GIOVANNI PAOLO II
PRECEDENTE  LE MIE PREGHIERE PER VOI  PICCOLI GRANDI LIBRI

PIEMME, 2001

Volontà di Dio è che ogni uomo raggiunga il più possibile la sua piena statura umana.
Rivolgetevi a lui, Padre buono e provvidente,
per trovare nella preghiera non un alibi alla inerzia e alla passività,
ma il coraggio per proseguire nei vostri sforzi.

Giovanni Paolo II

Lode alla Trinità che governa la storia Chiedendo il dono della fiducia
Il coraggio del perdono Guardando al male nel mondo
Ascolta questi cuori generosi Per i cristiani della Rus'
Per le vittime di un disastro naturale Nella terra di san Paolo
Per chiedere il coraggio della fede Nella frenesia della vita quotidiana
Francesco, abbraccia con noi i nostri fratelli In cammino verso la Sapienza
Preghiera per la sequela Per chi lavora nella cultura
Nel mese di maggio Per il dialogo interreligioso
In occasione di nuove beatificazioni Preghiera dei pellegrini
Per i giovani del Medio Oriente Servendo i poveri
Per tutte le religioni Atto di affidamento a Maria Santissima
Per una civiltà dell'amore  

 

  Lode alla Trinità che governa la storia

Gloria a te, o Padre,
Dio di Abramo, Isacco e Giacobbe!
Tu hai mandato i tuoi servi, i profeti,
a proclamare la tua parola di amore fedele
e a chiamare il tuo popolo al pentimento.
Sulle sponde del fiume Giordano,
hai suscitato Giovanni il Battista,
una voce che grida nel deserto,
inviato per tutta la regione del Giordano,
a preparare la via del Signore.
Gloria a te, o Cristo, Figlio di Dio!
Su di te lo Spirito è disceso come una colomba.
Sopra di te si sono aperti i cieli,
e si è udita la voce del Padre:
«Questi è il mio Figlio, il Prediletto!».
Gloria a te, o Spirito Santo,
Signore e Datore di vita!
Per la tua potenza la Chiesa è battezzata,
scendendo con Cristo nella morte
e risorgendo insieme a lui a nuova vita.
Per tuo potere, siamo liberati dal peccato
per diventare i figli di Dio,
il glorioso Corpo di Cristo.
Per tuo potere, ogni paura è vinta,
e viene predicato il Vangelo dell'amore
in ogni angolo della terra,
per la gloria di Dio,
il Padre, il Figlio e lo Spirito Santo,
a Lui ogni lode in questo Anno Giubilare
e in tutti i secoli a venire.
Amen.

 

  Il coraggio del perdono

Padre Misericordioso,
possano tutti i credenti
trovare il coraggio
di perdonarsi gli uni gli altri,
affinché tutte le ferite del passato guariscano,
e non siano un pretesto
per ulteriori sofferenze nel presente.
Possa ciò realizzarsi
soprattutto in Terra Santa,
questa terra che hai benedetto
con tanti segni della tua Provvidenza,
e dove ti sei manifestato
come Dio di Amore.
Amen.

 

  Ascolta questi cuori generosi

o Signore Gesù Cristo,
ascolta questi giovani cuori generosi!
Continua a insegnare
a questi giovani
la verità dei Comandamenti e delle Beatitudini!
Rendili gioiosi testimoni della tua verità
e apostoli convinti del tuo Regno!
Sii con loro sempre,
in particolare quando seguire te e il Vangelo
diviene difficile e arduo!
Sarai tu la loro forza, sarai tu la loro vittoria!
O Signore Gesù,
hai fatto di questi giovani degli amici tuoi:
tienili per sempre vicino a te!

