PRESENTAZIONE DELLE LETTERE CREDENZIALI
DEGLI ECCELLENTISSIMI AMBASCIATORI
DI
MONGOLIA, BAHAMAS, DOMINICA, TANZANIA, DANIMARCA,
MALAYSIA, RWANDA, FINLANDIA, NUOVA ZELANDA,
MALI, TOGO, BANGLADESH, QATAR

RITAGLI    PAROLE DEL SANTO PADRE FRANCESCO    DOCUMENTI

Sala Clementina
Giovedì, 18 dicembre 2014

Papa Francesco ci ricorda che il lavoro dell'Ambasciatore è un lavoro di piccoli passi, di piccole cose, ma che finiscono sempre per fare la pace, avvicinare i cuori dei Popoli, seminare fratellanza fra i Popoli...

"Un passo, di avvicinamento..."

Signore e Signori Ambasciatori,

vi do un caldo benvenuto, e vi auguro che, ogni volta che voi entrate in questa casa, vi sentiate proprio a casa! Tutta la nostra accoglienza, e il nostro rispetto, per voi, e anche per i vostri Popoli, e i Capi dei vostri Governi... Saluto tutti, e vi auguro un lavoro fruttuoso, un lavoro fecondo! Il lavoro dell’Ambasciatore è un lavoro di piccoli passi, di piccole cose, ma che finiscono sempre per fare la pace, avvicinare i cuori dei Popoli, seminare fratellanza fra i Popoli... E, questo, è il vostro lavoro, ma con piccole cose, piccoline! E, oggi, tutti siamo contenti, perché abbiamo visto come due Popoli, che si erano allontanati, da tanti anni, ieri hanno fatto un passo, di avvicinamento... Ecco, questo è stato portato avanti, da Ambasciatori, dalla diplomazia! È un lavoro nobile, il vostro: tanto nobile... Vi auguro che sia fecondo, fruttuoso, e che Dio vi benedica! Grazie!

© Copyright - Libreria Editrice Vaticana