PICCOLI GRANDI LIBRI  David Maria Turoldo  Gianfranco Ravasi

I SALMI
traduzione poetica e commento

OSCAR CLASSICI MONDADORI

I libro: Sa 1-41 (dossologia finale: Sal 41,14)

1

2

3

4

5

6

7

8

9

10

11

12

13

14

15

16

17

18

19

20

21

22

23

24

25

26

27

28

29

30

31

32

33

34

35

36

37

38

39

40

41

II libro: Sal 42-72 (dossologia finale: Sal 72,18-19)

42

43

44

45

46

47

48

49

50

51

52

53

54

55

56

57

58

59

60

61

62

63

64

65

66

67

68

69

70

71

72

III libro: Sal 73-89 (dossologia finale: Sal 89,53)

73

74

75

76

77

78

79

80

81

82

83

84

85

86

87

88

89

IV libro: Sal 90-106 (dossologia finale: Sal 106,48)

90

91

92

93

94

95

96

97

98

99

100

101

102

103

104

105

106

V libro: Sal 107-150 (dossologia finale: Salmi 146-150, che fungono da conclusione non solo del V libro, ma dell'intero Salterio)

107

108

109

110

111

112

113

114

115

116

117

118

119

120

121

122

123

124

125

126

127

128

129

130

131

132

133

134

135

136

137

138

139

140

141

142

143

144

145

146

147

148

149

150

 

Salmo 4

COSÌ ATTENDO SERENO LA NOTTE

È Dio il nostro libero spazio, 
la fiducia in lui la nostra terra tranquilla:
grande dono la quiete della sera,
ma dono ancora più grande
è la quiete dell'ultima sera.

2 Dio, mia giustizia, io grido, rispondimi:
dall' angustia portami in liberi spazi ;
la tua pietà mi rinfranchi:
conforto mi doni il sapermi esaudito.

3 Fino a quando, uomini, adorerete il nulla?
Cultori d'illusioni, fino a quando
offenderete la mia gloria?

4 Cose prodigiose compie il Signore
per il suo fedele, sappiatelo:
appena io grido, il Signore ascolta.

5 Trepidate sgomenti e più non peccate,
sui vostri giacigli meditate in silenzio,
coricatevi quieti nelle vostre stanze.

6 Offrite degni sacrifici di lode,
nel Signore riposi la vostra fiducia.

7 Molti vanno gridando: chi mai
potrà mostrarci come esser felici?
Risplenda, Signore, su noi il tuo volto,
nella tua luce conosceremo il bene.

8 Tu hai colmato di gioia il mio cuore
più di quando abbondano vino e frumento
a pieno raccolto.

9 Così attendo sereno la notte, Signore,
e in pace subito il sonno mi coglie:
solo tu mi fai riposare tranquillo.

 

È una preghiera della sera tutta intrisa di fiducia in Dio. L 'oscurità della notte sarà squarciata dallo splendore del volto di Dio (v. 7); la prigione delle tenebre, simbolo di morte, sarà disserrata dal Signore che ci aprirà spazi infiniti di sogni (v. 2); il silenzio pauroso si trasforma in oasi di meditazione e di serenità (v. 5); il cuore agitato è avvolto di pace e di felicità come se fosse la festa della mietitura o quella della vendemmia (v. 8). Ma ormai «il sonno mi coglie e solo tu mi fai riposare tranquillo» (v. 9). Sulla filigrana di questo salmo è stata costruita una dolce preghiera della sera usata dalla sinagoga: «È un dono della tua santa volontà, o Signore, che io posso coricarmi in pace e svegliarmi sereno...».

 

Dossologia

A te, Padre, nostra fonte di vita,
a te, Figlio suo e nostro fratello,
a te, Spirito, o soave riposo,
dolci canti componiamo di lode.

Preghiera

Dio della libertà e della pace,
per la protezione che sempre elargisci a tutti coloro che in te ripongono la loro fiducia,
mai ci abbandoni il tuo sguardo di Padre;
e così possiamo innalzarti senza fine il sacrificio di giustizia e di lode!
Padre, che più nessuno si tenga una pietra per cuore;
nessuno più seguiti ad amare il nulla e a correre dietro a menzogne;
e tu continua a vegliare sulla notte del mondo. Amen.