PICCOLI GRANDI LIBRI  PREGHIAMO CON GIOVANNI XXIII  PREGHIERE

Dialoghi e invocazioni a Dio del Papa buono
a cura di Battistina Capalbo fsp

FIGLIE DI SAN PAOLO, 2000

IL DONO DELLA REDENZIONE

L'EUCARISTIA
DONO DI CRISTO NOSTRO FRATELLO

LA CHIESA PREGA
PER L'UMANA FAMIGLIA

IL DONO DELLA MADRE DI GESÙ
E MADRE NOSTRA

IL DONO DEI TESTIMONI DELLA FEDE

Signore Gesù
Tu, fonte di gioia
Davanti al presepio
Convertici
Sostieni quanti credono in te
Salga a te la nostra preghiera
Santificaci
Nostro Salvatore
Dona a noi la pace
Vincitore della morte
In te la via, la verità, la vita
Gesù, fratello nostro
O Cristo che ascendi al cielo
Santo Spirito
Divino Redentore
Pane quotidiano
Vita del mondo
Venga il tuo regno
Signore dei signori
Gesù Eucaristico
Pastore amabile
Preservaci dai pericoli
Gesù buon pastore
Gesù, pane di vita
Gesù, nostra unica mensa
Sacramento di amore
Salva il popolo tuo
Ci allietiamo in te
O Gesù Benedetto
Custodiscici nel tuo nome
Padre dell'umana famiglia
Riscalda i nostri cuori
Guarda benigno
Ammirabile è il tuo nome
Cristo Salvatore
Eterno Sacerdote
Unico ovile e unico Pastore
La tua immagine crocifissa
Sia fatta la tua volontà
Misericordioso Iddio!
Abbrevia il tempo della «prova»
Ti preghiamo per gli oppressi
Santifica la tua Chiesa
Ti chiediamo perdono
Conservaci nel tuo amore
Redentore nostro
Ti supplichiamo sempre
Concedi pace e concordia
Benedite tutti
Difendici dai pericoli. . .
Gloria
Madre di Gesù e madre nostra
Stella del mattino
Salus populi Romani
Regina e Madre
Benedici, o Madre
Fonte di grazia
Sede della sapienza
Regina Apostolorum
Aiuto dei cristiani
Madre del Buon Consiglio
Madonna della Fiducia
Regina delle Missioni
Vergine gloriosa e benedetta
Madonna della salute
Regina della pace
Intercedi per la pace nel mondo
Proteggi i tuoi figli
Intercedi per tutti
Aiuto dei cristiani
Benedici i tuoi figli
Regina del Libano
Madonna di Siponto
Cara Madonna della Basella
Madonna di Czestochowa
O Immacolata nostra
Tu vedi o Maria
Vergine Immacolata
Santa Maria Immacolata
Assistimi, san Pio X
Ricordati di noi, o san Pio X
San Pio X, proteggi la Chiesa
O san Giuseppe, tu conosci
Custode di Gesù e sposo di Maria
Protettore della Chiesa
Pietro e Paolo
Paolo, apostolo universale
Per intercessione di santa Bertilla
Beata Elisabetta Seton
Beato Luigi Maria

Con Cristo Crocifisso, sempre
Ricordando Papa Giovanni Cronologia della vita di Giovanni XXIII

IL DONO DEI TESTIMONI DELLA FEDE

ASSISTIMI, SAN PIO X

O santo Padre Pio X,
in te confido.
Non temo di morire.
Non ricuso di lavorare.
Mi assista il tuo braccio potente
e tutto volga,
quanto ancora
mi resta da compiere nella vita
a edificazione, a benedizione, a letizia
di questi carissimi figli di Venezia,
figli tuoi e miei,
coi quali mi è dolce il vivere,
ma è più prezioso e gradito sacrificarmi
in effusione di mitezza
e di apostolato pastorale.

[64]

 

RICORDATI DI NOI, O SAN PIO X

O santo Padre Pio X,
sovvienti particolarmente
dei fratelli tuoi,
dona a loro
le ricchezze dello spirito tuo
ed anche quella prosperità
che rende il lavoro più sereno e contento;
benedici le loro famiglie
e l'innocenza dei loro figlioli;
ma benedici
con la nostra Italia diletta
la Chiesa universale.
Essa è militante quaggiù,
tu sostienila
nelle pacifiche battaglie dello spirito,
perché sia nel giorno eterno
trionfante con te.

