PICCOLI GRANDI LIBRI  Andrewes - Newman  PREGHIERE
HO PENSATO A TE, SIGNORE
Preghiamo
con John Henry Newman
Traduzione di Clarissa Demarcus e Angelo Colacrai

    Presentazione      
PRIMO GIORNO SECONDO GIORNO TERZO GIORNO QUARTO GIORNO QUINTO GIORNO SESTO GIORNO SETTIMO GIORNO
Creatore della luce
Risuscitaci a novità di vita
Signore misericordioso e gentile
Ricorda di che sono fatto
Per amore del tuo nome
Non dimentico i miei peccati
Signore, non mi sgridare
Abbi misericordia di me, o Dio
Alzerò le mie mani
Credo, Signore, in te
Aiuta la mia incredulità
Speranza di tutta la terra
Signore dei morti e dei vivi
Signore della messe
Signore dei signori
Tu che stabilisci ogni autorità
Dio nostro e dei nostri figli
Unica è la tua compassione
Mi affido a te
In alto i cuori
Te che le stelle inneggiano
Benedetto sii tu, Signore
Confesserò i miei peccati
Pietà di me, figlio di Davide
Allontana da me il male
Concedimi, o Dio
Credo in Dio
Dio creatore, ascoltaci
Dio salvatore, ascoltaci
Dio amore, ascoltaci
Dio di misericordia, ascoltaci
Benedirò il Signore

 

 

 

 

All'aurora ti cerco
Sii misericordioso verso di me
Cerco il tuo volto
Ascolta, Signore, e abbi pietà
Ricordati, Signore
Perfeziona in me i tuoi doni
Guida i nostri passi
Credo
Signore, concedi benedizioni
Tu, Signore, sii lodato in Sion
L'anima mia loda te, Signore
Gloria a te, Signore

 

 

 

 

Ho pensato a te, Signore
Signore, sei tu nostro padre
Per amore del tuo nome
Concedimi il pentimento
Signore salvami
Difendimi, o Dio
Concedimi, o Dio
Credo la santa Trinità
Eccellente è la tua bontà
Apri la tua mano
Ricordati d'ogni cristiano
Concedi a tutti pace profonda
Nell'immensa tua compassione
Di tutto il tuo popolo ricordati
Concedi pace e amore
Il tuo splendore brilli su noi
Lode a te di eternità in eternità


 

Benedetto sii tu, Signore
Convertici, Signore, a te
Porgimi l'orecchio e ascolta Fammi grazia, Signore
Credo che egli c'è
Signore della pace
Con Maria tua madre
Per la grazia del Signore Gesù
Cristo
Signore, mio Signore
Cosa renderò al Signore?

 

 

 

 

Fin dal mattino a te la mia preghiera
Sii benedetto per il seme che dà vita
T'ho resistito, Signore
Hai risollevato la mia vita Guardami, Signore
Volgiti a me, Dio
Per la tua grazia, o Dio
O Cristo, santificami
Credo che tu m'hai creato
Prego per tutti i fratelli in Cristo
Sia benedetto il tuo nome
Tu sei degno, o Signore

 

 

 

 

Signore, sii benigno con noi
Elevo a te il mio volto
Sei il Dio dei penitenti
Gesù maestro, abbi misericordia
Signore, perdono
Signore, facci dono
Credo in te, Padre Figlio Spirito
Santo
Re del cielo
A Dio sia gloria
Benedetto, lodato, celebrato Tu solo sei il Santo
Dio sarà il nostro Dio, alleluia

 

 

 

SETTIMO GIORNO

Allora Dio...
cessò nel settimo giorno da ogni lavoro.
Dio benedisse il settimo giorno e lo consacrò,
perché in esso aveva cessato da ogni lavoro che egli creando aveva fatto.
(Gn 2,1-3)

SIGNORE, SII BENIGNO CON NOI

Signore, sii benigno con noi,
ti abbiamo aspettato;
sii tu il nostro braccio destro
fin dal mattino,
la nostra salvezza
anche in tempo di difficoltà.
Benedetto sii tu, Signore,
che riposasti il settimo giorno
- dopo tutte le tue opere -
che benedicesti e santificasti.

