QUESTI "SANTI" GENITORI...

RITAGLI     Rosetta e Giovanni: cresce la "Devozione"!     MISSIONE AMICIZIA

Tronzano dedica un "Memoriale" ai "Genitori" di Padre Gheddo,
di cui è in corso la "Causa di Beatificazione".

Rosetta e Giovanni, genitori di P. Piero Gheddo.

P. PIERO GHEDDO
("Mondo e Missione", Agosto-Settembre 2012)

Il 30 Giugno scorso, nel Piazzale antistante il Cimitero di Tronzano Vercellese, è stato inaugurato un "Memoriale" dei "Servi di Dio", Rosetta Franzi e Giovanni Gheddo! Il Comune ha anche restaurato la Chiesa di "San Pietro" del Cimitero dell'XI Secolo, una delle Chiese "Romaniche" più importanti e più belle del Vercellese, con il suo maestoso Campanile. Tronzano era un punto di passaggio della "Via Francigena", per i Pellegrini verso Roma o la Terra Santa. Il Sindaco, Andrea Chemello, ha detto: «Abbiamo voluto qui il "Memoriale" dei "Servi di Dio", Coniugi Gheddo, per dare a loro la dignità più alta, perché qui sono le nostre origini, perché qui vive la memoria storica ed umana di tutti i "Tronzanesi"!».
Nel Piazzale vi è il Monumento con i Nomi dei Militari "Tronzanesi", che hanno dato la vita per la Patria, nelle Guerre del Secolo XX e, di fianco, un'aiuola di piante e fiori, con una colonna, che risale alla costruzione della Chiesa di "San Martino", attorno alla quale è sorta (nel 1256) la Tronzano d'oggi, e il "Memoriale", che consiste in due elementi: una targa di bronzo, con queste parole: «Memoriale dei Coniugi, "Servi di Dio", Rosetta Franzi (1902-1934) – Giovanni Gheddo (1900-1942). In devoto ricordo, i "Tronzanesi" dedicano»; ed una "Stele", con una grande placca in "plexiglas", che illustra in sintesi la vita dei "Servi di Dio", con le fotografie più significative.
Il Sindaco ha concluso: «Speriamo che quanto realizzato sia degno dell'amore e della straordinaria testimonianza di Fede, che Giovanni e Rosetta hanno donato ai "Tronzanesi"!». Il Parroco, Don Guido Bobba, ha poi benedetto il "Memoriale"...
Padre Gheddo ha ricordato che la "Causa di Beatificazione" di Rosetta e Giovanni è nata dalla Pubblicazione, nel 2002, delle "Lettere" di Giovanni dall'"Urss" ("Il testamento del capitano"). Tanti Lettori hanno scritto, dicendosi commossi dalla "Santità" di questi giovani Sposi!
Il 14 Gennaio 2004, le Suore di Clausura "Redentoriste" di Magliano Sabina (Rieti) scrivevano di aver pregato Rosetta e Giovanni, ottenendo Grazie, e proponevano di iniziarne la "Causa di Beatificazione"...
L'Arcivescovo di
Vercelli, Monsignor Enrico Masseroni, il 18 Febbraio 2006, ha istituito a Tronzano il "Tribunale Diocesano" per il "Processo Informativo". Interrogati i Testimoni, ed esaminati i Documenti, il 17 Giugno 2007, l'Arcivescovo ha chiuso, a Vercelli, il "Processo Diocesano". Il materiale raccolto è andato alla "Congregazione dei Santi", a Roma. La "Causa" è stata giudicata utile ed opportuna, perché i due Coniugi erano persone comuni, però mancano Documenti scritti nel loro tempo sulla loro "Santità"! Ma l'Arcivescovo di Vercelli, ed il "Pontificio Consiglio per la Famiglia" di Roma, incoraggiano a continuare il "Bollettino" che pubblica la Diocesi di Vercelli, per diffondere la Devozione e l'imitazione dei due "Servi di Dio". Le difficoltà non riguardano la "Santità" di Rosetta e Giovanni, ma la mancanza di Documenti scritti nel tempo della loro vita! Per le "Cause Storiche", non bastano le testimonianze "orali", ma ci vogliono Documenti scritti di quel tempo... Ma Rosetta e Giovanni erano persone umili e di Paese, non interessavano certo i Giornali, o le Autorità!
A Vercelli, si pubblica la
"Lettera agli Amici di Rosetta e Giovanni", mandata ogni quattro mesi in omaggio a 9.350 indirizzi, in Italia ed all'estero, perché la Devozione si è diffusa (con la Traduzione dei Volumi, Articoli ed Immaginette) in Polonia, Ungheria, Francia, Stati Uniti... Si registrano Pellegrini e gruppi di Devoti, Italiani e stranieri, al Cimitero di Tronzano, dov'è conservata la "Salma" di Rosetta!.

www.gheddopiero.it : Rosetta e Giovanni Gheddo