AMARE GLI ALTRI

RITAGLI     Il dovere della responsabilità     MISSIONE AMICIZIA

P. Massimo Casaro
("Missionari del Pime", Febbraio 2008)

Nessuno può o dovrebbe "vendere illusioni" alleggerendo il cammino di un altro; quello che si può e si dovrebbe sempre fare è accompagnarsi lungo una strada che è e rimarrà tipica di ciascuno.
Nulla e nessuno, infatti, potranno mai eliminare la fatica della "responsabilità", perché essere responsabili della propria vita non è solo un diritto, ma è anche un dovere. Il primo e insostituibile modo di amare gli altri.
Quando, dunque, si vuole scegliere responsabilmente ("discernere") uscendo dall’"indeterminatezza", in una certa misura si è sempre soli. Gesù, nell’ora suprema della decisione di fare la volontà del Padre, ha provato questa solitudine. «Nel giardino degli olivi - ha scritto G. Bernanos - Cristo non era più padrone di nulla. L’angoscia umana non era mai salita più in alto, e mai più raggiungerà quel livello. Aveva ricoperto tutto in lui, salvo quell’estrema punta dell’anima in cui s’è consumata la divina accettazione. Egli ha avuto paura della morte. Tanti martiri non hanno avuto paura della morte... I martiri erano sostenuti da Gesù, ma Gesù non aveva l'aiuto di alcuno, perché ogni aiuto e ogni misericordia procedono da Lui. Nessun essere vivente entrò nella morte così solo e così disarmato» ("Dialoghi delle carmelitane").
Anche noi, se confermeremo di voler scegliere il bene e non noi stessi, proveremo la stessa solitudine. Ciò che, alla fine, ci salverà sarà la limpida consapevolezza che "abbiamo fatto solo ciò che dovevamo fare", come i servi "inutili" del Vangelo.
Non è un illusorio benessere il "chiodo fisso" della nostra ricerca, ma Dio e il particolare modo di stare con Lui che riflette il rapporto che Lui vuole stabilire con ciascuno per il bene di tutti. Il Dio di Gesù, infatti, non ci dice tanto quello che dobbiamo fare, ma chi siamo noi per Lui e, quindi, qual è la nostra vera identità alla quale siamo chiamati a dare un volto attraverso le scelte concrete della vita.