DALL’INDIA

RITAGLI     "Missionarie della Carità",     MADRE TERESA DI CALCUTTA
eletta la nuova "Superiora"


Il voto del "Capitolo Generale", svoltosi in India,
ha scelto Suor Mary Prema, di origine tedesca.
Inizialmente era stata "riconfermata" Suor Nirmala Joshi,
che però ha chiesto di poter rinunciare.

SR. MARY PREMA, nuova Superiora Generale della Missionarie della Carità! MADRE TERESA DI CALCUTTA, tra i suoi piccoli amici indiani... Missionaria della Carità con un bimbo di Skopje, in Macedonia!

Stefano Vecchia
("Avvenire", 26/3/’09)

È tedesca la Suora dal "sari" bianco orlato di blu chiamata a subentrare a Suor Nirmala Joshi alla guida delle "Missionarie della Carità", comunemente conosciute come "Suore di Madre Teresa di Calcutta". Il suo nome da "religiosa" è Mary Prema.
Ieri, dopo una seconda votazione, la "Congregazione", che ha concluso il suo decimo "Capitolo Generale" iniziato il 1° Febbraio, ha ufficializzato la scelta della nuova "Superiora Generale", la terza alla guida della "Congregazione" fondata 59 anni fa.
In realtà la prima votazione, il 13 Marzo scorso, aveva riconfermato Suor Nirmala alla massima responsabilità della "Congregazione" per un terzo "mandato", anche se le "Costituzioni" dell’"Istituto" non prevederebbero più di due incarichi consecutivi da sei anni ciascuno.
Tuttavia, prima ancora di chiedere l’approvazione da parte del Papa, Suor Nirmala ha deciso di rinunciare. La "religiosa", oggi 74enne, che sei mesi mesi prima della sua scomparsa il 5 Settembre 1997 era subentrata a
Madre Teresa di Calcutta, ha infatti chiesto al "Capitolo" di votare una seconda volta, motivando la decisione con la sua salute incerta e la volontà di riprendere la "vita contemplativa" all’interno della "Congregazione".
L’annuncio della nuova guida dell’"Ordine" è stato dato dalla "portavoce" delle "Missionarie della Carità", Suor Christie, Martedì notte. «Suor Mary Prema è ora ufficialmente "Superiora Generale" delle "Missionarie della Carità"» – ha comunicato all’agenzia "Ucan", agenzia d’informazione rivolta alle "Chiese Asiatiche". Ieri la "Conferenza Episcopale" dell’
India ha diffuso a sua volta la notizia. Il "Capitolo Generale" si è svolto in una località a trenta chilometri da Calcutta. La scelta di Suor Mary Prema è avvenuta a "maggioranza assoluta" espressa a "scrutinio segreto", come previsto dal regolamento. Le votanti erano 136, di cui 74 di origine indiana. Già nella prima elezione, il 13 Marzo, ad affiancare la "Superiora Generale" erano state chiamate come "assistente" e "prima consigliera" Suor Joseph e come "consigliere" Suor Johanna, Suor Adriana e Suor Joseph Maria.
Con la decisione di abbandonare l’incarico di "Superiora" della "Congregazione", termina la stagione «direttiva» di Suor Nirmala, cui è toccato il difficile incarico di guidare l’"Istituto" subito dopo la sua "carismatica", ed amatissima, "fondatrice".
Capace di abbinare lo spirito "caritatevole" al carattere "fermo", fedelissima allo spirito di Madre Teresa, sotto la guida di questa "religiosa", originaria di una famiglia di "bramini", "convertitasi" al cristianesimo ed entrata nella "Congregazione" a 23 anni nel 1958, per anni vissuta a New York, la famiglia delle "Missionarie della Carità", che include il ramo "attivo" e quello "contemplativo", oltre a "Congregazioni" ed "Istituti" maschili, è cresciuta di numero e ha esteso la sua attività a nuovi Paesi e in nuovi campi di "apostolato". Oggi le Suore di Madre Teresa sono oltre 5.000, con circa 800 "Case" in quasi 100 Paesi.