Cammino Spirituale interrotto... Con alcuni di loro, abbiamo trovato il tempo di raccontarci, con profondità, la vita; ogni vita è un "impasto" misterioso di gioia e sofferenza, di Morte e di Resurrezione!

Mi rendo conto che, il grande assente, nella vita dei credenti, è il dialogo con Dio, l'ascolto della sua Parola e della voce, la ricerca della sua volontà, che è la nostra felicità: la Preghiera quotidiana...

Per dialogare con Dio, il primo passo che faccio è immaginarlo con la fantasia, rappresentarlo dentro di me; dentro di me, Dio ha, talora, il Volto che gli Artisti hanno immaginato per Lui: altre volte, Dio assomiglia a mio Papà, che oggi è in Cielo; anche il semplice recitare il "Padre Nostro" prevede un dialogo e, quindi, un minimo di rappresentazione, con Dio Padre, con una persona; analogamente, dire: "Ave, Maria!", implica, per me, l'essere di fronte alla Beata Vergine, il cui sguardo dolcissimo porta in sé gli sguardi di tutte le persone, che mi hanno amato e sorriso!

La situazione che preferisco è quella di pregare di fronte al Crocifisso, a Gesù in Croce, vero Dio e vero uomo: amico, fratello, Signore, di ogni istante della vita...

Pochi giorni fa, durante un Pellegrinaggio in "Terra Santa", un mio amico Sacerdote, che era in stanza con me, mi ha regalato una immagine di Gesù molto bella: quella del "Volto Santo", conservata a Genova nella Chiesa di "San Bartolomeo degli Armeni"; quella immagine antichissima di Gesù, mi attrae; la tengo in mezzo al "Breviario" e, spesso, la uso per pregare!

Durante le Vacanze, ho avuto la possibilità di incontrare anche alcune Famiglie, che vivono felici, pur nelle difficoltà Economiche ed Educative; in una di queste, marito e moglie hanno deciso di pregare, tutte le sere, insieme, tenendosi per mano, qualunque cosa sia successo; hanno scelto di vivere il consiglio, del "Libro dei Proverbi": "Non tramonti il sole, sopra la vostra ira, e non date occasione al diavolo!".

Alcuni amici, mi hanno chiesto Preghiere per i propri figli: con altri, lo abbiamo fatto insieme...

Ho conosciuto anche figli, che pregano quotidianamente per i propri genitori, per la loro serenità, per la loro unione: che offrono il proprio servizio Educativo, il proprio impegno Scolastico, alcune rinunce, alcuni "Fioretti", per l'unità della propria Famiglia; questi gesti sono "perle", che si raccolgono durante le Vacanze, quando c'è un po' più di tempo per incontrarsi, e per raccontarsi!