EMMAUS (BOGRA)   Emmaus (Bogra), 12 aprile 2003  DIARIO

                                                                                               
Caro Aki, saluti da Settimana Santa!
Ieri è stata una giornata storica: per la prima volta in 7 mesi di scuola al college statale gli studenti hanno avuto tutte le 5 classi; in precedenza, per una scusa o l'altra, non era mai successo. Inoltre, in questi ultimi mesi, i giorni di scuola sono quasi continui (però oggi per esempio, dopo una sola ora di lezione, hanno indetto un'assemblea e quindi niente più classi!)...

Altra data storica: ieri era la data dell'esame guida per Biplob Mollick, nostro apostolino. Il proprietario della scuola guida è membro del comitato degli esami patente e ha tenuto i suoi clienti in ufficio in attesa di una chiamata: se ci fosse stato bisogno di presenziare, allora si sarebbero recati alla scuola per l'esame scritto, al quale seguirà quello orale e la prova pratica. Ebbene, non c'è stato bisogno di presenziare: tutti promossi senza apparire!

Quando ho saputo del desiderio di Biplob di fare la patente di guida, mi sono ricordato che lo scorso anno la World Vision ha dato la possibilità ad alcuni giovani cristiani di fare il corso e di ottenere la patente, oltre che a molti altri. Quando ho contattato la World Vision, mi hanno detto che ero fuori tempo, ma che comunque avrebbero tentato, e, dati i loro ottimi rapporti con il titolare della scuola guida, sono riusciti ad inserirlo.
Ieri sono stati costretti a sottoporlo all'esame, perché poi per altri 6 mesi non ci saranno altri esami alla scuola; comunque le lezioni continueranno, anche dopo gli esami, a completamento di tutte le lezioni che gli spettano. Così va il mondo...

Un altro sviluppo che mi ha molto rallegrato è stata la possibilità che i nostri giovani possano giocare, accanto ai giovani locali, sul campo di pallone-cricket di Malotinagar ; già prima ci andavano, ma spesso dovevano stare a guardare quando i locali avevano una partita e occupavano tutto il campo.

Provvidenza volle che alcuni giovani fossero a corto di finanziamenti e si rivolgessero a me per supporto; ho comperato loro una mazza da torneo, però prima ho voluto parlare con il loro presidente, un professore in pensione della locale università, Azizul College, che è una mente aperta e ha ordinato ai suoi giovani di far spazio anche ai nostri.
Ovviamente anche per loro ho comprato mazze e palline. Il pallone da calcio glielo avevo già comperato, ed erano andati al campo con l'aiuto di un medico locale, che ha studiato a Mosca e si è portato una moscovita dai capelli rossi come moglie in Bangladesh. Li frequento e sono amici...
 
Da un paio di settimane non mi muovo da casa, per prudenza, ma giovedì sono stato a Rajshahi per la benezione degli oli, e la Settimana Santa  (lunedì-mercoledì) vado a Mohipara ad aiutare con le confessioni. Poi ci sarà l'assemblea Pime, il 28-30 aprile...

Intanto auguro Buona Pasqua, a te e a tutti gli amici di Genova!

   In unione di fede! 
Tuo P. Carlo Dotti.