(Pellegrinaggio in Terra Santa, 24 marzo 2000)

 

  Per le vittime di un disastro naturale

Padre celeste,
dal quale proviene ogni bene,
ricevi benigno
nel tuo seno misericordioso
tanti fratelli nostri qui sepolti
dalle forze scaturite dalla natura.
Conducili alla dimora eterna
che Gesù, tuo Figlio, ha preparato
a coloro che lo riconoscono
come tuo inviato
e lo servono con amore,
scoprendo la sua presenza
nei fratelli più piccoli.
Essi credettero e sperarono in te;
ricevettero il battesimo di rigenerazione,
si nutrirono con l'Eucaristia
che è principio di immortalità,
vissero nell'amore
con il quale tu premi eternamente.
Padre, ricco di misericordia,
consola il dolore di tante famiglie,
asciuga le lacrime di tanti fratelli,
proteggi la solitudine di tanti orfani.
Infondi a tutti coraggio e speranza
perché il dolore si trasformi in gioia
e la morte, nella fede,
sia principio di vita nuova.

 

  Per chiedere il coraggio della fede

Maria,
Regina dei Martiri,
che ai piedi della Croce
hai condiviso sino in fondo
il sacrificio del tuo Figlio,
sostienici nel testimoniare
con coraggio la nostra fede!
Aiutaci a vivere
la nostra missione
al servizio del Vangelo
nella fedeltà e nella gioia,
in attesa del ritorno glorioso
del Signore, Cristo Gesù,
lo stesso ieri, oggi e sempre.

 

  Francesco, abbraccia con noi i nostri fratelli

Aiutaci, san Francesco d'Assisi,
ad avvicinare alla Chiesa
e al mondo di oggi il Cristo.
Tu che hai portato nel tuo cuore
le vicissitudini dei tuoi contemporanei,
aiutaci ad abbracciare le vicende
degli uomini della nostra epoca:
i difficili problemi sociali, economici e politici,
i problemi della cultura e della civiltà,
tutte le sofferenze dell'uomo d'oggi,
i dubbi e le negazioni,
gli sbandamenti e le tensioni,
i complessi e le inquietudini,
affinché Cristo possa essere "via, verità e vita"
per l'uomo del nostro tempo.

 

  Preghiera per la sequela

Vergine Maria,
Madre di Cristo e della Chiesa,
volgi lo sguardo sugli uomini e sulle donne
che il tuo Figlio ha chiamato a seguirlo
nella totale consacrazione al suo amore:
si lascino sempre guidare dallo Spirito,
siano instancabili nel dono di sé
e nel servire il Signore,
così da essere fedeli testimoni
della gioia che sgorga dal Vangelo
e annunciatori della Verità
che guida l'uomo alle sorgenti
della Vita immortale.
Amen!

 

  Nel mese di maggio

O Maria,
che in questo mese di maggio
veneriamo e preghiamo con devozione speciale
come nostra madre celeste,
proteggi sempre la nostra comunità
e la nostra Diocesi.
Tu che per prima hai accolto
nel tuo grembo verginale il Verbo divino,
aiutaci ad essere sempre più conformi
al tuo divin Figlio,
pronti ad annunziare fedelmente
la parola del Vangelo
e a testimoniarlo con la coerenza della vita.
Amen.

 

  In occasione di nuove beatificazioni

O nuovi Beati,
che da quest' oggi veneriamo e invochiamo
come intercessori.
La vostra eroica fedeltà al Vangelo
è prova dell'azione feconda dello Spirito Santo.
Aiutateci a percorrere, a nostra volta,
il cammino della santità,
specialmente quando esso si fa faticoso.
Sosteneteci nel mantenere fisso lo sguardo
su Colui che ci ha chiamati.
Alla vostra voce, a quella della Vergine Maria
e di tutti i Santi,
uniamo anche la nostra per cantare:
«A Colui che siede sul trono e all'Agnello lode,
onore, gloria e potenza
nei secoli dei secoli» (Apocalisse 5, 13).
Amen!

