MISSIONE AMICIZIA     BANGLADESH - UNA LETTERA DA DHANJURI DI P. CHERUBIM     MISSIONE BANGLADESH

( Libera traduzione a cura di "Banglanews" )

"La Buona Novella di Gesù..."

Dhanjuri, 4 Ottobre 2008

Caro Bruno "Dada" ed amici tutti,

Saluti e "Eid Mubarok" (Nota… "Eid" è la "festa del ringraziamento" per i musulmani, dopo il "Ramadam"). Spero che voi tutti stiate bene e vi scrivo questa lettera per farvi conoscere i dettagli relativi al "Seminario sull'Istruzione", tenuto dai ragazzi della nostra parrocchia che, grazie a voi, frequentano il "College" e l'"Università". Abbiamo, nella stessa giornata, celebrato la Festa di San Francesco, "patrono" della nostra parrocchia e del "lebbrosario", di cui vi ha scritto a parte Padre Adolfo.

Il "Seminario", per i 58 ragazzi e le 35 ragazze che vi hanno partecipato (in effetti avrebbero dovuto essere non 93, ma 150: purtroppo molti non hanno ricevuto in tempo l'informazione necessaria), ha trattato le seguenti tematiche…

1. Soltanto l'istruzione dei giovani può portare un cambiamento di sviluppo e di istruzione nella nostra società.

2. Accettare la "sfida" di salvare la propria cultura da quella imposta dalla "globalizzazione".

3. Imparare metodi e "strategie" per sviluppare abilità per un'istruzione più elevata, che rispetti la propria identità personale.

4. L'importanza dell'insegnamento della Chiesa, in particolare per i giovani, e la chiamata al "servizio".

"Se non si ha, nel proprio cuore, la Buona Novella di Gesù, il Regno di Dio non ci appartiene, malgrado ogni nostra ricchezza materiale"…

Abbiamo quindi utilizzato uno "slogan", per sintetizzare quanto sopra: "La gioventù istruita di Dhanjuri può portare unità e libertà nella nostra società".

Abbiamo inoltre organizzato una cerimonia di ricevimento per gli studenti che hanno superato il "SSC" (corrispondente alla nostra "II Superiore"), "HSC" (pre-universitario) e la laurea. Li abbiamo festeggiati ed incoraggiati con piccoli doni

Come dicevo, il 4 Ottobre, Festa di San Francesco, nostro "patrono", il Vescovo Moses Costa ed alcuni sacerdoti sono venuti a Dhanjuri ed abbiamo celebrato due Sante Messe. Una nella nostra Cappella di "bambù" (la nuova Chiesa è ormai prossima al suo completamento e speriamo di inaugurarla per Natale, assieme al nuovo "boarding", che sarà ufficialmente inaugurato assieme alla Chiesa, ma che pensiamo di "riempire" con i nostri ragazzi anche prima).

Con l'occasione è stato inaugurato anche il nuovo "refettorio" (in effetti due, per dividere, secondo il "costume" musulmano, i maschi dalle femmine) del "lebbrosario", tanto caro a Padre Adolfo. Precedentemente i malati prendevano i pasti nelle loro "camerate": questo è un notevole passo in avanti, non soltanto per l'igiene, ma anche perche facilita la "socializzazione".

Purtroppo, sia i ragazzi che le ragazze dei "boarding" non erano presenti (ad eccezione di quelli della "Classe X", che si stanno preparando per l'"SSC") in quanto erano, in occasione delle festività dell'"Eid" (musulmana) e della "Puja" (hindu), in vacanza presso le loro famiglie.

Ma tutti sono ansiosi di essere presenti alla prossima inaugurazione del loro "boarding", che è stato costruito con il tuo aiuto e con quello di tanti tuoi amici.

A tutti i benefattori rivolgo un saluto riconoscente e li ricordo nelle mie preghiere, ma anche in quelle dei nostri ragazzi!

Padre Cherubim Bakla, Parroco di Dhanjuri