PICCOLI GRANDI LIBRI   PREGHIAMO CON GIOVANNI XXIII  PREGHIERE

Dialoghi e invocazioni a Dio del Papa buono
a cura di Battistina Capalbo fsp

FIGLIE DI SAN PAOLO, 2000

IL DONO DELLA REDENZIONE

L'EUCARISTIA
DONO DI CRISTO NOSTRO FRATELLO

LA CHIESA PREGA
PER L'UMANA FAMIGLIA

IL DONO DELLA MADRE DI GESÙ
E MADRE NOSTRA

IL DONO DEI TESTIMONI DELLA FEDE

Signore Gesù
Tu, fonte di gioia
Davanti al presepio
Convertici
Sostieni quanti credono in te
Salga a te la nostra preghiera
Santificaci
Nostro Salvatore
Dona a noi la pace
Vincitore della morte
In te la via, la verità, la vita
Gesù, fratello nostro
O Cristo che ascendi al cielo
Santo Spirito
Divino Redentore
Pane quotidiano
Vita del mondo
Venga il tuo regno
Signore dei signori
Gesù Eucaristico
Pastore amabile
Preservaci dai pericoli
Gesù buon pastore
Gesù, pane di vita
Gesù, nostra unica mensa
Sacramento di amore
Salva il popolo tuo
Ci allietiamo in te
O Gesù Benedetto
Custodiscici nel tuo nome
Padre dell'umana famiglia
Riscalda i nostri cuori
Guarda benigno
Ammirabile è il tuo nome
Cristo Salvatore
Eterno Sacerdote
Unico ovile e unico Pastore
La tua immagine crocifissa
Sia fatta la tua volontà
Misericordioso Iddio!
Abbrevia il tempo della «prova»
Ti preghiamo per gli oppressi
Santifica la tua Chiesa
Ti chiediamo perdono
Conservaci nel tuo amore
Redentore nostro
Ti supplichiamo sempre
Concedi pace e concordia
Benedite tutti
Difendici dai pericoli. . .
Gloria
Madre di Gesù e madre nostra
Stella del mattino
Salus populi Romani
Regina e Madre
Benedici, o Madre
Fonte di grazia
Sede della sapienza
Regina Apostolorum
Aiuto dei cristiani
Madre del Buon Consiglio
Madonna della Fiducia
Regina delle Missioni
Vergine gloriosa e benedetta
Madonna della salute
Regina della pace
Intercedi per la pace nel mondo
Proteggi i tuoi figli
Intercedi per tutti
Aiuto dei cristiani
Benedici i tuoi figli
Regina del Libano
Madonna di Siponto
Cara Madonna della Basella
Madonna di Czestochowa
O Immacolata nostra
Tu vedi o Maria
Vergine Immacolata
Santa Maria Immacolata
Assistimi, san Pio X
Ricordati di noi, o san Pio X
San Pio X, proteggi la Chiesa
O san Giuseppe, tu conosci
Custode di Gesù e sposo di Maria
Protettore della Chiesa
Pietro e Paolo
Paolo, apostolo universale
Per intercessione di santa Bertilla
Beata Elisabetta Seton
Beato Luigi Maria

Con Cristo Crocifisso, sempre
Ricordando Papa Giovanni Cronologia della vita di Giovanni XXIII

IL DONO DELLA MADRE DI GESÙ E MADRE NOSTRA

MADRE DI GESÙ E MADRE NOSTRA

Maria,
madre di Gesù e madre nostra!
Qui siamo venuti stamane ad invocarvi
come prima stella del Concilio,
che sta per avviarsi;
come luce propizia al nostro cammino,
che si volge fiducioso
verso la grande assise ecumenica,
che è universale aspettazione.

Vi abbiamo aperto l'animo nostro,
o Maria;
l'animo che non è mutato
con il passare degli anni,
dal primo incontro degli inizi del secolo:
lo stesso cuore commosso di allora,
lo stesso sguardo supplichevole,
la stessa preghiera.

