"SINODO DEI VESCOVI"

RITAGLI     Una "Missione" per il "Medio Oriente"!     DOCUMENTI

Il "Sinodo" che si tiene in Ottobre vuole essere un "appello",
per le "Chiese" di tutta l'area,
ad una "testimonianza" pi¨ efficace al "Vangelo" della "pace" e della "fraternitÓ".

A Gerusalemme, dialogo e pace tra Papa Benedetto XVI e i Rappresentanti Ebraici e Musulmani...

Samir Khalil Samir*
("Mondo e Missione", Ottobre 2010)

Lo straniero che arriva in Medio Oriente, e in particolare in Libano, Ŕ sorpreso dalla molteplicitÓ delle denominazioni, delle lingue, dei costumi e delle Tradizioni Religiose. Se entra in una Chiesa, non ci si ritrova: gli uni parlano in Greco, gli altri in Siriaco, altri ancora in Arabo, in Armeno, in Copto, o persino in Latino! Non ce ne sono due uguali! Sul fronte Musulmano troverebbe una varietÓ meno grande, ma reale. Per alcuni, questo potrebbe apparire come un folclore superato, per altri una simpatica attrazione. Questo Ŕ l'Oriente: variegato, colorato, un po' disordinato; gli appelli del "muezzin" che coprono il suono allegro delle campane e viceversa. ╚ un aspetto della realtÓ.
Dall'altra parte, il visitatore troverÓ le Chiese piene di gente, dove i fedeli cantano volentieri, mentre altri si dirigono verso il loro Santo prediletto. Celebrazioni che durano molte ore, con molti giovani e bambini; famiglie vestite a Festa che celebrano insieme il "Giorno del Signore". Una Chiesa che non ha nulla a che vedere con le Catacombe!
Le nostre
Chiese d'Oriente sono tutto questo: Chiese vive, ma anche Chiese che si svuotano a causa dell'emigrazione; Chiese gioiose, ma anche stanche a causa delle discriminazioni e delle segregazioni, o persino delle persecuzioni; Chiese ripiegate su esse stesse per proteggersi meglio, mentre altre si aprono a tutto ci˛ che c'Ŕ di Cristiano dal mondo. Che grande paradosso!
Il
"Sinodo Speciale per il Medio Oriente" (10-24 Ottobre) cosa c'entra con tutto questo? A cosa serve? Quale il suo interesse? ╚ vero, la situazione non Ŕ per nulla incoraggiante; molti Cristiani emigrano verso l'Occidente: Europa, Americhe, Australia... ╚ vero, le guerre e la violenza sono presenti quasi ovunque, in particolare in Palestina ed in Iraq. Soprattutto, dominano fondamentalismo e intolleranza Religiosa, in particolare in Egitto nei confronti dei Copti. Infine, le divisioni tra i Cristiani, che si manifestano in particolare in occasione delle Feste Liturgiche, celebrate in date diverse.
Il Sinodo ci dice precisamente: non lasciatevi abbattere, non temete! Avete una
Missione, una magnifica Missione! Si tratta di seminare la pace attraverso la giustizia e il perdono, lÓ dove dominano odio e vendetta; di vivere la tolleranza e l'accoglienza, dove ci sono intolleranza e rifiuto; di mostrare tutto ci˛ che c'Ŕ di comune tra le nostre diverse Tradizioni, al di lÓ di nostre differenze Culturali, Spirituali e Teologiche.
Si tratta, soprattutto, di costruire insieme, Musulmani e Cristiani, una societÓ comune, basata sul rispetto dell'altro e della sua Tradizione; una societÓ aperta alla modernitÓ e rispettosa delle Tradizioni, una societÓ attenta ai pi¨ poveri e ai pi¨ deboli. I Cristiani spingono per una societÓ che distingua la politica dalla Religione, ma che riconosca la dimensione Religiosa come fondamentale; che metta l'accento sull'istruzione, la riflessione e lo spirito critico, senza "auto-distruzione" nÚ fughe nell'intellettualismo. Una societÓ fondata su norme, valori e ideali comuni, ispirati dalle diverse Religioni. Una societÓ umana, capace di dialogare e di accogliere l'altro nella sua diversitÓ, pur cercando di trovare un'identitÓ comune a tutti!

* "Gesuita" e "Islamologo", da Beirut (Libano)