ESERCIZI DI SCRITTURA     Ballata delle cose misteriose     POESIE

Un mucchio di cose spiegare non so
Le avvolge il mistero, svelarle io spero
Perciò per vedere se c’è chi mi aiuta
Ne faccio una lista ché è cosa astuta!
Ne faccio una lista, però piccolina
Ché se dico tutto facciamo mattina.

Mi chiedo:
che sogna il mio gatto che freme sul letto?
Ripensa al suo cibo?
Va a caccia sul tetto?

Che pensa il mio cane guardando lontano?
Vorrebbe fuggire? Sembrare un gabbiano?
E quello, che vola nel cielo lassù,
che pensa di noi che restiamo quaggiù?

La quercia, che resta nel bosco piantata,
farebbe magari una passeggiata?
Oppure vorrebbe mangiarsi un gelato
Di fragole e panna o di cioccolato?

Il verme che è dentro la terra nascosto
Ha mai desiderio di un altro posto?
Magari al sole di un altopiano,
magari nell’acqua, magari su un ramo?

Il giorno di ieri è davvero passato?
O forse dopo essere stato piegato
È finito con gli altri dentro a un librone
Con la copertina di cuoio marrone?

E il domani che deve ancora arrivare
Si può in anticipo già un po’ cambiare?
 È scritto di già quel che faremo
oppure stravolgerlo un poco potremo?

Esiston le fate?
Ci sono gli gnomi?
E gli orchi cattivi?
E i maghi burloni?

Il topo che prende il dentino caduto
Che se ne farà? Lo baratterà?
Magari con una collana preziosa
Per la topolina che è così graziosa?

Gli uccelli che cantan di primo mattino
Di che parleranno sul mio balconcino?
La luna che splende nel cielo lucente,
si sente mai sola? Le piace la gente?

Il treno che corre su binari stretti
Vorrebbe cambiare? Viaggiare sui tetti?
La trota che guizza nell’acqua più blu
Vorrebbe volare nel cielo lassù?

Chi ha disegnato i bei fiocchi di neve
Quel modo che hanno di scendere lieve?
Chi di alba e tramonto ha scelto i colori
Chi ha creato dal nulla il profumo dei fiori?

Chi ha tracciato la tela perfetta del ragno?
La rana che gracida in riva allo stagno?
Chi ha detto "che il bruco diventi farfalla"
è lo stesso che ha dato la luce alla stella?

Non so che pensare, non so cosa dire
Son troppe le cose che non so capire!
Ma mi sembra non esser lontano dal vero
Se dico che dietro questo mistero

C’è una mano gentile
Un cuore che ama
Un pensiero di bene
Una voce che chiama

Una voce che dice
(la sento tra tante)
che sono voluto,
che sono importante!

( ANNA BOCCIA )