[65]

 

SAN PIO X, PROTEGGI LA CHIESA

Grande Pontefice Pio X,
tu fosti lo strumento del Signore
per una grande misericordia
accordata al secolo nostro.
Veramente la mano del Signore
stette valida e robusta con te.
Manus Domini: manus Domini tecum.
Proteggi la Santa Chiesa universale,
che tanto ti ha amato
e ti predilige in un crescendo di culto,
che edifica e consola;
proteggi queste tue Venezie,
sulle quali si stende
e splende così vivo
il riflesso del tuo volto paterno;
abbi in particolare tutela e benevolenza
la tua Treviso, nobile e grande,
e questa piccola Riese tua,
divenuta celebre
ed onorata nel mondo intero
nel tuo nome dovunque benedetto.

[66]

O SAN GIUSEPPE, TU CONOSCI

O glorioso san Giuseppe,
che velasti la tua incomparabile
e regale dignità
di custode di Gesù e della Vergine Maria
sotto le umili apparenze di artigiano,
e col tuo lavoro ne sostentasti la vita,
proteggi con amabile potenza i figli,
che ti sono particolarmente affidati.
Tu conosci le loro angustie
e le loro sofferenze,
perché tu stesso le provasti,
al fianco di Gesù e della sua madre.
Non permettere che,
oppressi da tante preoccupazioni,
dimentichino il fine
per cui sono stati creati da Dio;
non lasciare che i germi della sfiducia
si impadroniscano
delle loro anime immortali.
Ricorda a tutti i lavoratori
che nei campi, nelle officine,
nelle miniere,
nei laboratori della scienza,
non sono soli a operare,
gioire e soffrire,
ma che accanto ad essi c'è Gesù,
con Maria, madre sua e nostra,
a sostenerli,
a tergerne il sudore,
a impreziosire le fatiche.
Insegna loro a fare del lavoro,
come tu hai fatto,
uno strumento altissimo di santificazione.

[67]

 

 

CUSTODE DI GESÙ E SPOSO DI MARIA

per l'intimità col Figlio di Dio,
a te affidato,
e con Maria, sua dolcissima madre.
Fa' che anche i tuoi protetti
comprendano di non essere soli
nel loro lavoro,
ma sappiano scoprire Gesù accanto a sé
accoglierlo con la grazia,
custodirlo fedelmente come tu hai fatto.
E ottieni che in ogni famiglia,
in ogni officina,
in ogni laboratorio,
ovunque un cristiano lavora,
tutto sia santificato
nella carità, nella pazienza,
nella giustizia,
nella ricerca del ben fare,
affinché abbondanti discendano
i doni della celeste predilezione.

O san Giuseppe,
custode di Gesù,
sposo castissimo di Maria,
che hai trascorso la vita
nell'adempimento perfetto del dovere,
sostentando col lavoro delle mani
la Sacra Famiglia di Nazareth,
proteggi propizio
coloro che, fidenti, a te si rivolgono.
Tu conosci le loro aspirazioni,
le loro angustie, le loro speranze:
ed essi a te ricorrono,
perché sanno di trovare in te
chi li capisce e protegge.
Anche tu hai sperimentato la prova,
la fatica, la stanchezza:
ma, pure in mezzo alle preoccupazioni,
della vita materiale
il tuo animo ricolmo
della più profonda pace,
esultò di gioia inenarrabile

[68]

 

PROTETTORE DELLA CHIESA

O san Giuseppe!
qui è il tuo posto
di Protector universalis Ecclesiae.
Ti abbiamo voluto porgere
attraverso le voci e i documenti
dei nostri immediati antecessori
un serto di onore,
in eco alla testimonianza
di affettuosa venerazione,
che ormai si sollevano
da tutte le nazioni cattoliche
e di tutte le regioni missionarie.
Siici sempre protettore.
Che il tuo spirito interiore
di pace, di silenzio,
di buon lavoro
di preghiera,
a servizio della santa Chiesa,
ci vivifichi sempre e ci allieti
in unione con la tua Sposa benedetta,
la dolcissima e Immacolata
madre nostra,
in amore fortissimo e soave di Gesù,
il re glorioso ed immortale
dei secoli e dei popoli.

