RIFLESSIONE

RITAGLI     Il "tempo" della "Responsabilità"     MISSIONE AMICIZIA

È "tempo", ce lo diciamo un po’ tutti, di ritrovare la "Via", la "Verità" e la "Vita",
perché più nulla sia affidato al "caso" o alla "fortuna"...

P. MASSIMO CASARO
("Missionari del Pime", Dicembre 2010)

«A Betlemme è l’inizio del nuovo corso della storia, per una più grande irradiazione della civiltà di ciascun Popolo: ma questo corso è affidato alla responsabilità di ciascuno di noi. Da Betlemme viene l’incoraggiamento alle applicazioni del vivere sociale: sconfitta dell’egoismo, intelligente conoscenza delle necessità altrui, legge del perdono ampiamente applicata, trionfo della fraternità perfetta!».
Così scriveva
Papa Giovanni XXIII nell’ormai lontano 1962. Parole che mantengono intatta la loro attualità perché ispirate semplicemente dal Vangelo e dalla retta coscienza di un uomo.
E in tempi di "obnubilamento", di sconcertante "vuotezza", di straordinaria capacità di camuffare la realtà con parole "immaginifiche" e illudenti risuonano con una forza inusuale.
È tempo, ce lo diciamo un po’ tutti, di ritrovare la Via, la Verità e la Vita perché più nulla sia affidato al "caso" o alla "fortuna" o alla fiducia scomposta e irragionevole in chi, pensiamo, possa affrontare e risolvere "demiurgicamente" i problemi al posto nostro.
È tornato, deve tornare il tempo della
"Responsabilità", dell’assunzione da parte di noi credenti e di tutti gli uomini di "buona volontà" di quell’oneroso onore che impone la fatica di agire. Perché la speranza nel futuro dipende anche, forse soprattutto, dalle "visioni" che sapremo coltivare e dal coraggio onesto che sapremo manifestare vivendo.
A tutti il mio più sincero augurio di
"Buon Natale"!