ESERCIZI DI SCRITTURA     NEL SILENZIO…     DIARIO

"Guarda anche tu nel profondo: col silenzio troverai la tua vera immagine!"...

Un uomo si recò da un monaco di clausura.

Gli chiese: "Che cosa impari mai dalla tua vita di silenzio?".

Il monaco stava attingendo acqua da un pozzo, e disse al suo visitatore: "Guarda giù nel pozzo! Che cosa vedi?".

L'uomo guardò nel pozzo... "Non vedo niente!".

Dopo un po' di tempo, in cui rimase perfettamente immobile, il monaco disse al visitatore: "Guarda ora! Che cosa vedi nel pozzo?".

L'uomo ubbidì e rispose: "Ora vedo me stesso: mi specchio nell'acqua!".

Il monaco disse: "Vedi, quando io immergo il secchio, l'acqua è agitata. Ora, invece, l'acqua è tranquilla. È questa l'esperienza del silenzio: l'uomo vede se stesso!".

«Quando non ce la faccio più, vado a sedermi vicino a mia nonna mentre lavora a maglia... Mia nonna profuma di cipria e ha un respiro lento lento. Di tanto in tanto alza gli occhi e sorride un poco: di solito, però, si limita a lavorare e respirare... Beh, mi fa sentire cullata...». ( Amelia, 14 anni ).

Oggi scegliti un angolo tranquillo e lasciati cullare dal silenzio!

( BRUNO FERRERO )