Nei quasi sessant'anni
del nostro sacerdozio,
ogni nostro passo
sulle vie dell' obbedienza
è stato segnato dalla vostra protezione,
e null' altro mai vi abbiamo chiesto
se non di ottenerci
dal vostro Divin Figlio
la grazia di un sacerdozio
santo e santificatore.
Anche l'indizione del Concilio
abbiamo compiuto,
voi lo sapete, o Maria,
in espressione di obbedienza ad un disegno
che ci parve veramente corrispondere
alla volontà del Signore.

Oggi ancora una volta,
ed in nome di tutto l'episcopato,
a voi, dolcissima Madre,
che siete salutata
Auxilium Episcoporum,
chiediamo per noi,
Vescovo di Roma,
e per tutti i vescovi dell'universo
di ottenere i la grazia
di entrare nell'aula conciliare
della Basilica di San Pietro,
come entrarono nel Cenacolo gli Apostoli
e i primi discepoli di Gesù:
un cuor solo,
un palpito solo di amore
a Cristo e alle anime,
un proposito solo
di vivere e di immolarci
per la salvezza dei singoli
e dei popoli.

Così, per la vostra
materna intercessione,
negli anni e nei secoli futuri,
si possa dire
che la grazia di Dio ha prevenuto,
accompagnato e coronato
il XXI Concilio Ecumenico,
infondendo nei figli tutti
della Santa Chiesa,
nuovo fervore,
slancio di generosità,
fermezza di propositi.

A lode di Dio onnipotente:
Padre, Figlio e Spirito Santo,
per la virtù
del Sangue prezioso di Cristo,
la cui pacifica dominazione
è fiore di libertà e di grazia
per tutte le genti
per tutte le civiltà ed istituzioni,
per tutti gli uomini.
Amen. Amen.

[41]

 

STELLA DEL MATTINO

Vergine Immacolata,
radiosa immagine
di candore e di grazia,
che col tuo apparire
diradi le tenebre
della notte incombente,
e ci innalzi ai fulgori del Cielo,
guarda benigna ai tuoi figli e devoti,
che si stringono a te.
Stella del mattino,
prepara i nostri pensieri
alla venuta del Sole di giustizia,
da te portato al mondo.
Porta del Cielo,
solleva i nostri cuori
ai desideri del Paradiso.
Specchio di giustizia,
conserva in noi l'amore
della grazia divina,
affinché, vivendo umili e gioiosi
nell' adempimento
della nostra vocazione cristiana,
sempre possiamo godere
dell' amicizia del Signore,
e delle tue materne consolazioni.
Così sia.

[42]

 

SALUS POPULI ROMANI

O Maria Immacolata di Lourdes,
siici sempre propizia
sotto qualunque titolo,
ai nostri padri e a noi,
piacque di invocarti.

O Madonna Immacolata
noi ti ringraziamo e ci felicitiamo
degli atti di omaggio e di amore
che durante tutto questo anno centenario
delle tue Apparizioni
tu ci ispirasti ed aiutasti a compiere.

Noi continueremo a salutarti,
o Maria,
coi titoli nostri e tuoi
più cari e benedetti:
come i nostri avi ti invocarono
qui nella Basilica Liberiana
sotto questi archi rifulgenti
dei ricordi del tuo culto
e della tua divina maternità.

In questo tempio insigne
tutti ti chiamiamo:
Salute del popolo Romano:
Salus populi Romani.
Siilo ancora: siilo sempre,
O Madre, o Regina nostra.

Prega per noi
o Maria Regina della pace,
preserva il popolo tuo
da ogni insidia del maligno
e da ogni guerra:
assicura della pace questa tua Roma,
la diletta Italia,
le Nazioni del mondo universo,
la Chiesa tua santa,
cattolica ed apostolica.
Così sia.

[43]

 

REGINA E MADRE

Dal tuo trono di gloria,
o Regina, o Madre,
piega i tuoi occhi misericordiosi
verso i miseri;
ottieni il perdono;
la giustizia del Figlio tuo
si volga in grazia per tutti noi.
La nostra fiducia in te
corrobori la nostra speranza,
rinsaldi i buoni propositi
di vita cristiana,
animata dalla carità forte e sincera.
O Maria, ti chiediamo...
puritatem mentis,
la chiarezza della dottrina
che è dono dell' intelletto;
corporis pudicitiam,
la modestia del corpo...
sanctimoniam vitae,
la santità della vita,
poiché questo è ciò che più vale
sulla terra e per il cielo;
fraterno amore,
l'amore fraterno,
cioè la concordia dei cittadini
che è segreto di prosperità,
perfezione di cristianesimo,
sorgente inesausta di gaudio e di pace.

