Il PIME in GIAPPONE: La tragedia e i Missionari (Progetto di Solidarietà)

"MISSIONE GIAPPONE"

PRECEDENTE     Con il cuore colmo di "angoscia"!     MISSIONE AMICIZIA

Solidali con il "Popolo Giapponese",
ascoltiamo chi propone, con coraggio,
uno "stile" più in sintonia con l’uomo, di oggi e di sempre.

Raccolti in silenziosa preghiera, per le vittime di Terremoto e Tsunami nel Giappone... L'esplosione della bomba atomica ad Hiroshima, nell'Agosto del 1945! Bartolomeo I, Patriarca Ecumenico di Costantinopoli e della Chiesa Ortodossa... La Centrale Atomica di Fukushima, luogo delle catastrofe nucleare Giapponese!

A cura di P. Massimo Casaro
("Missionari del Pime", Aprile-Maggio 2011)

Il dolore, la solidarietà con il Popolo Giapponese, la precisa consapevolezza della tragedia che si è consumata, che si sta consumando e che potrebbe consumarsi, ci impongono di ascoltare le voci, quelle voci che riconosciamo più vicine alla pura linfa "Evangelica". Voci che invitano, ci invitano alla ponderazione, alla coraggiosa assunzione di un ritmo, di uno stile che sia più in sintonia con l’uomo di oggi e di sempre. Una di queste voci è quella del "Patriarca Ecumenico" di Costantinopoli, Bartolomeo I. Possiamo proporvela grazie al prezioso Servizio dell’Agenzia di Stampa "Asianews" (www.asianews.it).
Un vibrante ed accorato Appello rivolto agli Stati, affinché abbandonino l’uso dell’
Energia Nucleare: questo è il Messaggio inviato dal "Patriarca Ecumenico", Bartolomeo I, al Popolo Nipponico, per esprimere la solidarietà del Mondo Ortodosso.
«Con il cuore soffocato dal dolore – inizia Bartolomeo – , tutta l’umanità sta vivendo il dramma che ha colpito la Terra Nipponica, provocando la morte di tanti nostri fratelli. E le
Preghiere si innalzano, da tutti gli angoli della nostra Terra, in segno di solidarietà ai nostri fratelli Giapponesi!».
Alla catastrofe provocata dal terribile
Sisma e dallo "Tsunami" – continua – , s’è aggiunto l’incubo della contaminazione Radioattiva dovuta all’esplosione della Centrale Nucleare di Fukushima. «Per quanto riguarda la spaventosa catastrofe legata al Sisma, niente può fare la ragione umana, in quanto le sue cause sono al di fuori della sua portata – scrive Bartolomeo». «Al contrario – aggiunge – , per quanto riguarda l’esplosione al Reattore Nucleare una ragione c’è, eccome! Con tutto il rispetto verso l’umana conoscenza Scientifica, di fronte all’uso di una fonte di Energia così pericolosa per la sopravvivenza del genere umano, osiamo proporre l’uso della conoscenza Scientifica per la produzione di fonti Energetiche alternative, le cosiddette "verdi", amiche dell’ambiente e di conseguenza per l’umanità!».
Bartolomeo ricorda che «il nostro Creatore ci ha donato il Sole, il vento, le onde del Mare, dai quali si può estrarre energia per i nostri fabbisogni. Una Scienza Ecologica ha la capacità di inventare gli strumenti per la produzione di fonti Energetiche non dannose. Per quale motivo, dunque, si diffonde l’uso di fonti di produzione di Energia così pericolose per l’integrità del genere umano? Ciò non costituisce un insulto e una provocazione nei confronti della
Natura che, a sua volta, si ritorce contro gli esseri umani?». «Da questa nostra umile "Sede" – conclude – , insieme alle nostre Preghiere per il tanto provato Popolo del "Sol Levante", cogliamo l’occasione per rivolgere un Appello agli Stati allo scopo di far riconsiderare la loro Politica sull’Energia Nucleare!».
Insomma, un Messaggio provocatorio e coraggioso ed una presa di posizione decisa, che rientra nella battaglia Ecologica intrapresa dal "Patriarcato" di Costantinopoli dal 1989 che, con le sue varie Iniziative, è all’avanguardia nel
Mondo Cristiano per una concezione Ecologica del Creato!

Per sostenere la Popolazione del Giappone, colpita dal Terremoto e dallo "Tsunami", la "Fondazione Pime" ha istituito uno speciale "Progetto di Sostegno". Se vuoi offrire il tuo contributo, puoi donare un'offerta, con le solite modalità, specificando la "Causale": "EMERGENZA GIAPPONE – S 116".
Per dettagli ed informazioni:
www.pimemilano.com.