PICCOLI GRANDI LIBRI   DIONIGI CARDINAL TETTAMANZI
Arcivescovo di Milano

L'AMORE DI DIO
È IN MEZZO A NOI

La missione della famiglia a servizio del Vangelo

FAMIGLIA COMUNICA LA TUA FEDE
Anno pastorale 2007 -2008

CENTRO AMBROSIANO

Introduzione
L'AMORE DI DIO È STATO RIVERSATO NEI NOSTRI CUORI
Iniziamo la seconda tappa del nostro Percorso
Con grande speranza tra problemi e opportunità
Nell'accoglienza, nell'ascolto e nella condivisione
-
La gloria di Gesù e la fede dei discepoli

Capitolo Primo Capitolo Secondo Capitolo Terzo
CREDETTE LUI
CON TUTTA LA SUA FAMIGLIA
CRESCEVA IN SAPIENZA E GRAZIA RIMANETE NEL MIO AMORE

LA FAMIGLIA E IL DONO DELLA FEDE
1. I suoi discepoli credettero in lui
Lo accolsero con gioia
Il frutto dell'ascolto della Parola
Vi era un funzionario del re che aveva un figlio
La preoccupazione per la fede dei figli
Gesù gli rispose: «Va', tuo figlio vive»
È possibile educare alla fede
Credette lui con tutta la sua famiglia
Il secondo miracolo di Cana
2. La fede, frutto dell'amore gratuito di Dio
La grazia della fede e del matrimonio cristiano
Un dono da ravvivare
La pastorale familiare
come servizio al dono della fede

 

 

 

 

 

 

 

 

 

LA FAMIGLIA E LA TRASMISSIONE DELLA FEDE
1. Il fanciullo Gesù rimase a Gerusalemme
Il bambino cresceva e si fortificava
Una crescita armoniosa nella vita quotidiana
Si recavano tutti gli anni a Gerusalemme
La fede dei genitori
Quando Gesù ebbe dodici anni
Introdurre un figlio nella comunità
Gesù rimase a Gerusalemme
La libertà dei figli e
la sofferenza di genitori e nonni
E poi si misero a cercarlo
Il rispetto educativo e la vocazione
Tutti quelli che l'udivano erano pieni di stupore
La sapienza di Dio tra stupore e domande
Le cose del Padre
Verso un'obbedienza comune
Sua madre serbava tutte queste cose nel suo cuore
Il cammino educativo della fede
2. La famiglia soggetto missionario nella comunicazione della fede
Famiglia e comunità a servizio del Vangelo
La comunicazione della fede nella famiglia
La comunicazione della fede nella comunità
3. La famiglia introduce alla fede
Il dono del battesimo
La preparazione al battesimo
L'accompagnamento dopo il battesimo
L'introduzione alla fede degli adulti
La trasmissione della fede
e la responsabilità educativa

LA FAMIGLIA E L'EDUCAZIONE ALL'AMORE
1. Di tutte più grande è la carità
2. La famiglia fa crescere l'amore
Le famiglia scuola dell' amore e del dono di sé
L'età giovanile e le relazioni affettive
Verso il matrimonio cristiano
3. La famiglia è fedele nell'amore
Vivere l'amore e la testimonianza della fede
nelle situazioni difficili
La trasmissione della fede
e l'accoglienza delle famiglie in difficoltà
La testimonianza della famiglia nella società

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Conclusione
L'ANIMA MIA MAGNIFICA IL SIGNORE

Conclusione

L'ANIMA MIA MAGNIFICA IL SIGNORE

42. Ritorniamo con il nostro sguardo d'amore alla famiglia di Gesù.

Maria, nella casa di Nazaret, vive un duplice atteggiamento verso l'esperienza di fede e di grazia che la coinvolge: con stupore discreto conserva nel cuore le parole e gli avvenimenti che riguardano suo figlio Gesù (cfr Luca 2,19.51) e insieme con slancio gaudioso si sente spinta a testimoniare ciò che in lei ha operato il Signore.

Nell'incontro di Maria con Elisabetta, di cui riferisce il capitolo primo del vangelo di Luca (vv. 39-56), si compie una comunicazione dell' esperienza di fede tra due donne che hanno conosciuto il dono di grazia del Signore e vivono, nella concretezza della loro maternità, la gioia della presenza di Dio in loro. La Madre della divina grazia, Maria, ci accompagna e ci sostiene quando nelle nostre famiglie conserviamo nel cuore e trasmettiamo con gioia quello che anche noi abbiamo ricevuto.

Il Magnificat diventa allora anche il nostro inno di riconoscenza a Dio, perché di generazione in generazione non ci ha fatto mancare mai la sua misericordia e ha concesso che da secoli nelle nostre terre la fede fosse vissuta, testimoniata e trasmessa da una generazione all' altra.

Quanto a noi coltiviamo l'umiltà del cuore e l'esultanza dello spirito di fronte alle "grandi cose" che l'Onnipotente ancora manifesta, costruisce e continuerà a realizzare nella nostra storia. Siamo certi, infatti, che nelle sfide dell' attuale situazione sociale e culturale, il Signore ci insegnerà a riannodare gli anelli della catena che lega una generazione all'altra, a trovare nuove forme, prudenti e insieme coraggiose, nel testimoniare e comunicare la fede, per garantire anche a chi nasce alla vita in questi anni o arriva nelle nostre città da terre lontane un annuncio evangelico autentico e trasparente.

Il Dio, che innalza gli umili e disperde i superbi, mantiene sempre la sua promessa. Lo Spirito santo ci doni le parole per raccontare Gesù, per farlo incontrare ai bambini e a ragazzi, per renderlo credibile ai giovani e agli adulti, per sentirlo vicino nella preghiera e per testimoniarlo nella carità. Ci insegni a credere all' amore che è stato riversato nei nostri cuori e a diffonderlo con misura traboccante di tenerezza e profondità.

In questo anno pastorale in cui desideriamo gustare e trasmettere la fede ci accompagni il canto di Maria.

La sua divina maternità benedica le nostre famiglie e mantenga vive le nostre comunità.

+ Dionigi Card. Tettamanzi

Milano, 8 settembre 2007
Natività della Beata Vergine Maria