[44]

 

BENEDICI, O MADRE

O Madonna di Fatima,
come ancora una volta
ti ringrazio di avermi fatto invitare
a questo convito di misericordia
e di amore.

Qui... tu mi fai sentire
tutta la dolcezza delle beatitudini
che il Figliolo tuo benedetto
annunciò dalla montagna
al mondo intero:
Beati i poveri,
i piccoli, i pacifici,
i puri, i pazienti,
gli ansiosi della giustizia,
gli amanti del sacrificio.

Benedici, o Madre,
questa nobile tua nazione Lusitana
che ti sei eletta a nuovo santuario
delle tue meraviglie...

Benedici l'Europa tutta intera
oggi più che mai
tormentata da profonde divisioni
fra chi pensa di poter edificare un mondo
nuovo senza il Figliolo tuo,
che del mondo è il Salvatore,
la via, la verità, la vita,
senza restare fedele
alla gloriosa tradizione degli avi...
Sulle rive della laguna Veneta
il culto per te, tu sai,
o Madre,
quanto sia grande e vivo.

[45/I]

 

FONTE DI GRAZIA

Madonna della Salute
e Madonna Nicopeja,
le due icone veneratissime, incomparabili,
l'una nel suo tempio,
l'altra sul preziosissimo altare
presso la tomba di S. Marco,
ambedue venuteci da Chio
e dall' antica Bisanzio,
sono come due occhi buoni e splendenti
da cui sorride il tuo amore di madre
degli antichi cristiani d'Oriente...
Ad esse aggiungerò
per la venerazione del mio popolo
ed a ricordo di questo mio pellegrinaggio,
la testimonianza dei miei voti
per quanto è più caro
al mio cuore di pastore
nelle circostanze attuali
specialmente delicate,
o Madonna di Fatima,
come a congiungere dalle rive
dei due mari,
ancora una volta,
Oriente ed Occidente
nell' amor tuo
ab ortu solis usque ad occasum...

Oh Madonna di Fatima,
per la virtù del tuo Cuore Immacolato
ottienici da Gesù benedetto,
fonte di ogni grazia, la giustizia,
la carità, la pace. Così sia.

[ 45/II]

 

SEDE DELLA SAPIENZA

Beatissima Vergine Maria,
sede della sapienza,
salute degli infermi,
validissima patrona celeste,
volgi verso questa casa,
che è tua,
gli occhi misericordiosi
e ricoprii a con la tua protezione.

[46]

REGINA APOSTOLORUM

O Maria,
tu sai come qui sei acclamata:
Salus populi Romani,
e come l'umile Vescovo di Roma
ogni giorno
ti chiama e ti invoca
Regina Apostolorum,
Regina cleri,
Auxilium Christianorum,
Auxilium Episcoporum.
Queste parole
bastano a dirti la soavità
del nostro amore per te,
madre di Gesù e madre nostra,
e a confermare
la tua misericordia per noi,
tuoi figli devotissimi e buoni.
 

[47]

 

AIUTO DEI CRISTIANI

Maria, aiuto dei cristiani,
aiuto dei Vescovi,
del cui amore
noi abbiamo recentemente avuto particolare prova
nel tuo tempio di Loreto,
ove ci piacque venerare
il mistero dell' Incarnazione,
disponi ogni cosa
a esito felice e propizio,
e, insieme col tuo sposo san Giuseppe,
coi santi Apostoli Pietro e Paolo,
coi santi Giovanni Battista
ed Evangelista,
per noi intercedi presso Dio.

[48]

MADRE DEL BUON CONSIGLIO

O Maria,
madre dei sacerdoti,
conforto delle ore trepide,
dispensatrice di grazia e di speranza,
conserva in questi giovani la letizia
che si effonde nel Magnificat,
affinché tutti,
ed in ogni ora della vita,
siano generosi e fedeli
nel compimento dei loro doveri;
pronti a superare
le immancabili difficoltà
del ministero.

