ESERCIZI DI SCRITTURA  CAPO e CORPO in Gesù...  RITAGLI

Icona di maestro ortodosso (S. Antonio in Sestri Levante).

"Non c’è pace per le mie ossa dinanzi ai miei peccati..."
( Salmo 37 )

Non possiamo intendere queste parole, se non riconoscendo che si tratta del Cristo pieno e totale, cioè Capo e Corpo. Quando Cristo parla, talora parla solo in persona del Capo, che è egli stesso, il Salvatore, nato da Maria Vergine; tal altra in persona del suo Corpo, che è la santa Chiesa diffusa in tutto il mondo. Ascoltiamo dunque il Cristo in quanto è uno, ma tuttavia ascoltiamo il Capo come Capo e il Corpo come Corpo. Non si dividono le persone, ma si distingue la dignità; poiché il Capo salva, mentre il Corpo è salvato. Manifesti il Capo la misericordia, pianga il Corpo lo sua miseria. Al Capo spetta purificare, al Corpo confessare i peccati; una sola tuttavia è lo voce...

( SANT’AGOSTINO, "Esposizione sul Salmo 37, 6" )