ANNIVERSARIO

RITAGLI     20 anni di "Giovani & Missione"     CAMMINI GIOVANI PIME

Vivere un mese in "Missione" è scoprire un mondo nascosto fuori e dentro di sé.
Questo "Calendario" festeggia i 20 anni del
"Cammino" promosso dal "Pime",
dalle "Missionarie dell’Immacolata" e dalla "Comunità Missionarie Laiche",
nato prima a Napoli e poi avviato anche a Milano. Uno sguardo sull’ "intravisto"...

Un gruppo di giovani, con P. Fabio Motta, animatore al Pime di Milano! Il Calendario 2009 di Missionari del Pime: 20 anni di Giovani e Missione... P. Fabio presenta il Calendario, che festeggia i 20 anni del Cammino!

P. Fabio Motta
("Missionari del Pime", Novembre 2008)

«Amo le foglie d’autunno che la veglia ha tinto di rossori, accese da improvvisa emozione la vigilia di partire. Che cosa avranno intravisto per portarne il volto infiammato?» (A. Casati).
Una poesia che mi stupisce ogni volta che la rileggo. Non si parte se non ci si lascia "accendere da improvvisa emozione", nella notte, lungo la "veglia" di attese e di domande. Come le foglie d’autunno, ormai rosse, pronte a lasciare l’albero per vivere l’ebbrezza del volo, del lasciarsi condurre e finalmente di arrivare. E gravidi di quest’emozione improvvisa, gratuita, ecco il "contagio" della domanda che nasce in chi li incontra: "Che cosa avranno intravisto per portarne il volto infiammato?". Mi sembra di intuire in questa domanda la curiosità dei giovani che ancora oggi si lasciano provocare da coloro che hanno vissuto l’esperienza di
"Giovani & Missione" e decidono di mettersi in cammino.
"Me ne ha parlato la mia amica di ‘Università’ appena tornata dal Brasile"; "Ho ascoltato una testimonianza di un giovane della nostra parrocchia che ha trascorso un mese in Bangladesh"; "Sentivo i racconti appassionati di due ragazze nella sala d’attesa del dentista mentre scorrevano insieme l’‘album’ di fotografie della loro esperienza in Camerun, chiamavano per nome i bambini e descrivevano con nostalgia le avventure vissute"…
L’"intravisto" circa il senso della vita, della fede, dei valori, delle cose che contano affascina ancora i giovani di oggi come quelli di 20 anni fa, che bussarono alle porte dei nostri Missionari per poter toccare con mano la realtà della "Missione". Anche allora un "intravisto", che i giovani intuivano poter essere quello squarcio sul "mistero" di Dio e di loro stessi.
Ecco perché "Giovani & Missione" continua a essere oggi un richiamo per tanti giovani, che non hanno paura della "veglia" fatta di attese e di domande: di un percorso, cioè, che permetta a loro di fare chiarezza su ciò che cercano nella vita e fare un viaggio anche dentro di sé, un mondo tante volte sconosciuto come la "Missione".
Ecco allora questo "Calendario" che dà voce ai protagonisti ed esprime ai nostri Missionari e alle nostre Missionarie "sul campo" la gratitudine di tanti che hanno trovato in loro "il volto infiammato" e riscoperto il desiderio di camminare.