Madre del Buon Consiglio,
Vergine della fiducia,
sii accanto a ciascuno,
per formare in essi il tuo Gesù,
modello di santità sacerdotale.

[29/II]

 

MADONNA DELLA FIDUCIA

Vergine Santa,
Madonna della Fiducia,
che vegli materna sui tuoi seminaristi
come un tempo allietasti
col tuo sorriso
gli Apostoli nel Cenacolo,
guarda con speciale predilezione
a questi tuoi figli:
difendili dai pericoli
dell' anima e del corpo,
infondi in essi
un amore sempre più ardente
verso Gesù,
il Figliolo tuo benedetto,
affinché, trasformandosi in Lui,
assecondino pienamente,
i desideri del suo Cuore divino.

[49]

 

REGINA DELLE MISSIONI

O Maria!
Ancora una volta
siamo in prossimità della grande festa
che celebra la vostra assunzione al cielo.
Il nostro modo di aprirci con voi,
di onorarvi, non è cambiato affatto.
La stessa confidenza e semplicità
dei giorni lontani dell' infanzia
e della vita seminaristica.
Ma le responsabilità
si sono accresciute
col procedere degli anni.
La sentiamo tutta
la nostra parte di responsabilità
in special modo
per la formazione dei futuri sacerdoti.
Ecco qui, la eletta porzione
degli alunni di Propaganda Fide.
La varietà delle provenienze
esalta per loro mezzo
la cattolicità della Chiesa.
La loro presenza è testimonianza
di anelito missionario
e di fervore delle loro famiglie
e diocesi.
O Regina delle Missioni!
Volgetevi materna
verso il Collegio Urbano;
verso tutti gli istituti
che sono l'onore e la ricchezza
della Chiesa Cattolica
in Roma e nel mondo.
Pietà illuminata,
innocenza di costumi,
dottrina penetrata,
carità ardente
essi e noi vi chiediamo di ottenere
dal vostro divin Figlio,
affinché in ciascuno di questi giovani
egli riappaia al mondo
come trasfigurato,
sempre operante e benedicente.
Amen. Amen.

[50]

 

VERGINE GLORIOSA E BENEDETTA

Vergine Immacolata,
o Nicopeja nostra,
Regina di vittorie,
Regina di pace!
Tu sai
come i figli di Venezia
ti amino e ti prediligano...
La tua protezione
ci sia sempre presidio fedele,
a nostra fortezza
e a nostra difesa da ogni male,
o Vergine gloriosa e benedetta.
«
A periculis cunctis libera nos semper,
Virgo gloriosa et benedicta
».
Amen.

[51]

 

MADONNA DELLA SALUTE

Tu cara Madonna nostra della salute,
sii ci sempre buona madre
che intercedi per noi,
per Venezia,
per l'Italia nostra,
per le N azioni che più soffrono
in quest' ora di gravi incertezze.
Quante volte ti vidi raffigurata
nelle icone Bizantine
e nelle riproduzioni Slave dei vari Paesi
dove il mio servizio
della Santa Sede
mi condusse;
e come ti rivedo
in tante tavole sacre,
che sono, qui sulla Laguna,
la delizia della nostra pietà religiosa.
Queste sono immagini.
Ma tu, viva e gloriosa,
stai presso il trono
del tuo Figliolo benedetto,
Principe della Pace:
tu gli parli,
ed egli ti ascolta.
Vedi questo popolo veneziano,
fedele e pio che a te si confida.
I suoi magistrati e rappresentanti,
tutte le famiglie di Venezia son qui:
ti invocano,
o Madonna della Salute:
a peste, fame et bello
preserva noi e il mondo intero...

[52/I]

 

REGINA DELLA PACE

O Regina della pace,
conserva, difendi la pace,
che con la grazia
di Nostro Signore,
Figlio tuo,
è il più prezioso dei doni,
vera ricchezza della terra
dove abitano gli uomini
di buona volontà,
che ti amano tanto,
o Madonna,
ti salutano
e ti benedicono senza fine.

