RITAGLI    MESSAGGIO DEL SANTO PADRE FRANCESCO    DOCUMENTI
A SUA SANTITÀ TAWADROS II,
PAPA D’ALESSANDRIA,
 E PATRIARCA DELLA SEDE DI SAN MARCO

Papa Francesco incontra Tawadros II, il Patriarca della Chiesa Copta Ortodossa...

"Ciò che abbiamo in comune è più grande di ciò che ci divide..."

A Sua Santità Tawadros II,
Papa di Alessandria, e Patriarca della Sede di San Marco!

All’approssimarsi del secondo Anniversario del nostro Incontro fraterno a Roma, desidero esprimere a lei, Santità, i miei migliori auguri oranti per la sua buona salute, nonché il mio apprezzamento per i vincoli spirituali che uniscono la Sede di Pietro e la Sede di Marco!

Oggi più che mai siamo uniti dall’Ecumenismo del sangue, che ci incoraggia ulteriormente nel cammino verso la pace e la riconciliazione! Assicuro lei e la Comunità Cristiana in Egitto e in tutto il Medio Oriente della mia incessante preghiera, e in particolare ricordo i fedeli Copti recentemente martirizzati per la loro Fede Cristiana... Che il Signore li accolga nel suo Regno!

Rendendo grazie al Signore, ricordo i nostri progressi sul cammino dell’amicizia, uniti come siamo da un solo Battesimo! Sebbene la nostra comunione sia ancora imperfetta, ciò che abbiamo in comune è più grande di ciò che ci divide... Possiamo perseverare nel nostro cammino verso la piena comunione e crescere nell’amore e nella comprensione!

È particolarmente incoraggiante che la "Commissione Mista Internazionale per il Dialogo Teologico tra la Chiesa Cattolica e le Chiese Ortodosse Orientali" di recente abbia ultimato il "Documento": "The Exercise of Communion in the Life of the Early Church and its Implications for our Search for Communion Today" ("L’esercizio della comunione nella vita della Chiesa antica e le sue implicazioni per la nostra ricerca di comunione oggi")! Sono certo che lei, Santità, condivida la mia speranza che questo dialogo vitale prosegua e dia abbondanti frutti... Sono particolarmente grato per la disponibilità del Patriarcato della Sede di San Marco a tenere il prossimo Incontro della Commissione al Cairo!

I Cristiani in tutto il mondo si trovano dinanzi a sfide simili, che esigono che lavoriamo insieme per far fronte a tali questioni! Apprezzo che lei, lo scorso anno, abbia nominato un delegato che partecipasse al "Sinodo Straordinario dei Vescovi" dedicato alla "Famiglia"... È mio auspicio che la nostra cooperazione in questo ambito possa continuare, specialmente nell’affrontare le questioni riguardanti i Matrimoni misti!

Con questi sentimenti, e ricordando quello che giustamente è ormai noto come il giorno dell’amicizia tra la Chiesa Copta Ortodossa e la Chiesa Cattolica, scambio con lei, Santità, un abbraccio fraterno in Cristo Signore!

Dal Vaticano, 10 Maggio 2015

FRANCESCO PP.

© Copyright - Libreria Editrice Vaticana