 

  Per i giovani del Medio Oriente

Signore,
tu annunci parole di pace al tuo popolo
e a coloro che ritornano a te
con tutto il cuore (Salmo 85,9).
Ti preghiamo
per tutti i popoli del Medio Oriente.
Aiutali ad abbattere i muri
dell'ostilità e della divisione
e a edificare insieme un mondo
di giustizia e solidarietà.
Signore, tu crei nuovi cieli e una nuova terra.
Affidiamo a te i giovani di queste terre.
Nei loro cuori
essi aspirano a un futuro più luminoso;
rafforza la loro determinazione
a essere uomini e donne di pace,
e annunciatori di nuova speranza ai loro popoli.

 

  Per tutte le religioni

Signore,
Dio del cielo e della terra,
Creatore dell'unica famiglia umana,
preghiamo per i seguaci
di tutte le religioni.
Possano essi cercare la tua volontà
nella preghiera e nella purezza del cuore;
possano essi adorarti
e glorificare il tuo santo nome.
Aiutali a trovare in te
la forza per superare paure e sfiducia,
per far crescere l'amicizia
e per vivere insieme in armonia.
Amen.

 

  Per una civiltà dell'amore

Tu, Signore,
bruci dal desiderio di essere amato,
e chi si sintonizza
con i sentimenti del tuo cuore
apprende ad essere costruttore
della nuova civiltà dell'amore.
Un semplice atto d'abbandono
basta a infrangere le barriere
del buio e della tristezza,
del dubbio e della disperazione.
I raggi della tua divina misericordia
ridanno speranza a chi si sente schiacciato
dal peso del peccato.

 

  Chiedendo il dono della fiducia

Maria,
Madre di Misericordia,
fa' che manteniamo sempre viva
questa fiducia nel tuo Figlio,
nostro Redentore.
Insieme a te vogliamo ripetere,
fissando il nostro debole sguardo
sul volto del divin Salvatore:
«Gesù, confido in te».
Oggi e sempre.
Amen

 

  Guardando al male nel mondo

Cristo, aprici il cammino della vita!
Alle famiglie scompaginate dalla guerra,
alle vittime dell'odio e della violenza,
a coloro che attendono, nella sofferenza,
il riconoscimento delle loro
profonde aspirazioni,
palestinesi, curdi e, tra le altre,
le popolazioni indigene dell'America Latina;
a quanti sono tentati di riporre
ancora una volta la speranza nelle armi,
Cristo, fa' che la tua Chiesa.
ripeta con sollecitudine accorata
che egoismo e volontà di potenza
contraddicono la verità dell'uomo!

 

  Per i cristiani della Rus'

O Beata Vergine Maria,
Madonna di Zarvaniza,
ti rendo grazie per il dono della Rus' di Kyiv,
da cui la luce del Vangelo
si è diffusa per l'intera regione.
Di fronte alla tua icona miracolosa,
custodita in questa chiesa di San Nicola,
a te, Madre di Dio e Madre della Chiesa,
affido il mio viaggio apostolico in Ucraina.
Santa Madre di Dio,
stendi il tuo manto materno
su tutti i cristiani
e su tutti gli uomini e le donne
di buona volontà,
che vivono in questa grande Nazione.
Guidali verso il tuo Figlio Gesù,
che è per tutti via, verità e vita.

 

  Nella terra di san Paolo

Dio di infinita misericordia e bontà,
con cuore grato
oggi ti rivolgiamo una preghiera,
in questa terra,
in passato percorsa da san Paolo.
Alle nazioni egli ha proclamato
la verità che Dio in Cristo
ha riconciliato a sé il mondo (2 Corinzi 5,19).
Possa la tua voce riecheggiare
nel cuore di tutti gli uomini e le donne,
mentre li chiami a seguire
il cammino di riconciliazione e di pace,
e ad essere misericordiosi
così come tu sei misericordioso.
Amen.