[52/II]

INTERCEDI PER LA PACE NEL MONDO

A te ci volgiamo
o beatissima Vergine Maria,
madre di Gesù e madre nostra.
Possiamo noi, col cuore tremante,
occuparci intorno al più grande problema
di vita o di morte,
che incombe sulla umanità tutta intera,
senza che ci confidiamo
alla tua intercessione,
a preservarci a periculis cunctis?
Questa è l'ora tua, o Maria.
A te ci affidò Gesù benedetto
nel momento estremo
del suo sacrificio di sangue.
Noi siamo sicuri del tuo intervento...
Noi ti supplichiamo,
o Madre nostra dolcissima,
o Regina del mondo.
Non di guerre vittoriose,
o di popoli sconfitti esso ha bisogno,
ma di salute rinnovata e più robusta,
di pace feconda e rasserenatrice:
di questo ha bisogno,
e questo chiama a gran voce:
salutis exordium et pacis incrementum.
Amen. Amen.

[53]

 

PROTEGGI I TUOI FIGLI

Maria dolcissima:
madre di Gesù e nostra.
Questa è la casa che i tuoi figli
hanno preparata al Figlio tuo benedetto;
questa è la casa tua.
Madre, Regina,
per la virtù,
per la tenerezza
del tuo Cuore Immacolato,
proteggi questi tuoi figlioli;
salva e benedici questa eletta gente che tanto ti ama;
il Vescovo venerando,
il clero vigoroso,
il popolo fedele.

[54]

 

INTERCEDI PER TUTTI

O Madonna santa,
madre di Gesù e madre nostra,
sii veramente,
in quest' ora più trepida e misteriosa,
ausilio dei cristiani
e intercedi per tutti.
Auxilium christianorum,
intercede pro nobis.

[55]

 

AIUTO DEI CRISTIANI

O Maria,
Auxilium christianorum,
Auxilium Episcoporum...
O Madonna della Salute,
qui dal tuo tempio glorioso,
Madre amabile e potentissima,
ispirazione e conforto...
alle generazioni
del clero Veneziano...
sii specialmente benigna
ai tuoi due Patriarchi
che in umile fraternità di sentimento
ti invocano protettrice
ai loro compiti di servizio
della Chiesa, del Santo Padre
e delle anime.
Delle anime,
poiché è ciò che conta per loro,
e per quanti sono sacerdoti
nella Chiesa del Signore.
Ecco, noi uniamo al tuo
il nostro gaudio pasquale,
Gaude et laetare, Virgo Maria,
alleluja.
Prega, prega il Signore per noi,

Ora pro nobis Deum, alleluia.

[56]

 

BENEDICI I TUOI FIGLI

O cara nostra Madonna del Bosco,
eccoti incoronata
per le mie umili mani...
Per il mio cuore di figlio,
devotissimo fin dalla mia infanzia,
a questo tuo caro santuario,
oh! quanta dolcezza,
per questo privilegio consentitomi,
di incoronarti solennemente
e di salutarti anche ufficialmente, qui,
Madre e Regina.
Il titolo regale
si addice al figlio tuo Gesù
per la sua natura divina ed umana.
A te si addice per la grazia,
che è ancora grazia di Gesù,
che ti ha fatta grande
volendoti sua madre.
Oh! come è vaga,
come è bella e preziosa,
questa corona d'oro
che ti abbiamo posto sul capo
insieme a Gesù, tuo figlio benedetto.
Con ciò tu sei vestita come Aronne
nel fulgore dei suoi più sacri
indumenti pontificali.
La corona ti sta sul capo
come segno di santità eccelsa:
signum sanctitatis,
come suggello onorifico
di bellezza sovrumana:
gloria honoris,
come espressione di potenza:
opus virtutis,
di potenza ad intercedere per noi
da Gesù figlio tuo,
le grazie, che noi imploriamo qui
sospirando e cantando.
O Madonna del Bosco,
incoronata Regina,
oggi più che mai benedici i tuoi figli
che dalle rive dell' Adda
a te convengono con tanta fede,
con tanto amore,
con tanto desiderio e sicurezza
di prosperità e di pace.

