MISSIONE SPERANZA

MISSIONE BANGLADESH

RITAGLI     LA "FEDE" DI MALA...     MISSIONE BANGLADESH

L’esperienza del "Mophosol", in Bangladesh:
l’opportunità di "incontrare" la gente dei "Villaggi",
ed "accoglierne" la testimonianza di "Fede".

Sr. Annamaria e Sr. Celestina, in visita ad un Villaggio del Bangladesh...

SR. ANNAMARIA PANZA
("Missionarie dell’Immacolata", Settembre-Ottobre 2012)

Contrariamente a tante mie Consorelle, non ho avuto la fortuna di andare spesso al "Mophosol": cioè, rimanere per qualche giorno nei Villaggi, entrare nelle case dei Cristiani, abitare con loro, iniziare un dialogo con i non Cristiani, e a tutti portare la Buona Notizia di Gesù... Anch'io, però, ho qualche incontro nei Villaggi da raccontare! Nel Villaggio di Ramkantapur, ho incontrato una mamma: tutti i suoi figli sono diventati Cristiani, e lei partecipa, un po' di nascosto dagli altri, perché poi la sgridano, alle nostre Preghiere, ma ancora non è Battezzata. Mi azzardo a chiederle come mai... "La gente del villaggio non vuole!". In realtà, non mi sembra molto convinta della risposta, e quindi insisto... "Quanta gente, tra voi, è diventata Cristiana, e nessuno ha detto nulla! Poi, tutti i tuoi figli sono Cristiani: sarebbe un modo per stare più vicina anche a loro!". "Suora, è vero che Gesù ha detto che, se crediamo in Lui, anche se non siamo Battezzati, Lui ci salva?". "Sì, è vero! Però, se diventi Cristiana, ricevi tanti altri doni, che ti aiutano a credere, a camminare verso Gesù!". Silenzio... "Suora, mio marito è morto, e adesso è in Cielo, ma dalla parte degli «Indù»... Ed io voglio andare vicino a lui, quando muoio!". "Non credo che in Cielo ci siano ambienti separati, tra Cristiani ed «Indù»; ma tu continua a venire a pregare con noi, ascolta Gesù, e Lui guiderà il tuo cammino!". È lei che ci parla di Mala, una ragazza di quindici anni, che tutte le sere, sulla sua veranda, raccoglie i bambini del Villaggio; insieme pregano, cantano, e poi lei racconta qualche episodio della vita di Gesù. Le donne sono sempre presenti... "Ci piace ascoltarla, e vedere i bambini come sono attenti, quando lei racconta!". Mala, tornata da scuola, ci viene a cercare, e ci sgrida: "Prima, le Suore venivano più spesso; adesso, voi venite solo in «Avvento» e «Quaresima»!". Cerchiamo di giustificarci, affermando che prima i Padri andavano, ogni due o tre mesi, per la Messa: mentre adesso, ogni due settimane, la Celebrazione è assicurata. "Ma le Suore stanno con noi, mentre i Padri, dopo la Messa, scappano via, per andare a celebrare altrove!".
Chiedo a Mala se è vero, che tutte le sere raduna i bambini per la Preghiera... "Quando ero piccola e venivano le Suore, la sera si pregava sempre da noi, ed io aspettavo che le Suore venissero, per ascoltare i loro racconti sulla vita di Gesù e dei Santi. Poi, una volta, una Suora ha regalato il «Vangelo» a mia mamma, e lei ce lo leggeva tutte le sere. Diventata più grande, ho pensato che dovevo fare qualcosa per i nostri bambini, per farli crescere bene, per fare loro conoscere Gesù. Io non so molto, però, da quando ho iniziato a leggere il «Vangelo» ai bambini, ho imparato tanto. Per questo dovete venire per insegnarci, darci qualche Libro, mostrarci qualche «Video», aiutarci a divenire Cristiani!".
Porto nel cuore Mala, la sua passione per i bambini e per Gesù... E la mamma incontrata, col suo desiderio di vivere per sempre con suo marito, e con Gesù!