MADONNA DELLA GUARDIA

La preghiera che il Pontefice ha recitato al Santuario di Nostra Signora della Guardia:
«Insegnaci ad essere veri testimoni di Gesù, liberi dalle "suggestioni" del mondo».

PREGHIERE    «Maria, guida nella fede e nella carità»    DOCUMENTI

Pubblichiamo il testo della preghiera pronunciata da Benedetto XVI,
al Santuario di Nostra Signora della Guardia a Genova,
durante la sua "visita pastorale" all’arcidiocesi ligure, domenica scorsa.

Statua della Madonna della Guardia, nei Giardini Vaticani...

("Avvenire", 20/5/’08)

O Vergine Maria,
che dall’alto del tuo Santuario
vegli su questo popolo a te devoto,
benedetta sei tu fra le donne
e benedetto è il frutto del tuo seno Gesù.
Per l’umiltà del tuo cuore
Dio ti ha scelta come Madre del Figlio suo incarnato,
e per il coraggio del tuo animo
ti ha chiamata ad essere partecipe della croce
sulla quale il tuo Figlio moriva.
  Così, per espresso volere di lui, tu sei divenuta Madre nostra.
  Sii sempre benedetta, o Madre di Dio e degli uomini.

A te volgiamo il nostro sguardo di figli,
a te ricorriamo con fiducia incrollabile;
a te confidiamo le gioie e le pene nostre,
delle famiglie, della società, della Chiesa.
Tu guarda, accogli, illumina e consola ciascuno.
  Insegnaci ad ascoltare il tuo Figlio Gesù
e a fare quello che egli nel suo Vangelo ci dice,
per testimoniarlo con la coerenza della vita,
restando liberi dalle suggestioni del mondo
e aperti sempre alle interiori mozioni dello Spirito.

A te, Santa Vergine della Guardia,
all’inizio del nuovo millennio,
la Città di Genova rinnova il suo affidamento,
memore delle sue avite tradizioni di limpida fede,
di intraprendenza operosa, di magnanima carità.
  Rendi sicuro il nostro cammino, salda la speranza,
capace di comprensione e di perdono la vita.
  Aiutaci ad essere veri discepoli di Cristo, ad amare la Chiesa,
ad essere messaggeri lieti del Vangelo,
sapendo che la fede è sorgente di civiltà e di bene per tutti.

( BENEDETTO XVI )