ESERCIZI DI SCRITTURA  TUTTO RICOMINCIA!  DIARIO

( Dono di Angela )

L'AUTUNNO racchiude nel suo silenzio l'essere di una nascita...

Quando si perde una persona amata sembra che metà di noi sia morta con lei. INVECE NO! RIFLETTIAMO...

Riflettiamo con l'immagine di una stagione che a molti non piace: L'AUTUNNO. L'autunno porta con sé un'immagine di dolore e di morte. I prati ingialliscono, la notte diventa più buia e più lunga, la nebbia sgocciola ovunque, il freddo è più pungente, tutto sembra morire.

Ma ecco: il contadino semina il grano… Lascia cadere i semi che, felici, passano l'inverno sotto la terra buia...

Sembra follia andare avanti per vivere, sembra follia credere in un futuro quando questa stagione si prepara ad un' "apparente" morte. Gli alberi spogli sembrano privi di vita, i rami scheletriti sembrano ormai alla fine: invece, se noi li guardiamo, presentano dei rigonfiamenti che servono da culla pronta ad accogliere i germogli di primavera. L'autunno è una stagione che sembra festeggiare la morte, ma essa non fa altro che ripulire ogni cosa per far posto di nuovo alla vita.

LA VITA CHE NON MUORE NON È VITA.

La vita ha bisogno di morire per vivere. Così è l'autunno, che racchiude nel suo silenzio l'essere di una nascita.

Dopo l'autunno si ricomincia a vivere come dopo un grande dolore si ricomincia a rivivere.

Finché noi non ci renderemo conto che proprio in autunno nasce la primavera, non sapremo che cosa vuol dire amare la vita. Scegliamo quindi di AMARE IL DOLORE E LA MORTE perché fanno parte della nostra vita.

Facciamo sì che la nostra esistenza non si fermi davanti al sepolcro, ma continui a credere e a lottare perché TRIONFI LA VITA DI RESURREZIONE.