[57]

 

MADONNA DELLE GRAZIE

O Madonna delle Grazie,
continua la tua protezione,
benedicente e confortatrice
sulla tua Perugia,
su tutti i figli della Chiesa universale,
tutti insieme nella luce
dello Spirito Santo
ugualmente fratelli.
Il vivere quaggiù
non è senza sacrificio e senza croce.
Conviene pure attraversare il mondo
fra qualche miseria e tribolazione.
Ma guardando a te
tutto torna lieve e sopportabile.
Le grandi consolazioni
che tu impetri e ottieni
alle nostre anime,
alla nostra famiglia cristiana,
sono il pegno e la sicurezza
della grande patria celeste
per cui siamo fatti e che ci attende.
Così sia.

[58]

REGINA DEL LIBANO

O Maria, regina del Libano...
diffondi la sovrabbondanza
della tua grazia
sopra questo diletto popolo tuo.
Per la prima volta
nella sua lunga storia
esso si regge a piena libertà
e indipendenza politica e sociale.
Che i suoi ordinamenti
siano sempre ispirati
a principi di rispetto e di fedeltà
alle sue gloriose tradizioni avite,
che la civile convivenza
sia segnata da quei mistici doni
di unità e di pace
che sono l'implorazione più fervida
del santo Sacrificio Eucaristico
che ora riprendo
sotto gli occhi tuoi benigni,
o Madre nostra,
o Regina del Libano,
nell' intima unione sacrificale
con Gesù benedetto,
tuo figlio e nostro fratello...
Che la realizzazione dell'unità
alla quale
tutti i credenti in Cristo aspirano,
cominci di qua,
dalla terra del Libano,
per la tua intercessione,
o Maria!
La ricostituzione della cattolicità
nella sua ampiezza
e la sua perfezione
sarà l'avvenimento più importante
dei tempi moderni.
Che essa sia ascritta al tuo nome,
o Regina del Libano...

[59]

MADONNA DI SIPONTO

Di due grazie particolarmente ti prego,
o Regina di Siponto:
la pace dell' anima,
e lo spirito di pace
nelle famiglie,
nelle parrocchie,
nella diocesi Sipontina
che tanto ti ama e ti onora,
la pace dell' Italia,
nostra patria benedetta,
dalle energie protese
verso il raggiungimento
dei più alti ideali
di umana, di sociale convivenza
nella luce del Vangelo,
nella fedeltà al magistero apostolico,
oggi come ieri,
come sempre unico e splendente faro
di verità, di giustizia,
di verace fraternità cristiana...
o Madonna incoronata di Siponto,
da questa tua immagine,
e dalle tante altre che ti rappresentano,
in Italia, nel prossimo Oriente,
nell' immenso paese Russo,
intercedi per questo ritorno alla unità,
che sarà gioia ed esultanza
dei continenti e dei mari,
della terra e dei cieli
in Gesù Cristo
figlio tuo e fratello nostro,
a cui leviamo commossi
la preghiera delle nostre labbra,
il palpito dei nostri cuori riconoscenti
e lietissimi nella glorificazione
della nostra e sua beata Madre.

[60]

 

CARA MADONNA DELLA BASELLA

O cara Madonna nostra della Basella,
con quanta tenerezza
piacemi raccogliere il mio pensiero
e la mia umile parola...
intorno alla tua benedetta immagine,
quale attraverso la tradizione
sei volte secolare
si è venuta fissando
a contemplazione degli occhi
e per la gioia dei cuori.
Il tuo tratto, il tuo gesto
di Madre della misericordia è qui,
come in innumerevoli raffigurazioni
che l'uomo incontra
dovunque volga il suo piede...

O cara Madonna nostra della Basella!
Che sarà dei nostri figli?
Che sarà delle tradizioni cristiane
delle loro belle famiglie?
Tienili tu per mano
e conducili quei cari innocenti,
come guidasti i primi passi
del tuo benedetto figlio Gesù.
Questo vuole essere il frutto finale
della centenaria celebrazione
che qui ci condusse.
Scorgere tutte le anime
sulla retta via della verità,
della giustizia, della pace,
sulle tracce di Gesù
raggiungere la vera vita,
tranquillità spirituale,
e prosperità sulla terra,
sicurezza di gaudio e di gloria
nei cieli eterni.

