SPOSI SECONDO IL CUORE DI DIO   LETTERA DI P. PIERO GHEDDO   PICCOLI GRANDI LIBRI

Giovanni Gheddo e Rosetta Franzi.

Roma, 6 febbraio 2006

Cari confratelli del Pime,
vi mando il materiale per l'avvenimento previsto il sabato 18 febbraio alle ore 11 nella chiesa parrocchiale di Tronzano (Vercelli): l'inizio della causa di canonizzazione di mia mamma Rosetta Franzi e di mio padre Giovanni Gheddo, ambedue iscritti e militanti dell'Azione cattolica. In tutta la storia della Chiesa è una delle prime tre coppie di coniugi e genitori oggi in cammino verso la beatificazione, dopo i beati Beltrame-Quattrocchi beatificati da Giovanni Paolo II il 21 ottobre 2001, in tutta la storia della Chiesa!

Credo che la notizia meriti di essere conosciuta da voi tutti e vi chiedo una preghiera perché tutto torni a vantaggio del Vangelo e del Regno di Dio. Si parla molto di crisi del matrimonio, di crisi delle famiglie, di crisi dei giovani nelle nostre società opulente, democratiche, colte, pacifiche, rispettose dei diritti dell'uomo e della donna. Questo è un esempio, un caso concreto e recente, di come due sposi, in una vita del tutto normale, hanno tentato di vivere il Vangelo nel matrimonio e nella famiglia, essendo ancora ricordati come esemplari e pregati 60 e 70 anni dopo la morte!

Aggiungo la notizia, che è contenuta nel materiale che vi mando e documentata per il processo diocesano, che mio papà, uomo autorevole e stimato nel paese di Tronzano, proprio perché dell'Azione cattolica (e portava sempre il distintivo) era malvisto, tanto più che, pur essendo ufficiale dell'Esercito, non partecipava mai ai cortei e alle sfilate patriottiche del Partito Fascista, che mettevano in prima fila i reduci della prima guerra mondiale! Per questi motivi papà, che era vedovo e padre di tre figli minorenni, non avrebbe dovuto andare in guerra secondo la legge di quel tempo, e invece è stato mandato in primissima linea proprio nella Russia dei 30-40 sottozero ed è morto il 17 dicembre 1942, con un gesto di eroismo che ricorda quello di San Massimiliano Kolbe.

Vi mando tre pezzi: la notizia, il materiale di un opuscolo che sto stampando a Milano per la cerimonia del 18 febbraio e la preghiera a mamma Rosetta e papà Giovanni per ottenere grazie, con questa lettera e la segnalazione dei due libri indicati.

Se qualcuno desidera avere i due volumi su mamma e papà e immaginette dei due servi di Dio, me li chieda e glieli mando.

Grazie per l'attenzione. Il mio telefono a Roma, dove sono adesso: PIME, via Guerrazzi, 11 - Roma - tel. 06.58.39.151; e a Milano, dove sarò dopo l'8 febbraio: PIME, via Monterosa, 81 - Milano - tel. 02.43.82.01. Cordiali saluti e buon lavoro. Grazie di tutto e Dio vi benedica.

Padre Piero Gheddo 

.

Piero Gheddo
ROSETTA E GIOVANNI GHEDDO
Sposi secondo il cuore di Dio

Piero Gheddo
IL TESTAMENTO DEL CAPITANO
Mio padre Giovanni disperso in Russia nel 1942

Prefazione di Giorgio Torelli
( San Paolo 2003, pagg. 210, Euro 12,00 )
Giovanni Gheddo, capitano d’artiglieria della Divisione Cosseria, è uno dei circa 100.000 italiani che non sono tornati dalla "Campagna di Russia" (1941-1943). Sessant’anni dopo la sua scomparsa i figli Piero e Mario pubblicano le lettere di papà dal servizio militare: risalta il profondo spirito religioso a cui venivano formati i membri dell’Azione cattolica di quel tempo e la luminosa testimonianza di una vita autenticamente cristiana nelle condizioni più avverse.

Piero Gheddo
QUESTI SANTI GENITORI
Rosetta Franzi e Giovanni Gheddo

Prefazione di mons. Enrico Masseroni
( San Paolo 2005, pagg. 184, Euro 10,00 )
Rosetta e Giovanni erano sposi di una normale famiglia, che in sei anni di matrimonio danno la vita a tre figli. Rosetta muore di polmonite e di parto con due gemelli prematuri nel 1934. Giovanni scompare nella "Campagna di Russia" nel 1942, con un atto di eroismo che ricorda quello di San Massimiliano Kolbe ad Auschwitz. La Chiesa inizia la loro causa di beatificazione per proporre due coniugi e genitori che hanno incarnato il Vangelo nel matrimonio e nella vita famigliare.

.

TOP  PREGHIERA PER CHIEDERE GRAZIE
e per la glorificazione di Rosetta Franzi e
Giovanni Gheddo

Signore Gesù,
che hai chiamato Rosetta Franzi e Giovanni Gheddo,
sposi secondo il Tuo cuore,
a vivere il Vangelo
nelle gioie e nelle sofferenze di una normale famiglia,
scalando insieme la vetta
della santità nella carità,
concedi che i loro esempi siano conosciuti
e possano illuminare e confortare
i coniugi e le famiglie del nostro tempo.
Guarda con misericordia, Signore,
alla decadenza della nostra società
che si esprime nella crisi della famiglia
e concedi che i giovani sposi,
seguendo gli esempi di Rosetta e Giovanni,
possano dare alla Tua Chiesa
famiglie autenticamente cristiane.

Per la loro intercessione
ti chiediamo la grazia di…
(TRE GLORIA AL PADRE).
.

www.gheddopiero.it : Rosetta e Giovanni Gheddo