 

  Nella frenesia della vita quotidiana

Aiuta anche noi, o Maria,
a ripensare sempre con spirito di fede
la nostra esistenza.
Aiutaci a saper salvaguardare
spazi di silenzio e di contemplazione
nella frenetica vita quotidiana.
Fa' che siamo sempre protesi
verso le esigenze della pace vera,
dono del Natale di Cristo.
A te affidiamo le attese e le speranze
dell'intera umanità.
Vergine Madre di Dio,
intercedi per noi presso il tuo Figlio,
perché il suo volto risplenda
sul cammino del nuovo millennio
e ogni uomo possa vivere
nella giustizia e nella pace! Amen!

 

  In cammino verso la Sapienza

Sede della Sapienza,
sii il porto sicuro
per quanti fanno della loro vita
la ricerca della saggezza.
Il cammino verso la sapienza,
ultimo e autentico fine
di ogni vero sapere,
possa essere liberato
da ogni ostacolo
per l'intercessione di Colei
che, generando la Verità
e conservandola nel suo cuore,
l'ha partecipata all'umanità intera
per sempre.
Amen.

(Da Fides et ratio)

 

  Per chi lavora nella cultura

Spirito di sapienza,
che tocchi le menti e i cuori,
orienta il cammino
della scienza e della tecnica
al servizio della vita,
della giustizia e della pace.
Rendi fecondo il dialogo
con chi appartiene ad altre religioni,
fa' che le diverse culture
si aprano ai valori del Vangelo. Vieni,
Spirito di amore e di pace!
A te, Spirito d'amore,
sia lode nei secoli senza fine.

 

  Per il dialogo interreligioso

Padre giusto,
tutti i cattolici riscoprano la gioia
di vivere nell'ascolto della tua parola
e nell'abbandono alla tua volontà;
sperimentino il valore
della comunione fraterna,
del dialogo e dell'incontro
con tutti i credenti in Cristo
e con tutti i seguaci delle altre religioni:
nel tuo immenso amore,
sii largo di misericordia con tutti.
A te, Padre della vita,
onore e gloria, lode e riconoscenza
nei secoli senza fine.
Amen.

 

  Preghiera dei pellegrini

O san Giacomo di Compostela,
davanti alla tua tomba
veniamo come pellegrini
di tutti i cammini del mondo,
per onorare la tua memoria
e implorare la tua protezione.
Per il nostro pellegrinaggio
abbiamo bisogno del tuo ardore
e della tua audacia.
Tu che sei il patrono dei pellegrini,
guida il nostro pellegrinaggio cristiano.
I popoli sono venuti qui da lontano;
ora tu vieni con noi
all'incontro di tutti i popoli.
Con te vogliamo dire a tutte le genti
che Cristo è Via, Verità e Vita.

 

  Servendo i poveri

Benedetta sei tu, Vergine Maria,
modello di carità e di amore materno,
per tutti coloro che cercano consolazione.
Benedetta perché hai associato ciascuno di noi
alla sofferenza redentrice di Cristo Crocifisso,
e ci hai chiamati a servire chi soffre.
Benedetta sei tu,
perché ci insegni ad amare i poveri,
gli umili, i peccatori,
come Dio li ama.
Maria, Immacolata madre di Dio
e degli uomini,
ascolta la preghiera dei malati,
esaudisci le nostre invocazioni,
dona al mondo Gesù, nostra vera pace.

 

  Atto di affidamento a Maria Santissima

1. «Donna, ecco il tuo figlio!» (Giovanni 19, 26).

Mentre volge al termine questo anno, in cui tu, o Madre, ci hai nuovamente offerto Gesù, il frutto benedetto del tuo grembo purissimo, il Verbo fatto carne, il Redentore del mondo, risuona particolarmente dolce per noi questa sua parola che a te ci rinvia, facendoti nostra Madre: «Donna, ecco il tuo figlio!».

Affidando a te l'apostolo Giovanni, e con lui i figli della Chiesa, anzi gli uomini tutti, Cristo non attenuava, ma piuttosto ribadiva, il suo ruolo esclusivo di Salvatore del mondo. Tu sei splendore che nulla toglie alla luce di Cristo, perché esisti in lui e per lui. Tutto in te è «fiat»: tu sei l'Immacolata, sei trasparenza e pienezza di grazia. Ecco, dunque, i tuoi figli, raccolti intorno a te, all'alba del nuovo millennio.

