MISSIONE GUINEA

PRECEDENTE     Un premio a "Radio Sol Mansi"     SEGUENTE

Ci hanno premiato!
Anzi, hanno premiato "Radio Sol Mansi" di Padre Davide Sciocco, in Guinea Bissau,
per l’impegno teso a migliorare le condizioni di vita della popolazione,
e hanno sottolineato con un "encomio" speciale
il lavoro dell’"Associazione Madrine e Padrini" del "Pime", a fianco del "Seminario".

Al ritiro dei premi, i genitori di P. Davide Sciocco, la Madrina Luisa Sigismondi Lorini e Mons. Pedro Zilli, Vescovo di Bafatà (Guinea Bissau)...

Luisa Sigismondi Lorini,
"Associazione Madrine e Padrini" del "Pime"

("Missionari del Pime", Dicembre 2008)

Il "premio internazionale" "Myrta Gabardi", alla sua "nona edizione", è un appuntamento ormai fisso dell’autunno milanese e ha due "sezioni": "Una musica per la vita, una vita per la musica" e "Giornalismo come professione e missione". È nato per ricordare Myrta, giovane giornalista che si occupava di musica, teatro, componeva poesie e trovava anche il tempo per dedicarsi al "volontariato" presso l’"Unione Italiana Ciechi" e presso diverse "radio cattoliche" italiane e svizzere. Ed è proprio al "Centro Svizzero" di "Via Palestro" che si svolge la cerimonia per la consegna di questo premio.
Lunga è la lista delle persone famose presenti questa sera in veste di "premiati" o di semplici "amici": c’è Rita Pavone accanto a Nilla Pizzi. C’è il famoso avvocato "matrimonialista" Cesare Rimini, che si vede spuntare come un "cespuglio bianco" di barba e capelli. Il primo dei premi distribuiti va proprio a lui, in veste di Presidente dell’"Orchestra Filarmonica" della "Scala". Viene poi premiato il Direttore Artistico della medesima "Orchestra", il Maestro Ernesto Schiavi: entrambi, naturalmente, per la "musica classica".
Si passa alla sezione "giovani talenti" e qui una signora dell’"Ambasciata Slovacca" consegna il premio al "baritono" Gustav Belacek. C’è una biondina fine e gentile seduta vicino a noi in prima fila: è lei l’altro "giovane talento" che viene premiato. Americana di nascita e svizzera di adozione, Kate Kelly Definti è una cantante di "musical". Ha da poco terminato di incidere un disco di "Canzoni di Natale". Il "premio per la cultura" che lo scorso anno fu assegnato a Vittorio Sgarbi, quest’anno è andato al Dott. Marco Solari, svizzero del "Canton Ticino", responsabile della "diffusione dell’immagine" dello stesso. Al Maestro Eugenio Finardi va il premio per la "musica d’autore". È un uomo grande, con un bel viso aperto e i lunghi capelli "brizzolati" stretti dietro la testa in un piccolo "nodo". Parla della figlia "down", dell’altra sua vivacissima bambina, di un matrimonio fallito che lo ha fatto tanto soffrire e scopriamo che spesso questi personaggi da "rotocalco" nascondono una "spiritualità" cha mai ci aspetteremmo. «Sono a un passo da Dio senza rendersene conto», commenta poi
Padre Gian Paolo Gualzetti, Direttore del "Centro Missionario Pime" di Milano, presente in qualità di "fotografo ufficiale!".
Arriva anche il nostro turno. Pensare di ricevere il "premio" che è stato dato, qualche anno fa, a Susanna Agnelli per "Telethon", fa un po’ impressione. Saliamo sul palco,
Monsignor Pedro Zilli, Vescovo di Bafatà, Padre Alberto Zamberletti e io. Di "Radio Sol Mansi" parla il Vescovo: la bellezza dell’idea, l’impegno, la solidarietà, il dialogo, i tanti costi e bisogni… Due mie parole, poi, sull’"Associazione", a fianco dei "Seminaristi", preghiera e azione, vite spese per coloro che diventeranno "testimoni" di Cristo nel mondo. Subito dopo la "conduttrice" dell’evento, a sorpresa, chiama sul palco i genitori di Padre Davide. Si alzano, emozionantissimi, e ritirano il riconoscimento per la "radio" del loro figliolo. Applausi, fotografie. Nessuno più di Padre Davide merita un premio per "il giornalismo come missione". Il nostro applauso, anzi, la nostra "standing ovation" va a lui e a tutti coloro che, in Guinea, in Italia, in Portogallo o altrove, gli permettono di portare avanti la grande sfida di una "voce libera" donata a tutta la Guinea Bissau.
Doverosi e sentiti ringraziamenti vanno, prima di tutto, ai genitori di Myrta, i coniugi Luigi e Jovita Gabardi, per la loro sensibilità e per la loro amicizia. Ringraziamo poi Monsignor Pedro Zilli, Vescovo della Diocesi di Bafatà (Guinea-Bissau), che, con la sua presenza, ha reso questo "premio" ancora più importante e Padre Alberto Zamberletti, che è venuto da Roma apposta per noi.
Ringraziamo inoltre tutti i Missionari, "padrini" e "madrine" che erano presenti e hanno contribuito alla buona riuscita della serata. Siamo felici per i genitori di Padre Davide, per lui stesso, per i suoi "collaboratori" e per l’
"Associazione Madrine e Padrini": quando si profonde tanto impegno nella realizzazione di un "ideale", talvolta è bello anche vederlo riconoscere!