RITAGLI    PAPA FRANCESCO    DOCUMENTI

MESSAGGIO PER IL "GIUBILEO DELLA MISERICORDIA"
DEI
RAGAZZI E DELLE RAGAZZE

Papa Francesco ci ricorda che i nostri nomi sono scritti, in Cielo, e sono scolpiti, nel Cuore del Padre, che è il Cuore Misericordioso, da cui nasce ogni riconciliazione, e ogni dolcezza...

"Crescere misericordiosi come il Padre..."

Carissimi Ragazzi e Ragazze,

la Chiesa sta vivendo l’"Anno Santo della Misericordia", un tempo di grazia, di pace, di conversione e gioia che coinvolge tutti: piccoli e grandi, vicini e lontani! Non ci sono confini o distanze che possano impedire alla misericordia del Padre di raggiungerci e rendersi presente in mezzo a noi... Ormai la "Porta Santa" è aperta a Roma e in tutte le Diocesi del mondo!

Questo tempo prezioso coinvolge anche voi, cari ragazzi e ragazze, e io mi rivolgo a voi per invitarvi a prenderne parte, a diventarne i protagonisti, scoprendovi figli di Dio (cfr. 1 Gv 3,1)! Vi vorrei chiamare uno a uno, vi vorrei chiamare per nome, come fa Gesù ogni giorno, perché lo sapete bene che i vostri nomi sono scritti in Cielo (Lc 10,20): sono scolpiti nel Cuore del Padre che è il Cuore Misericordioso da cui nasce ogni riconciliazione e ogni dolcezza!

Il "Giubileo" è un intero "Anno" in cui ogni momento viene detto "Santo" affinché diventi tutta "Santa" la nostra esistenza! È un’occasione in cui scopriremo che vivere da fratelli è una grande festa, la più bella che possiamo sognare: la festa senza fine che Gesù ci ha insegnato a cantare attraverso il suo Spirito... Il "Giubileo" è la festa a cui Gesù invita proprio tutti, senza distinzioni e senza escludere nessuno! Per questo ho desiderato vivere anche con voi alcune giornate di preghiera e di festa... Vi aspetto numerosi, quindi, nel prossimo mese di Aprile!

"Crescere misericordiosi come il Padre...": è il titolo del vostro "Giubileo", ma è anche la preghiera che facciamo per tutti voi, accogliendovi nel nome di Gesù! Crescere misericordiosi significa imparare a essere coraggiosi nell’amore concreto e disinteressato: significa diventare grandi tanto nel fisico, quanto nell’intimo... Voi vi state preparando a diventare dei Cristiani capaci di scelte e gesti coraggiosi, in grado di costruire ogni giorno, anche nelle piccole cose, un mondo di pace!

La vostra è un’età di incredibili cambiamenti, in cui tutto sembra possibile e impossibile nello stesso tempo! Vi ripeto con tanta forza: «Rimanete saldi nel cammino della fede con la ferma speranza nel Signore! Qui sta il segreto del nostro cammino! Lui ci dà il coraggio di andare controcorrente... Credetemi: questo fa bene al cuore, ma ci vuole il coraggio per andare controcorrente e Lui ci dà questo coraggio! Con Lui possiamo fare cose grandi; ci farà sentire la gioia di essere suoi discepoli, suoi testimoni! Scommettete sui grandi ideali, sulle cose grandi! Noi Cristiani non siamo scelti dal Signore per "cosine" piccole: andate sempre al di là, verso le cose grandi. Giocate la vita per grandi ideali!» ("Omelia nella Giornata dei Cresimandi e Cresimati dell’Anno della Fede", 28 Aprile 2013).

Non posso dimenticare voi, ragazzi e ragazze che vivete in contesti di guerra, di estrema povertà, di fatica quotidiana, di abbandono! Non perdete la speranza: il Signore ha un sogno grande da realizzare insieme a voi! I vostri amici coetanei che vivono in condizioni meno drammatiche della vostra, si ricordano di voi e si impegnano perché la pace e la giustizia possano appartenere a tutti... Non credete alle parole di odio e di terrore che vengono spesso ripetute; costruite invece amicizie nuove! Offrite il vostro tempo: preoccupatevi sempre di chi vi chiede aiuto! Siate coraggiosi e controcorrente: siate amici di Gesù, che è il "Principe della Pace" (cfr. Is 9,6)... «Tutto in Lui parla di misericordia! Nulla in Lui è privo di compassione!» ("Misericordiae Vultus", 8).

So che non tutti potrete venire a Roma, ma il "Giubileo" è davvero per tutti e sarà celebrato anche nelle vostre Chiese locali! Siete tutti invitati per questo momento di gioia! Non preparate solo gli zaini e gli striscioni: preparate soprattutto il vostro cuore e la vostra mente... Meditate bene i desideri che consegnerete a Gesù nel Sacramento della Riconciliazione e nell’Eucaristia che celebreremo insieme! Quando attraverserete la "Porta Santa", ricordate che vi impegnate a rendere "Santa" la vostra vita, a nutrirvi del Vangelo e dell’Eucaristia, che sono la Parola e il Pane della Vita, per poter costruire un mondo più giusto e fraterno!

Il Signore benedica ogni vostro passo verso la "Porta Santa"! Prego per voi lo Spirito Santo, perché vi guidi e vi illumini... La Vergine Maria, che è Madre di tutti, sia per voi, per le vostre famiglie e per tutti coloro che vi aiutano a crescere in bontà e grazia, una vera "Porta della Misericordia"!

Dal Vaticano, 6 Gennaio 2016, Solennità dell’"Epifania del Signore"

FRANCESCO PP.

© Copyright - Libreria Editrice Vaticana