La Chiesa oggi cerca rifugio sotto la tua protezione materna e implora con fiducia la tua intercessione di fronte alle sfide che il futuro nasconde.

2. Tanti, nell'anno che finisce hanno vissuto, e stanno vivendo, la gioia sovrabbondante della misericordia che il Padre ci ha donato in Cristo.

Nelle Chiese particolari sparse nel mondo, e ancor più in questo centro della cristianità, le più svariate categorie di persone hanno accolto questo dono.

Ovunque ha vibrato l'entusiasmo dei giovani, ovunque si è levata l'implorazione degli ammalati. Ovunque sono passati sacerdoti e religiosi, artisti e giornalisti, uomini del lavoro e della scienza, bambini e adulti, e tutti, nel tuo Figlio diletto, hanno riconosciuto il Verbo di Dio, fatto carne nel tuo seno.

Ottienici, o Madre, con la tua intercessione, che i frutti di quest'anno non vadano dispersi, e i semi di grazia si sviluppino fino alla piena misura della santità, a cui tutti siamo chiamati.

3. Vogliamo oggi affidarti il futuro che ci attende, chiedendoti d'accompagnarci nel nostro cammino. Siamo uomini e donne di un'epoca straordinaria, tanto esaltante quanto ricca di contraddizioni.

L'umanità possiede oggi strumenti d'inaudita potenza: può fare di questo mondo un giardino, o ridurlo a un ammasso di macerie. Ha acquistato straordinarie capacità d'intervento sulle sorgenti stesse della vita: può usarne per il bene, dentro l'alveo della legge morale, o può cedere all' orgoglio miope di una scienza che non accetta confini, fino a calpestare il rispetto dovuto a ogni essere umano.

Oggi come mai nel passato, l'umanità è a un bivio. E, ancora una volta, la salvezza è tutta e solo, o Vergine Santa, nel tuo figlio Gesù.

4. Per questo, Madre, come l'apostolo Giovanni, noi vogliamo prenderti nella nostra casa (cfr. Giovanni 19,27), per imparare da te a conformarci al tuo Figlio.

«Donna, ecco i tuoi figli!». Siamo qui, davanti a te, per affidare alla tua premura materna noi stessi, la Chiesa, il mondo intero. Implora per noi il Figlio tuo diletto, perché ci doni in abbondanza lo Spirito Santo, lo Spirito di verità che è sorgente di vita. Accoglilo per noi e con noi, come nella prima comunità di Gerusalemme, stretta intorno a te a Pentecoste (cfr. Atti degli Apostoli 1,14).

Lo Spirito apra i cuori alla giustizia e all'amore, induca le persone e le nazioni alla reciproca comprensione e a una ferma volontà di pace.

Ti affidiamo tutti gli uomini, a cominciare dai più deboli: i bimbi non ancora venuti alla luce e quelli nati in condizioni di povertà e di sofferenza, i giovani alla ricerca di senso, le persone prive di lavoro e quelle provate dalla fame e dalla malattia.

Ti affidiamo le famiglie dissestate, gli anziani privi di assistenza e quanti sono soli e senza speranza.

5. O Madre, che conosci le sofferenze e le speranze della Chiesa e del mondo, assisti i tuoi figli nelle quotidiane prove che la vita riserva a ciascuno e fa' che, grazie all'impegno di tutti, le tenebre non prevalgano sulla luce.

A te, aurora della salvezza, consegniamo il nostro cammino nel nuovo millennio, perché sotto la tua guida tutti gli uomini scoprano Cristo, luce del mondo e unico Salvatore, che regna col Padre e lo Spirito Santo nei secoli dei secoli. Amen.

(Ripreso dall'Atto di affidamento giubilare, domenica, 8 ottobre 2000)