ELEVO A TE IL MIO VOLTO

Mi vergogno e arrossisco, mio Dio,
nell' elevare a te il mio volto,
poiché la mia malizia ha superato persino la mia testa,
e i miei errori stanno salendo al cielo;
dai giorni della giovinezza
ho vissuto in peccato
fino a oggi;
per questo non posso resistere davanti a te.
Le mie cadute sono più numerose della sabbia del mare,
le mie colpe si sono moltiplicate,
e non sono degno di alzare lo sguardo e ammirare l'altezza del cielo,
per il gran numero delle ingiustizie da me commesse;
non trovo più pace,
poiché ho provocato la tua ira,
e ho fatto il male
che tu hai visto e conosci;
non affidandomi alla tua volontà,
non mantenendomi fedele
ai tuoi comandamenti.

Ora però il mio cuore batte verso di te,
confidando nella tua bontà.
Ho peccato, Signore, ho peccato,
e conosco le mie iniquità;
ti chiedo e ti supplico
di perdonarmi.
Signore, perdonami,
e non lasciarmi nel marasma
della mia malizia;
non essere più adirato,
non riservarmi punizioni dure,
non mi condannare ad andare sottoterra.

 

SEI IL DIO DEI PENITENTI

Ma tu, Dio,
sei il Dio dei penitenti,
e mi mostri
tutta l'amorevole benevolenza;
e salverai me per quanto indegno,
per la tua pietà immensa;
e io ti loderò per sempre.

Signore, se tu vuoi, puoi disinquinarmi;
Signore, pronuncia anche solo una parola e io sarò salvato.
Salvami;
non ti preoccupi che noi moriamo?
Fa' musica al mio orecchio
con le parole: Rallegrati,
i tuoi peccati ti sono rimessi.

 

GESÙ MAESTRO, ABBI MISERICORDIA

Gesù, mio Maestro,
abbi misericordia di me;
tu, figlio di Davide, Salvatore,
abbi misericordia di me;
figlio di Davide, figlio di Davide. Dimmi: Effatà.
Signore, dimmi:
Sii prosciolto dalle tue infermità.
Di' all'anima mia:
Sono io la tua salvezza.
Dimmi:
Ti basta la mia grazia.
Signore, per quanto tempo ancora proverai sdegno per me?
La tua gelosia mi brucerà
come paglia per sempre?
Non ti ricordare dei nostri errori passati;
ma abbi compassione di noi, presto,
perché siamo già giunti
a una grande miseria;
aiutaci, Dio della nostra salvezza;
per la gloria del tuo nome.
liberaci e sii misericordioso con noi
per amore del tuo nome.

 

SIGNORE, PERDONO

Signore, perdonami
tutte le inconsistenze,
i difetti, le cadute,
le offese, le infrazioni, gli scandali,
le trasgressioni, i debiti, i crimini,
le prevaricazioni,
l'ignoranza, l'iniquità,
l'ateismo, le ingiustizie, la corruzione.

La loro colpa,
sii buono al riguardo, perdonala;
rimetti, assolvi;
Sii propizio risparmia;
non imputare, prosciogli, dimentica.

La macchia,
passa oltre, sorvola;
ignora, non notarla;
nascondi, lavala via;
cancella, purificala.

La ferita,
rimetti, guarisci, rimedia;
togli, rimuovi, porta via;
abolisci, annulla, disperdi,
che non sia più trovata,
che non esista più.

 

SIGNORE, FACCI DONO

Provvedi
per la fede, la virtù;
per la virtù, la conoscenza;
per la conoscenza, la continenza;
per la continenza, la pazienza;
per la pazienza, la devozione;
per la devozione, l'amore fraterno;
per l'amore fraterno, la carità.

Che io non dimentichi di purificarmi dalle colpe passate,
ma vi presti attenzione
per rendere la mia vocazione
e la mia elezione più sicure attraverso le opere buone.

 

CREDO IN TE, PADRE FIGLIO SPIRITO SANTO

Credo in te, Padre;
se tu sei padre e noi tuoi figli e figlie,
come un padre che ha pietà per i figli,
così sii tenero verso di noi, Signore.

Credo in te, Signore;
se tu sei il Signore
e noi i tuoi servitori,
i nostri occhi sono appuntati su di te Signore nostro,
fino a che avrai pietà di noi.
Credo che, se non fossimo
né figli e né servi ma solo cani,
ancora avremmo il tuo permesso
di mangiare le briciole
che cadono dalla tua mensa.