[61]

 

MADONNA DI CZESTOCHOWA

O Vergine santissima di Czestochowa,
Regina della Polonia
a te sale la nostra preghiera confidente,
che un dì deponemmo davanti a Te,
rinnovando la consacrazione
del nostro umile servizio
nella Santa Chiesa.
Accogli le aspirazioni
di tutti questi, tuoi figli,
che sempre hai riguardati
con tenerezza materna
come tua eredità:
essi sono tuoi,
e tuoi vogliono essere.
Accompagnali nel quotidiano cammino,
e sii la loro stella,
la loro forza invitta,
il loro premio celeste.
Amen, amen.

[62]

 

O IMMACOLATA NOSTRA

Vergine Santa,
o Immacolata nostra,
quale tu ti dichiarasti
sulle parole stesse
del Vicario in terra del tuo figlio Gesù,
o Regina di Lourdes,
dacci dalla pienezza della tua grazia,
i tuoi doni.

Rinnova i prodigi di un secolo,
e fa succedere nuove meraviglie
alle meraviglie antiche...
Glorifica ancora e sempre in questo luogo
la tua mano e il tuo braccio destro...

Proteggi innanzi tutto il Papa...
splendente come è nella stessa luce
di santità del suo antecessore Pio.
Proteggi la tua città benedetta di Lourdes,
il cui nome non può essere pronunciato
nel mondo
se non identificato al nome tuo...
Conserva la tua predilezione
sopra questa terra di Francia,
sopra questo popolo glorioso
attraverso i secoli...

[ 63/I]

TU VEDI, O MARIA

Tu vedi, o Maria,
in questa luce degli occhi tuoi materni,
tu vedi accanto alla Francia
tutte le nazioni cattoliche,
tutte le anime che si fregiano del nome
del benedetto Figliolo tuo nel mondo.

Lungo il corso della storia di Europa
molte... troppe di queste anime
si sono accontentate del nome di cristiane,
ritraendo si qua e là
dalla nobile e santa significazione
che questo nome comporta,
cioè l'unità spirituale
di struttura, di sentimento, di integra fede,
del Credo in Dio Padre Onnipotente,
sino alla vita dei secoli eterni.

Questa nuova Basilica
allarga ora le sue vaste tende:
ma più vasta ancora
è la loro significazione.
Come il Figlio tuo parlò un giorno
a tutte le nazioni
che albeggiavano per la messe,
tu richiamale,
Madre di Gesù e madre nostra,
riuniscile nell' ossequio
alla parola di Gesù...

Sii particolarmente amabile
per quanti si compiacciono
della fedeltà loro
e dei loro avi
alla tradizione antica...

[ 63/II]

 

VERGINE IMMACOLATA

Le tue comunicazioni confidenti
ripetute alla tua diletta Bernardetta,
trovino qui,
o Vergine Immacolata,
una più ampia testimonianza
della tua larghezza
nel senso dei tuoi inviti,
qui ed altrove,
per il ritorno dei figli dispersi
alla casa del Padre
che è sempre la casa tua,
la dolce casa nostra:
continuino i pellegrinaggi,
ad elevazione di anime,
a robustezza fisica dei corpi,
a maturazione di preziosi frutti
di pazienza, di bontà, di dedizione.

Oso presentarti
i diletti figli di Venezia mia,
così compiaciuti
dell' onore reso nella persona
del loro umile Patriarca,
alla diocesi prediletta ed insigne
di cui san Pio X fu pastore e padre,
e le intenzioni singolari ed innumerevoli
di quanti mi caricarono
dei loro voti e dei loro doni.
Tutti io raccomando alla tua pietà
così buona e materna.

[ 63/III]

 

SANTA MARIA IMMACOLATA

Santa Maria Immacolata
soccorri i miseri,
dà coraggio ai pusilli,
consola i mesti,
sana gli infermi,
prega per il popolo,
intercedi benigna per il clero,
abbi uno sguardo speciale
al devoto femmineo ceto;
tutti sentano,
tutti gustino il tuo aiuto
benigno e potente,
quanti ora e sempre qui
ti rendono e renderanno onore,
e ti offriranno le loro suppliche
fatte passare
attraverso l'intercessione
del santo pontefice Pio X.
Tutti accogli, o Madre,
e tutti esaudisci.
Siamo tutti tuoi figli.

[ 63/IV]