ESERCIZI DI SCRITTURA  LA BARCHETTA  DIARIO

Navigando sulle acque tranquille della nostra vita...

Un bambino fece una barchetta di carta, e toccò il cielo con un dito
quando vide che questa cominciava a galleggiare sull’acqua e a navigare.
Ma piano piano si spostava nel laghetto, e arrivò in un punto
dove il bambino non riusciva più a raggiungerla e a recuperarla.

Disperato, chiese aiuto ad un ragazzo più grande.
Senza dire niente, il ragazzo raccolse dei sassi
e cominciò a tirarli apparentemente contro la barca.
Il bambino pensò che non avrebbe mai riavuto la sua barchetta
e che, invece di aiutarlo, l’altro lo stava soltanto importunando.

Poi si rese conto che, invece di colpire la barca,
ogni sasso andava al di là della stessa e provocava una piccola onda,
che spostava la barca facendola avvicinare piano piano alla riva.
Ogni tiro veniva calcolato,
e alla fine la barchetta fu nuovamente a portata della sua mano
e poté riprenderla.

Com’era felice il bambino! Aveva riavuto il suo tesoro!

A volte i fatti della nostra vita sembrano sgradevoli e senza senso,
ma se aspettiamo un po’ vedremo che ogni prova, ogni colpo di sasso,
sulle acque tranquille della nostra vita, ci ha portati più vicini a Dio!


"NON GIUDICARE IL SIGNORE
CON LA DEBOLEZZA DEI TUOI SENSI,
MA CONFIDA IN LUI PER LA SUA GRAZIA.
DIETRO UN’ACCIGLIATA PROVVIDENZA,
LUI NASCONDE UN VISO SORRIDENTE!"