PICOLI GRANDI LIBRI   Charles De Foucauld
LA MIA FEDE
Cittą Nuova Editrice, 1974

Parte seconda
GRANDI INTUIZIONI DELLA FEDE

CONCLUSIONE
 Al termine di questa esposizione delle grandi intuizioni della fede di fratel Charles - esposizione che non esaurisce l'argomento, ma che ha voluto mettere in rilievo le intuizioni rivelatrici dell'intimo della sua anima, quali si ricavano dai suoi scritti e dalla sua vita -, come non rimanere rapiti di fronte al timbro evangelico della sua anima! Ognuna delle intuizioni della sua fede ha la sua luminosa scaturigine in una parola del Vangelo.  La parola di Gesł, ascoltata nel silenzio, ai piedi di Lui, meditata nel succedersi dei giorni, e soprattutto vissuta alla lettera, fa di Charles de Foucauld uno dei discepoli di Gesł.
Seguendo Gesł «il pił possibile da vicino», e «vivendo sempre con Lui», durante trent'anni - secondo il numero evangelico degli anni di vita nascosta di Gesł a Nazareth -, Charles de Foucauld, al termine della sua vita, sigillata con lo spargimento del suo sangue, ci appare come uno che ha in modo perfetto portato a compimento il disegno cui era stato chiamato, la vocazione che Gesł stesso gli aveva indicato in una delle sue meditazioni:
 
«Fa parte della tua vocazione gridare il Vangelo sui tetti, non con la tua parola, ma con la tua vita».