EMMAUS (BOGRA)   Emmaus (Bogra), 11 settembre 2002   DIARIO

 
Caro Aki, e amici,
auguri di un ottimo inizio dell'anno lavorativo!
Agosto infatti in Italia è o dovrebbe essere un momento di relax: ma tu, sei riuscito a ritagliarti qualche giorno di rifiatamento?

Da parte mia ero tornato ad inizio luglio, e mi sono dato da fare a recuperare i contatti in città e nelle missioni, dove non mi ero recato nei 3 mesi precedenti. Forse con troppa faciloneria mi ero lasciato persuadere a fare i ritiri mensili a Gulta, Beneedwar, Chandpukur, Lokkikul e Muhipara. Luglio se ne è andato con molta pioggia e non ero riuscito a recarmi da nessuna parte. Ad agosto ne ho visitato alcuni, ma non Gulta e Muhipara. Settembre mi vede sempre in attesa che la strada di Gulta si asciughi perché possa andarvi in moto; con i mezzi pubblici occorre preventivare una giornata intera, oltre al fatto che quando cammino sotto il sole tropicale per 1 km, mi ritrovo sfinito. L'apparenza di giovanile e atleta non corrisponde alla realtà...

 
Non ti ho ancora ringraziato della donazione che è arrivata sui conti di Bogra, dal Pime di Mascalucia. Una bella cifra che ci permette di tirare un grosso respiro: ancora grazie! 
Lunedì prossimo noi pimini saremo a Dhaka ad ascoltare P. Sacchi...

I giovani dell'ostello missionario sono andati a scuola 8 giorni, perché  il 1 settembre, primo giorno di scuola, c'era uno sciopero, poi un venerdì; e il 10 settembre è stato loro notificato che avevano davanti, dal giorno dopo, 43 giorni di vacanza, principalmente per dare la possibilità agli studenti dell'ultimo anno di honours di dare l'esame finale. Da quest'anno per ottenere la licenza honours ci vogliono 4 anni invece dei soliti 3; così, per ottenere baccalaureato ce ne vorranno 3 invece dei soliti 2. Dicono che l'adeguamento è stato fatto per uniformare il sistema scolastico del Bangladesh con quello internazionale, in particolare con quello indiano.

 La missione ci unisce!
 Vostro in Cristo, P. Carlo.