O Signore, che esalti i piccoli,
dai la tua grazia agli umili
e hai chiamato la Venerabile
Giovanna Battista Solimani
nella via dei consigli evangelici,
Ti preghiamo, porta a compimento
l'opera iniziata in lei, con la
glorificazione della tua umile serva.

Per sua intercessione
ti supplichiamo di concederci
la grazia che ti chiediamo...
Tu che vivi e regni nei secoli dei secoli.
Amen

Venerabile Giovanna Battista Solimani.

Venerabile
Giovanna Battista Solimani

Fondatrice
Monache Romite di S. Giovanni Battista

We have received letters from US asking for prayers and that is what we are doing since then, yet our written answer will take some time becouse we need help to write in English and we do apologise for that.

RICHIESTE DI PREGHIERA    Monastero Romite Battistine    DIARIO
Via Bottini, 23 - 16147 Genova - Tel. 010.389498

Sr. Anna Maria Basso
Monaca Romita Battistina

Frabosa Soprana 26.12.1906
Genova 17.07.2010

Sr. Anna Maria Basso.

Ti benedico, Padre, Signore del cielo e della terra, perché hai tenuto nascosto queste cose ai sapienti e agli intelligenti e le hai rivelate ai piccoli... Sì Padre 
perché così è piaciuto a Te.
Mt 11, 25

Nell'umile, nascosto e spesso eroico servizio alle sorelle, 
trascorse 73 anni di Vita Romita Battistina, in lieta semplicità, 
animata da un amore e una confidenza totale verso il suo Padre celeste.

NELLA VIA DEL SIGNORE...

GIOVANNI BATTISTA TESTIMONE DELL'AGNELLO

(Costituzioni n. 6)

Le Romite Battistine impareranno in tal modo ad amare e valorizzare il carisma della Fondatrice – dono prezioso dello Spirito Santo al loro Ordine – , che consiste nel perpetuare nel tempo lo spirito e il messaggio del Patrono San Giovanni Battista, il quale venne ad indicare agli uomini il Messia atteso ed  a preparargli le strade nella penitenza:   «Convertitevi, perché il Regno di Dio è vicino» (Mt. 3, 1-2).   «Preparate le vie al Signore, raddrizzate i suoi sentieri... Ogni uomo vedrà la salvezza di Dio». (Lc. 3, 4-6).

L’Avvento – in cui si erge maestosa la figura del Battista – per tutto il popolo di Dio è tempo forte; per le Romite Battistine è tempo fortissimo. Tutta la loro vita dovrebbe essere un Avvento,

v     un attendere, un vivere protese verso il Cristo,

v     un preparare le strade, realizzando in sé il Regno dello Spirito, in un annientamento, in uno spogliamento di sé, che è nella logica della missione profetica del Battista e che non è mai disgiunto dalla gioia. (Gv. 3, 28-30: «Non sono io il Cristo, ma io sono stato mandato innanzi a lui. Chi possiede la sposa è lo sposo; ma l'amico dello sposo, che è presente e l'ascolta, esulta di gioia alla voce dello sposo. Ora questa mia gioia è compiuta. Egli deve crescere e io invece diminuire»). 

Soltanto a questo prezzo le Romite Battistine, potranno, come il Precursore, «rendere testimonianza alla luce» (Gv. 1, 8).

v     Ispirandosi al carisma del loro Ordine, in novità di vita, con l’entusiasmo del cuore, con tutto l’ardore apostolico, vivranno a tempo pieno la loro giornata monastica, facendo propri i problemi della Chiesa e dei fratelli del mondo intero.

v     In particolare sentiranno l’urgenza dei «preparare le strade» al ritorno dei fratelli separati e dei lontani; perciò vivranno con particolare intensità l’Ottavario per l’unità dei Cristiani.