[69]

 

PIETRO E PAOLO

O Pietro, o Simon Ioannis,
come fosti chiamato
nell'atto solenne
della tua altissima investitura,
ecco qui: il tuo lontano
ed indegno successore,
nel duplice compito
di Vicario di Cristo in terra
e di Vescovo di Roma,
ti sta innanzi umile e compunto
come tu lo fosti allorché il Maestro
in atto di istituire
il più grande Sacramento
volle lavarti i piedi.
Tu sai che in quest' ora così trepida,
l'ultimo chiamato al posto tuo,
ripete anche lui
il non tantum pedes meos,
sed et manus et caput.
Siigli propizio nel suo impegno
così grave di pastore e di padre
con questi suoi più preziosi
e cari collaboratori
nell' ordine sacerdotale.
E tu, o Paolo,
vaso d'elezione e dottore delle genti:
associato nel magistero,
nel culto,
nella gloria all' apostolato di Pietro,
ottieni a tutti noi, qui congregati,
il tuo spirito e la tua fiamma
diffusa nella successione
delle tue quattordici lettere,
ancora e sempre splendenti
come lampade nella Chiesa del Signore.

[70]

 

PAOLO, APOSTOLO UNIVERSALE

Paolo di Tarso,
vaso di elezione per tutte le genti,
che nelle tue infinite
peregrinazioni terrene
hai instancabilmente predicato
il Cristo Crocifisso,
conquistando a lui il mondo,
guarda con paterna predilezione
a questo popolo,
che è rimasto tuo
fin da quando ad esso ti mostrasti.
Tu sei ad esso padre e maestro:
tu lo hai ispirato nelle prove,
lo hai rinvigorito nelle lotte,
lo hai sostenuto con la tua sapienza
e col tuo esempio.
Fa' che, per tua potente intercessione,
questa isola,
che è Civitas praenobilis,
rimanga sempre la tua eredità.

[71]

 

PER INTERCESSIONE DI SANTA BERTILLA

O Signore,
re benedetto e immortale dei secoli,
ti ringraziamo
di aver associato oggi santa Bertilla
al tuo trionfo
e di avere acceso con essa
una nuova stella
nel firmamento della tua Chiesa.
Ritornando al Padre
hai promesso di non abbandonarci mai:
e tu benigno continui ad essere con noi
anche nella testimonianza e nell'amore
dei tuoi Santi,
che sono il tuo corteo più bello in cielo,
e il tuo buon profumo qui in terra.
Per intercessione di santa Bertilla,
e di tutti i Santi,
suscita nelle anime,
nelle famiglie,
nelle diocesi germi fecondi
e sempre nuovi di santità:
vocazioni numerose e ardenti,
anime belle e pure,
famiglie sane e generose,
che vivono nel tuo santo amore.
E concedi che,
fortificati dalla tua grazia
e rinfrancati dagli esempi dei santi tuoi,
possiamo farti onore ogni giorno,
in serenità e letizia,
con coraggio e perseveranza,
per poter vivere una vita tutta celeste:
ipsi quoque mente in caelestibus habitemus.
Fiat, fiat.

[72]

 

BEATA ELISABETTA SETON

O beata Elisabetta Seton,
che risplendi oggi
innanzi al cospetto di tutte le nazioni
per la fedeltà alle promesse battesimali,
guarda con occhio di predilezione
al popolo tuo,
che di te si gloria
come del suo primo fiore di santità
ottieni gli da Dio la grazia
di custodire il sacro patrimonio
della chiamata al Vangelo,
la fermezza nella fede,
l'ardore nella carità,
affinché lietamente corrisponda
alla sua particolare vocazione.
E sulla Chiesa intera
estendi la tua protezione,
offrendole in esempio
il fuoco di generosità e di amore,
che ti spinse di chiarità in chiarità
fino alla suprema glorificazione!

[73]

 

BEATO LUIGI MARIA

O beato Luigi Maria,
che splendi di luce immortale,
irradia sulla tua diocesi nativa,
che è anche la nostra,
i tuoi esempi di carità,
di zelo sollecito,
di umile servizio.
Celeste intercessore,
ottieni da Dio
che la corrente di ardore santo
si mantenga viva nel popolo cristiano,
specialmente nei giovani leviti,
e il solco aperto nei secoli
continui ad effondere
i suoi germogli promettenti!
Accolga il Signore la tua preghiera
per le vergini consacrate dell'Istituto
al quale hai segnato le vie ampie
della dedizione eroica.
Per la grazia divina,
possa il tuo esempio attrarre i sacerdoti,
i religiosi e le religiose
sparsi nel mondo intero...
e così diano luce
a coloro che sono nella casa del Padre
e diventino cooperatori fervidissimi
di quell'auspicato balzo in avanti,
che la Chiesa dell' epoca presente,
ritemprata nel Concilio Ecumenico,
vuole compiere per il bene dell'umanità.

[74]