Credo che Cristo sia l'Agnello di Dio;
Agnello di Dio,
che togli i peccati del mondo,
tira via anche il mio.
Credo che Gesù Cristo sia venuto al mondo
per salvare i peccatori;
salva allora anche me, Signore,
che dei peccatori sono il capo.
Credo che il Cristo sia venuto
per trarre in salvo ciò che era perduto;
tu che venisti per salvare
la pecora smarrita,
non sopportare, Signore,
che si perda anche solo uno
di coloro che hai salvato.

Credo che lo Spirito è il Signore
e Colui che dà la vita;
tu che mi hai donato un' anima immortale,
concedimi di non riceverla invano.
Credo che lo Spirito conceda la grazia delle sue cose sante;
concedimi di non ricevere la grazia degli ordini sacri invano.
Credo che lo Spirito intercede per noi
con gemiti inesprimibili;
alla sua intercessione
e a quei gemiti ineffabili
concedimi di prender parte, Signore.
I nostri padri hanno sperato in te,
hanno confidato in te,
e tu li hai resi uomini liberi.
Ti invocarono e furono aiutati,
riposero in te la loro fiducia
e non rimasero delusi.
Come facesti per i nostri padri nelle generazioni antiche,
così ora libera anche noi, Signore,
che confidiamo in te.

 

RE DEL CIELO

Professione di fede
Re del cielo,
conferma nella fede
i nostri governanti
e parlamentari,
consolida anche la nostra fede,
ammorbidisci le nazioni in guerra,
rappacifica il mondo,
preserva gli spazi silenziosi delle nostre chiese,
e ricevici nella fede cattolica
e nel pentimento
da Signore gentiluomo qual sei.
La forza del Padre mi guidi,
la sapienza del Figlio m'illumini,
l'azione dello Spirito mi risvegli.
Custodiscimi nell' anima,
rinvigoriscimi nel corpo,
elevami nei sensi,
formami a buone abitudini,
benedici le mie azioni,
esaudisci le mie preghiere,
ispirami santi pensieri,
perdonami il passato,
correggimi al presente,
previenimi in futuro.

 

A DIO SIA GLORIA

A colui che ha la capacità
di abbondare fino all'eccesso
in tutto quello che gli chiediamo
o che pensiamo,
secondo la forza che già opera in noi,
a lui sia la gloria
nella Chiesa in Cristo
per ogni generazione
nei secoli e senza fine.
Amen.

 

BENEDETTO, LODATO, CELEBRATO

Benedetto, lodato,
celebrato,
magnificato,
esaltato, glorificato
e santificato
sia il tuo nome, Signore,
la sua registrazione nella memoria
e ogni sua invocazione;
per l' onorabilissimo senato dei patriarchi,
per la sempre venerabile cerchia dei profeti,
per il gloriosissimo collegio
degli apostoli e degli evangelisti,
per l'illustrissimo esercito
dei martiri e dei confessori,
per l'assemblea dei dottori,
degli asceti e dei mistici,
per la bellezza delle vergini,
per i neonati, delizia del mondo,
per la loro fede, e speranza,
per le loro opere, e verità,
per il loro sangue, e zelo,
per la loro diligenza, e le lacrime,
per la loro purezza, e la bellezza.
Gloria a te, Signore, gloria a te.
Gloria a te che li glorificasti,
e con loro anche noi glorifichiamo te.

 

TU SOLO SEI IL SANTO

Grandi e meravigliose
sono le tue opere,
Signore onnipotente;
giuste e veraci sono le tue vie,
Signore dei santi.
Chi non ti temerà, Signore,
e chi non glorificherà il tuo nome?
Perché tu solo sei il Santo,
tutte le nazioni verranno a onorarti,
perché i tuoi giudizi
sono stati resi pubblici.

 

DIO SARÀ IL NOSTRO DIO, ALLELUIA

Lodate il nostro Dio,
tutti voi suoi servi,
e voi che lo temete,
piccoli e grandi,
Alleluia,
perché il Signore, Dio onnipotente,
regna;
rallegriamoci ed esultiamo,
e rendiamogli onore.
Ecco, la tenda di Dio è fra noi,
ed egli abiterà con noi per sempre;
e noi saremo il suo popolo,
e Dio sarà il nostro Dio,
e asciugherà ogni lacrima dai nostri occhi.
Non ci sarà più la morte;
né più pianto né dolore,
poiché le cose di prima sono passate.