PRECEDENTE     "Preghiera" & "digiuno",     SEGUENTE
l’altro modo di gustare l’estate!

Don Nicolò Anselmi
Responsabile del Servizio Nazionale della Pastorale Giovanile
don.nico@libero.it

Un giorno stavo per iniziare un incontro con un gruppo di ragazzi; sugli scalini che conducevano al "Centro Giovanile", stavano seduti due giovani: lei aveva una maglietta verde "militare", i capelli color rame, un paio di pantaloni larghi e una collana di acciaio; lui aveva i capelli neri, lunghi, un "chiodo" di cuoio nero con "borchie" e una maglietta nera, con la grafica di un noto "complesso" che suona musica "satanica".
Dovendo andare a comprare le pizze, chiesi ai due ragazzi se avevano fame; risposero affermativamente e decidemmo di comprare due pizze in più. I due giovani preferirono mangiare da soli sulle scale. Finita la pizza, il ragazzo si affacciò dentro al "Centro" per ringraziarci; uscii per salutarlo; ci scambiammo alcune parole e ad un certo punto mi chiese se credevo all’esistenza del "diavolo"; io ovviamente risposi di "sì" ed aggiunsi che non ne avevo paura, perché ero certo che la mia vita è saldamente nelle mani di Dio. A quel punto il giovane avvicinò il suo volto al mio e mi ruggì in faccia, con la bocca spalancata, mostrando i denti; poi, con calma, senza correre, andò via.
Purtroppo, mi è capitato altre volte di avere a che fare con giovani che si sono lasciati coinvolgere in mondi "tenebrosi"; ricordo una ragazza, che suonava in un "gruppo rock satanico", che ha avuto bisogno di un ricovero in "psichiatria". Provo grande affetto per i giovani precipitati nei "fanghi" oscuri del male, della droga, del "satanismo", della prostituzione, dello "spiritismo"; spesso si tratta di mondi tra loro collegati ed accomunati da grandi sofferenze; più di una volta ho desiderato chiedere a Dio di darmi un po’ della loro sofferenza, perché possano essere liberati dalle loro "catene" di morte; talvolta penso al sogno di "Santità" e "bellezza" che Dio Padre avrebbe in mente per ognuno di loro!
Da pochi giorni è iniziata l’estate, tempo di "campi scuola" e "pellegrinaggi", di viaggi, amicizie, gite, tuffi, scalate, immersioni, visite a musei e città, di bicicletta, di servizio ai malati, di amore, di "bellezza".
Con il "gruppo giovani" della mia "Parrocchia", un’estate facemmo un "tour" europeo in macchina con tende e "fornelletti"; un giorno celebrammo la "Messa" in un giardino pubblico di Monaco di Baviera; eravamo una ventina e si avvicinarono almeno 50 giovani; fu molto bello.
Gesù dice che certi "demoni" si scacciano solo con la "preghiera" e il "digiuno"... Ogni tanto, ripensando alla "t-shirt" nera di quel ragazzo, lo faccio.
Buona, "santa", "bella" estate a tutti!

("Avvenire", 1/7’09)