IL "VIAGGIO" DEL PAPA

L’arrivo del Papa a Lisbona. Parla il "Rettore" del "Santuario".

RITAGLI     Il Papa oggi in Portogallo.     DOCUMENTI
Fatima "Altare" del "mondo"

Padre Virgilio Antunes:
«Più che mai attuale il richiamo alla "conversione" e alla "penitenza"».
«Il "Pontefice" conosce molto bene il "Santuario": magistrale il suo "commento teologico" al "terzo segreto"».
«40mila "fedeli", "pellegrini" a piedi».

Il Santuario dedicato a Maria, a Fatima, in Portogallo...

Dal nostro inviato a Lisbona, Luigi Geninazzi
("Avvenire", 11/5/’10)

Si sono messi in "cammino" da ogni angolo del Portogallo. Da giorni 40mila "pellegrini" stanno convergendo a piedi su Fatima, per stringersi attorno a Benedetto XVI il 13 Maggio. Succede ad ogni "Anniversario" della prima "Apparizione" della Vergine ai tre "pastorelli", ma quest’anno si registra un afflusso di carattere straordinario. Non solo dal Portogallo. «Al momento abbiamo notizia di 163 "pellegrinaggi", dall’Europa ma anche dall’"America Latina" e dall’"Estremo Oriente"», sono le cifre fornite dall’"Ufficio Stampa" del "Santuario". Più che mai Fatima in questi giorni merita la definizione di «Altare del mondo». Benedetto XVI arriverà qui domani pomeriggio, «pellegrino tra i pellegrini». Alloggerà nella "Casa per Ritiri", «Nossa Senhora do Carmo», che sorge a fianco del "Santuario". Un alloggio molto semplice, lo stesso che accolse dieci anni fa il suo "Predecessore" Giovanni Paolo II quando, per la terza volta, venne a Fatima per proclamare "Beati" i "pastorelli" Giacinta e Francesco, morti in tenera età. Benedetto XVI ne ripercorre le orme. E come primo gesto si recherà a pregare sulle "Tombe" dei tre "veggenti", sempre ricoperte di fiori freschi e oggetto di "venerazione" dei "fedeli" (nel 2006 è stata "traslato" nella "Basilica" di Fatima anche il corpo di Suor Lucia, deceduta l’anno precedente). «Il "Messaggio" di Fatima è sempre attuale e la venuta di Benedetto XVI ne è una conferma», ci dice in quest’"intervista" Padre Virgilio Antunes, 48 anni, dal 2008 "Rettore" del "Santuario".

Benedetto XVI ha detto che la "meta" principale del suo "viaggio" in Portogallo è Fatima. Che rapporto esiste tra il Papa e questo "Santuario Mariano"?

Prima di tutto dobbiamo ricordare che la "figura" del Papa occupa un posto di rilievo nel "Messaggio" di Fatima. In vista della "visita pastorale" di Benedetto XVI, sono andato a rileggermi le «Memorie di Suor Lucia», dove emergono la "devozione personale" ed il grande "affetto" dei tre "pastorelli" nei confronti del Papa. E d’altro canto tutti i "Pontefici", a cominciare da Pio XI, si sono sentiti vicini a Fatima. Soprattutto Giovanni Paolo II che, come sappiamo, ha avuto un legame assolutamente unico e speciale con le "apparizioni" e le "profezie" della Madonna in questo luogo. Joseph Ratzinger è già stato qui: come "Prefetto" della "Congregazione per la Dottrina della Fede", ha guidato il "pellegrinaggio internazionale" nell’Ottobre del 1996.
Dunque conosce bene il nostro "Santuario". Non solo il contesto "ambientale" ma anche quello "teologico", che ha esposto in modo "magistrale" nel "commento" pubblicato nel Giugno 2000 al "Terzo Segreto" di Fatima.

Fatima riserva sempre qualche "sorpresa". Lei s’aspetta qualche "novità" dall’imminente "visita" di Benedetto XVI?

Se si riferisce a nuove "rivelazioni" riguardanti il "Segreto" di Fatima, penso proprio di no. Tutto è stato detto e spiegato, non esiste assolutamente un "Quarto Segreto" che secondo qualcuno sarebbe tenuto ancora nascosto. Lo hanno affermato le più alte "autorità ecclesiastiche" e non vedo motivo per dubitarne. Ma quel che dirà Benedetto XVI non sarà affatto scontato. Sono convinto che la sua "Omelia" del 13 Maggio, "Anniversario" della prima "Apparizione", offrirà spunti interessanti per sviluppare una "riflessione" sull’attualità del "Messaggio" di Fatima nel nostro tempo.

Fatima ci ha offerto una "chiave intepretativa" delle "drammatiche" vicende del "Secolo scorso", con al centro il "Martirio" della "Chiesa". Ha qualcosa da dire anche per il "Secolo XXI"?

Certamente. Il "Messaggio" di Fatima continua ad essere attuale ed "universale". Guardiamo cosa sta succedendo nel mondo: le "persecuzioni" non sono finite, la "Chiesa" continua a soffrire, le "guerre" succedono ancora e l’umanità è sempre sottoposta a tante "minacce" e "pericoli". L’invito alla "conversione" e alla "penitenza" che la Madonna rivolse ai tre "pastorelli" più di novant’anni fa è un "Messaggio" che va oltre un determinato "arco temporale". Sono sicuro che Fatima sarà una "grazia" per il "XXI Secolo", così come lo è stato per il "Secolo scorso".

In Portogallo è ancora molto forte il "ricordo" di Giovanni Paolo II, circondato di grande "affetto" ed "entusiasmo" nel corso dei suoi "viaggi" a Fatima...

È vero, ma non credo che questa "visita" del Papa susciterà meno "entusiasmo" delle precedenti. Al contrario. La "storia" va avanti e da noi c’è un grande attaccamento alla "figura" del "Pontefice", per quel che rappresenta nella "Chiesa" e nel mondo. Un po’ come diceva Giacinta, che soffriva e pregava per il "Santo Padre" anche se non ne conosceva il nome. E poi c’è grande attesa per Benedetto XVI a Fatima, un Papa "teologo" e "intellettuale" in un luogo di "devozione popolare". Sì, sarà molto interessante per la gente, ne sono convinto.